Canelli entra nella storia dell’atletica con i Campionati Italiani dei 10 km su strada

Parterre de roi per la presentazione dei Campionati Italiani di corsa su strada dei 10 km a Canelli, ospitata dalle Cattedrali Sotterranee delle Cantine Bosca, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, che si svolgeranno il prossimo 8 settembre.

Una location spettacolare per un evento di assoluto livello che porterà nella città spumantiera atleti di altissima caratura internazionale per giocarsi il titolo di campione italiano sui 10 km, per le categorie Assolute, Promesse, Juniores e Allievi, con le Allieve a giocarsi il titolo sui 6 km.

Altissimo livello anche alla presentazione, condotta da Fausto DeAndrea, alla presenza dell’atleta azzurra Sara Brogiato, insieme all’allenatore Gianni Crepaldi, la portacolori della Brancaleone Asti Elisa Stefani, reduce dal minimo per i Mondiali nella maratona.

Presente la padrona di casa Pia Bosca, che ha dato il benvenuto sottolineando il legame tra la corsa e “quello che facciamo noi tutti i giorni ed ospitare una manifestazione così prestigiosa in un luogo importante come le nostre cantine, da dove è partita la candidatura Unesco, è un orgoglio per noi. Penso che partecipare all’organizzazione di un evento così importante sia a beneficio dell’evento stesso, fatto qui, poi, diventa tutto ancora più romantico”.

Insieme a lei, Marco Gabusi, Sindaco di Canelli e Giovanni Bocchino, consigliere con delega allo sport del comune.
Inizio con il ricordo di Giorgio Panza, che era un amico, che ha amato la sua città”. – ha aperto Gabusi.

La promozione del territorio – continua Gabusi – passa anche attraverso lo sport con un evento così importante in una città in cui il podismo è sempre stato radicato. Questo momento, l’8 settembre, sarà uno spettacolo per tutti. Qui si corre in mezzo ai paesaggi vitivinicoli.”

“Canelli è una città sportiva – sottolinea Bocchino – e ospitare un campionato italiano diventa molto importante. Ci piace l’idea che lo sport possa portare turisti qui da noi a conoscere le meraviglie del nostro territorio.”

Mi ha colpito tutto il tragitto arrivando da Saluzzo, – ha sottolineato Rosy  Boaglio presidente della Fidal Piemonte– passando tra quelle colline e mi sono detta che sarà molto bello soprattutto per gli accompagnatori godersi lo spettacolo. Ringrazio Fabio Amandola, la società Brancaleone, e mi complimento per l’affiatamento con l’amministrazione e con gli sponsor. Il Piemonte è soddisfatto perché avevamo aperto l’anno con i Nazionali di cross a La Mandria, questo week end a Saluzzo con i Campionati Italiani di corsa in montagna di staffetta e a settembre a Canelli con i Campionati Italiani della 10 km”.

Ma cosa succederà l’8 settembre? Cosa ci dovremo aspettare?

Graziano Giordanengo, vicario di Fidal Piemonte, ha illustrato il programma. La dieci km è a tutti gli effetti una gara omologata. A Canelli si inizierà con i 6 km delle Allieve, per poi passare ai 10 km certificato.
Oltre ai campionati italiani, la gara vedrà anche lo svolgimento dei Campionati di società piemontesi, per tutte le categorie, anche Master, per incrementare il numero di partecipanti.

I dettagli saranno svelati più avanti ma l’evento si preannuncia memorabile, così come deve essere per una giornata che entrerà nella storia dell’atletica.