Serie D: nel match casalingo contro il Gozzano pareggio in extremis per l’Asti

L’Asti ha carattere ed ottiene un punto meritatissimo a tempo quasi scaduto che vale come una vittoria nel match casalingo della quarta giornata del girone di Serie D contro il Gozzano. I galletti vanno a segno con il subentrato Sow e confermano l’imbattibilità in campionato al cospetto di un avversario che nel primo tempo si era portato in vantaggio con Rao. La squadra di Boschetto viene scavalcata al secondo posto dal Sestri Levante (corsaro sul campo della Castanese) e si porta così a quota 8 punti, in una terza piazza condivisa con il Casale, che ha conquistato una vittoria esterna (la prima in questo campionato dopo il successo casalingo sul Fossano) a tavolino dopo che l’arbitro non ha ritenuto regolari le porte del Pont Donnaz. Domenica il sodalizio di Via Ugo Foscolo si fermerà come tutto il girone A di Serie D, per poi riprendere la marcia sul campo del Bra mercoledì 28 settembre.

Alcune novità ad inizio gara per entrambe le compagini rispetto al turno precedente: Asti che propone dal primo minuto il 2004 Virelli al posto di Manfrè, con Picone che rientra sulla fascia sinistra dopo la panchina di Sarzana mentre in avanti Boschetto si affida a Cannas, Kerroumi e La Marca. Schettino cambia, invece, solo due interpreti a centrocampo rispetto al match vinto contro il Chisola: out Pennati e Gasparoni e dentro dal primo minuto Gemelli e Montalbano.

CRONACA

Nel primo tempo parte forte il Gozzano che al 5′ si porta in vantaggio: palla sanguinosa persa da Tomella a centrocampo, riparte velocemente Montalbano che serve Rao, il quale davanti a Brustolin non sbaglia e fa 0-1. L’Asti fa un po’ di fatica ad entrare in partita confermando i limiti di questo avvio di campionato mentre il Gozzano da squadra esperta gestisce la situazione e riparte ogni volta che può. A dare la sveglia ai suoi è Picone che in un paio di circostanze va vicino al bersaglio grosso: la prima conclusione dsu punizione viene deviata dalla barriera e finisce di un soffio a lato, la seconda trova solo l’esterno della rete. Ci prova anche Cannas con un gran tiro che però non trova lo specchio. Da segnalare anche un paio di conclusioni dei novaresi su cui fa buona guardia Brustolin: specialmente in una il numero 1 biancorosso è fenomenale a levare la palla dall’incrocio. Il primo tempo si chiude con polemiche – giustificate tra l’altro – per un mancato rigore a La Marca lanciato verso la porta e abbattuto da un difensore ospite: per l’arbitro è tutto ok e si va all’intervallo con il Gozzano avanti 1-0.

La ripresa vede subito un doppio campo per i galletti: dentro Insolito e Carta fuori La Marca e Toma. Riparte con lo stesso undici invece il Gozzano. L’atteggiamento dell’Asti è garibaldino sin da subito, con Vagge che deve prontamente dire di no a Cannas, autentico protagonista dell’avvio di secondo tempo. Le geometrie in avanti di Carta (ex di turno) danno maggiore qualità e a trarne vantaggio sono soprattutto Picone e Kerroumi, che diventano una costante spina nel fianco per gli avversari. Nonostante i cambi, il risultato non si schioda dallo 0-1 e i galletti diventano col passare dei minuti meno pericolosi e più frenetici. Il Gozzano comunque non fa male: gestisce maggiormente il pallone rispetto alla prima parte di gara provando ad addormentarla. Negli ultimi 15 minuti però i galletti trovano le energie per il forcing finale supportati anche dal pubblico amico. E così, dopo due punizioni finite sulla barriera e un paio di sgroppate sulla fascia di Picone su cui Vagge fa buona guardia, ecco che arriva un cross perfetto dalla destra dello stesso Picone su cui si avventa Venneri di testa trovando il palo, il rimbalzo trova il piede di Sow che fa 1-1 facendo esplodere di gioia il “Censin Bosia”. Nel concitato finale viene espulso il massaggatore dei galletti Andrea Cianflone.

 

IL TABELLINO

Asti-Gozzano 1-1 (5’pt Rao, 45+3′ Sow)
A.S.D. Asti: Brustolin, Legal (85’ Sow), Picone, Toma (46’ Carta), Kerroumi, Cannas, Virelli (69’ Fioccardi), Venneri, Vergnano, Tomella (85’ Plado), La Marca (46’ Insolito)
A disposizione: Cabella, Ottone, Carta, Manfrè, Sow, Insolito, Fioccardi, Pinto, Plado
Mister: Riccardo Boschetto

Gozzano: Vagge, Gemelli (77’ Kambo), Cigagna, Rao, Vono (73’ Palma), Sangiorgio, Mazzotti (56’ Pennati), Nicastri, Di Giovanni, Montalbano (65’ Kouadio), Dalmasso
A disposizione: Vallacchi, Kouadio, Brondani Da Luz, Kambo, Pennati, Palma, Gasparoni, Scarpa, Niosi
Mister: Massimiliano Schettino

Marcatori: 5’ Rao, 93′ Sow
Ammoniti: 13’ Toma, 19’ Dalmasso, 42’ Vono, 62’ Vergnano, 75’ Di Giovanni, 76’ Palma, 89’ Kambo, 91’ Fioccardi