Quantcast

Saluzzo-Asti: le dichiarazioni di Mister Boschetto e Mattia Piana

Un match senza storia. Così è sembrato il match di Saluzzo tra i galletti, obbligati a vincere per rimanere davanti all’RG Ticino, e i cuneesi, da qualche settimana già retrocessi in Eccellenza. In una giornata che ha sancito l’ufficiale promozione in Serie C del Novara e le aritmetiche retrocessioni di Lavagnese e Imperia – anche con due vittorie nei prossimi 180′ le due squadre avrebbero più di 7 punti di ritardo sui Boschetto Boys sestultimi -, l’Asti si dimostra ancora una volta brava nel fare il proprio dovere e imporre la maggiore qualità in campo, grazie alla rete nel primo tempo di Diagne e ai sigilli di Kerroumi e Piana nella ripresa.

Una vittoria da squadra matura quella dei ragazzi di Boschetto, in difficoltà solo ad inizio partita e alla fine, quando a risultato già ampiamente acquisito, Thiam ha reso meno amara per i suoi la sconfitta con la rete dell’1-3. Una rete che però non sembra turbare minimamente l’allenatore biancorosso. “Questo goal in altri momenti mi avrebbe fatto arrabbiare ma oggi le priorità erano altre: contava solo ed esclusivamente la vittoria. E’ stato l’unico vero momento in cui siamo andati un po’ di più in affanno, ma nel complesso la squadra si è comportata bene e ha gestito in maniera corretta la gara. Un match che Boschetto ha vissuto da ex (lo scorso anno salvò la squadra saluzzese dopo una grande cavalcata): “Ero consapevole dell’importanza di questa partita, hanno tenuto lo zoccolo duro della squadra ed ero certo che oggi avrebbero onorato l’impegno”.

Ora arriva la Lavagnese che con il pareggio 2-2 in casa contro il Chieri torna in Eccellenza dopo 17 anni consecutivi di Serie D: “Prepareremo questa partita con grande serenità perché siamo consapevoli della nostra forza, se avremo l’approccio giusto non ci saranno problemi. Al contrario, con un atteggiamento sbagliato, potremo andare incontro a delle difficoltà. Non parlerò troppo della partita ai ragazzi, in questo momento della stagione non serve esasperare nei concetti anche perché sanno cosa voglio da loro. Il rimpianto è non essere già in vacanza: infatti è pazzesco non essere salvi nonostante i 44 punti conquistati ma questo vuol dire che sarà ancora più bella ed eroica l’impresa di questo gruppo”. Infine sul recupero di Ndiaye e Ciletta (uscito nel primo tempo per un problema all’occhio) Boschetto si esprime così: “Su Moussa (Ndiaye, ndr) non ci sono possibilità di vederlo domenica prossima visto che ha subito uno stiramento al polpaccio nel match contro il Casale, mentre per quanto riguarda Ciletta si pensava fosse qualcosa di più grave ma parlando poi col medico sembra non essere nulla di preoccupante”.

Decisamente felice per la vittoria (ma anche per il goal) è Mattia Piana che con la sua rete, la settima in questo campionato, ha chiuso definitivamente i giochi allo stadio “Amedeo Damiano”: “Felicissimo per il goal e per la vittoria. Siamo stati bravi a contenere il loro inizio garibaldino e a pungere al momento giusto. Oggi non era facile visto che avevamo tutto da perdere: in partite come queste il rischio di cadere in errori stupidi è altissimo e invece abbiamo gestito bene le varie situazioni. Alle porte la Lavagnese: “Sarà un’altra finale, dobbiamo stare tranquilli e continuare a lavorare bene come stiamo facendo. Solo così raggiungeremo il nostro obiettivo“.