Quantcast

Fossano-Asti: le dichiarazioni di Mister Boschetto, Gioele Zeggio e Alessio Pinto

A commentare in sala stampa, oltre a Mister Boschetto, la sconfitta di Fossano, ultima fatica di questo campionato, sono intervenuti il difensore Alessio Pinto (classe 2003) e il portiere Gioele Zeggio (classe 2000), quest’ultimo all’esordio stagionale con la maglia dell’Asti.

Proprio quest’ultimo ha parlato della grande cavalcata di questa stagione, anche se chiusa purtroppo con una sconfitta che interrompe la striscia positiva di 15 risultati utili consecutivi: “Un po’ ci dispiace, ci tenevamo a chiudere questa stagione senza perdere ma, a parte questo, i miei compagni sono stati eccezionali. Rivolgo a tutti un grande applauso perché dopo una prima parte in cui abbiamo fatto un po’ di fatica ottenendo meno di quello che avremmo meritato, nella seconda abbiamo preso maggiore consapevolezza dei nostri mezzi e ci siamo costruiti una più che buona classifica, considerando che eravamo una neo promossa”

Ringraziamenti speciali anche per Alessio Pinto: “Non era l’esordio stagionale ma è stato comunque una bella emozione partire titolare oggi (ieri ndr). Ci tengo a fare i complimenti ai miei compagni per la salvezza e ringrazio la società per avermi permesso di fare esperienza in un campionato difficile come quello di Serie D”

Una partita, secondo Riccardo Boschetto, decisa anche dalle differenti motivazione delle due squadre: “Sicuramente hanno inciso, soprattutto in avvio di gara, con loro che sono partiti forte chiudendo col doppio vantaggio il primo tempo. Nella ripresa la squadra si è sciolta e, dopo il goal di Piana, avrebbe anche potuto trovare la rete del pari ma nel complesso la vittoria del Fossano è meritata. Il prossimo anno sarà ancora Serie D: “Sappiamo quanto abbiamo faticato per raggiungere questo obiettivo che non era affatto scontato. Continuo a sostenerlo: i ragazzi hanno fatto un’impresa incredibile viste tutte le difficoltà e le problematiche che hanno dovuto affrontare. Sono felice anche per la società, che ora potrà programmare con più serenità il futuro. Un futuro che mi auguro veda i galletti disputare un campionato più tranquillo di quello di quest’anno.