Quantcast

In terza categoria la capolista Mezzaluna cala il poker sul campo del Mirabello Monferrato

Dopo la sosta forzata dello scorso, con il turno di riposo dovuto al ritiro dal campionato dell’Athletic Asti, è tornato in campo per la settima giornata del girone di ritorno della Terza Categoria di Asti, il Mezzaluna Calcio.

La capolista del girone astigiano, era attesa dalla trasferta contro il Mirabello Monferrato, partita che si è conclusa con un successo per 4 a 2 della formazione villanovese che permette di mantenere il vantaggio di due punti sul Moncalvo Calcio, secondo con una partita in più, e di allungare a più cinque sulla Sca terza, con lo stesso numero di partite giocate.

Gara con inizio triste, non essendoci stati comunicati ufficiali le due società hanno chiesto ed ottenuto dal direttore di gara, il rispetto di un minuto di silenzio in memoria di Yassine Mahboub, giocatore della società Spartak San Damiano, tragicamente e prematuramente scomparso sabato pomeriggio.

Il Mezzaluna parte forte, gioca costantemente in attacco e va in vantaggio al 14′ su azione da corner con Gherazim salito dalla difesa che insacca di testa; dopo pochi minuti Karaj sfiora il raddoppio su calcio di punizione che termina a lato di un soffio. Al 27′ un errore di disimpegno costringe la difesa ospite al rigore che la squadra di casa trasforma, riportando il punteggio in parità. Pronta la reazione del Mezzaluna che al 29′ con Veglio costringe il portiere a compiere un vero miracolo, ma al 32′ Karaj centra una buona punizione dal limite per il nuovo vantaggio ospite. Passano solo tre minuti e il Mirabello trova il nuovo pareggio con un calcio di punizione deviato della barriera che mette fuori causa Perotti, così si va al riposo sul 2 a 2.

Inizia il secondo tempo con Pitzalis che ha una buona occasione al 51′ ma si fa anticipare, un minuto dopo però Oliva raccoglie una respinta dal limite e insacca con rasoiata a fil di palo il nuovo vantaggio villanovese, 2-3. Al 69′ il Mezzaluna corre due rischi, uno l’avversario non riesce a concludere da due passi e il secondo con una conclusione di poco alta su corner. Dopo due occasioni per gli ospiti con Karaj su punizione, stavolta meno preciso, e Oliva, parato, all’81’ il Mirabello sfiora il pareggio con un calcio di punizione ben battuto, su cui Perotti compie un gran intervento. Ad un minuto dal termine la Mezzaluna chiude la partita con una spettacolare punizione di Premtija che lascia partire un tiro teso che sfiora la barriera e si infila nel sette.