Quantcast

Giovani dell’Alfieri protagonisti nel week end

Più informazioni su

Fine settimana intenso per la Vittorio Alfieri Asti con i giovani che sono scesi in pista in diversi meeting.

Ragazze e Cadetti/e sono scesi in pista a Chivasso in una giornata campale con oltre 200 giovanissimi di tutta la regione a disputare un triathlon in condizioni ambientali non troppo favorevoli, con pioggia (non troppa) e soprattutto vento freddo.
Nel triathlon Ragazze 13.mo posto su 127 classificate per Serena Gramaglia, che ottiene anche la terza posizione tra le atlete al primo anno di categoria. Per lei e per la compagna Clotilde Allegri c’è anche il miglior tempo nella prova di velocità, sempre per le Ragazze del primo anno.
Nelle gare extra arrivano tre vittorie. Una arriva dai cadetti con Mattia Ippolito che si impone nei 1000, dove è quarto Alessandro Giordano, entrambi vicini al personale sulla distanza.
Le altre due arrivano dalla tradizione biancoverde nel salto con l’asta: in campo femminile con Lucrezia Crepaldi va al personale, tra i cadetti è Samel Hoxha ad imporsi con la sua miglior prestazione di 2.75, un record migliorato due volte in questa gara.

Chivasso, 2 aprile
Triathlon Ragazze (60, lungo, vortex)
13 su 127) Serena Gramaglia 1495 punti (9.11 – 3.49 – 21.77)
38) Clotilde Allegri 1237 punti (9.09 – 2.88 – 16.04)
Cristina Nastasa 657 punti (11.08 – 2.40 – 16.14)
Triathlon Cadette (80hs, alto, peso)
21) Miriam Massa 1244 punti (16.26 – 1.20 – 5.97)
29) Sveva Zuin 878 punti (16.57 – 1.00 – 4.65)
Giulia Giulivi (1.25 – 6.01)
1000 Cadetti 1) Mattia Ippolito 2.51.01, 4) Alessandro Giordano 3.00.45
Asta Cadetti 1) Samel Hoxha 2.75
Asta Cadette 1) Lucrezia Crepaldi 2.06

Nel frattempo, a Novara, giornata no per Filippo Iacocca, che lancia fermandosi a 59,21 metri il suo martello. A Novara sono scesi in pedana anche i master con il neobiancoverde Giuseppe Barbero e Antonio Scarano nel lancio del disco.
A Donnas, domenica 3 aprile, Andrea Allegretti, allenato anche lui come Iacocca da Matteo Crivelli, ha ottenuto una grande misura nel disco: con 42.55 l’atleta che ha migliorato il personale di quasi un metro segnando così una delle migliori prestazioni provinciali di tutti i tempi ed ottenuto il minimo per i Campionati Italiani Promesse.

Più informazioni su