Quantcast

Asti-Casale: le dichiarazioni di Mister Boschetto e Andrea Venneri

Ora a +3 sull’RG Ticino, l’Asti ha senza dubbio il destino della salvezza nelle proprie mani. Un destino che la squadra di Boschetto si è preso con merito, con un filotto di 13 partite (contando anche i recuperi dell’andata) che l’hanno portata a raggiungere un bottino di 41 punti.  Non male per un gruppo neopromosso nella categoria e costretto a rinunciare per infortunio in queste ultime giornata al giocatore più importante, quel Francesco Virdis, che prima del recupero col Fossano lo scorso 19 marzo (suo ultimo match) aveva segnato 9 reti e dato un grande contributo alla squadra. Ora le prossime due partite- contro Saluzzo e Lavagnese – sono assolutamente da non fallire: infatti con due vittorie (ma potrebbe bastarne anche una) per i galletti sarebbe nuovamente Serie D il prossimo anno.

In sala stampa si sono presentati in rappresentanza astigiana, il mister Boschetto – che domenica tornerà a Saluzzo dove la scorsa stagione conquistò una salvezza strepitosa – e Andrea Venneri, giocatore che di partite importanti ne ha giocate a decine nel corso della sua carriera e che, sia con Ciletta che con Legal, sta formando una delle coppie di difensori centrali più performanti di tutto il girone.

Mister Boschetto:Oggi il bicchiere è quasi pieno. Lo dico per due ragioni: la prima è che siamo usciti indenni anche contro un avversario difficilissimo come il Casale, che arrivava da 15 risultati utili consecutivi e la seconda è che abbiamo guadagnato un punto sull’RG Ticino e questo ci dà grande fiducia per il match di domenica a Saluzzo. In linea generale è un pareggio giusto, forse abbiamo fatto qualcosina in più noi ma va bene così. In tutte e due le squadre ho visto molta fatica verso la fine, ma nel complesso sin dall’inizio c’è stato poco ritmo complice anche il grande caldo e il fatto che solo tre giorni entrambe avevano giocato. Match col Saluzzo fondamentale? Non direi, li conosco e so che ci terranno a fare bella figura. Non sarà di certo un’ultima spiaggia, ci siamo guadagnati la possibilità di poterci giocare la salvezza anche nelle successive due partite contro Lavagnese (in casa) e Fossano e di conseguenza vogliamo pensare step by step”.

Andrea Venneri: “Abbiamo incontrato una squadra blasonata come il Casale e siamo comunque riusciti a guadagnare un buon punto. A mio avviso, dopo Novara e Sanremese, ci sono loro quindi stiamo parlando di una squadra top. I risultati delle altre squadre ci hanno aiutato in questo turno? Sicuramente sì, ma noi non dobbiamo cullarci assolutamente. La strada è ancora lunga e già domenica siamo chiamati a dare un’altra grande risposta su un campo difficilissimo”