Quantcast

Serie D: pareggio casalingo con rimpianti per l’Asti contro il Città di Varese

Si è giocata oggi la 27 giornata del girone A di Serie D.

L’Asti pareggia 1 a 1 in casa contro il Città di Varese. Dopo il primo tempo concluso senza reti, Ndiaye aveva portato in vantaggio i galletti al 56′, ma gli ospiti hanno raggiunto il pari con Piraccini su rigore ad un quarto d’ora dal termine; nel finale grande occasione per i biancorossi di aggiudicarsi l’intera posta, ma Picone fallisce un calcio di rigore. L’Asti con questo risultato si porta a -4 dalla quattordicesima posizione occupata dal Ligorna ma deve ancora recuperare due partite contro Fossano e Casale. Ed è proprio contro il Casale che scenderà in campo l’Asti nel match di mercoledì 9 marzo al “Natal Palli” per il recupero della 16° giornata di andata.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO –  I padroni di casa, orfani di Virdis e Piana per squalifica, si schierano con il 4-3-3. Mister Boschetto conferma la linea difensiva vista contro il Pont Donnaz con Vergnano basso a destra e Picone basso a sinistra, Legal e Venneri sono i due centrali. A centrocampo Ndiaye compone con Toma e Taddei la mediana; qualche cambio invece in attacco dove Plado agisce nel ruolo di “falso nueve” con Trevisiol e Diagne ai suoi lati. Nei varesini Ezio Rossi conferma il 3-4-1-2 ma lascia il proprio capocannoniere Mamah in panchina: davanti giocano Di Renzo e Minaj con Disabato alle loro spalle nel ruolo di trequartista. Primi 45′ decisamente poco divertenti, il Città di Varese cerca di palleggiare mentre l’Asti si rintana bene nella propria metà campo e prova ad incidere in contropiede ogni volta che può. La differenza di punti in classifica lascerebbe presagire ad un Città di Varese più pericoloso e invece l’occasione più ghiotta è a favore dei galletti con Ndiaye intorno al 20′; il suo tiro termina alto di poco oltre la traversa di Trombini. Gli uomini di Ezio Rossi si affidano ai lanci lunghi su cui, però, sia Di Renzo sia Minaj non trovano vita facile contro i due rocciosi centrali Legal e Venneri. Si va così all’intervallo senza emozioni e senza reti.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli stessi undici della prima frazione. Cerca di cambiare atteggiamento la squadra ospite ma è sempre l’Asti, con gli inserimenti dei centrocampisti, a mettere pressione alla retroguardia varesina. Il più ispirato, come testimonia la conclusione del primo tempo, è Moussa Ndiaye ed è proprio lui al 56′ a far gioire il “Censin Bosia” con un destro perfetto che non dà scampo a Trombini. Il goal porta inevitabilmente l’Asti ad abbassarsi un po’ (i galletti avevano giocato solo quattro giorni prima nel recupero contro il Pont Donnaz), e così gli ospiti prendono campo, spinti anche dall’entrata in campo di Mamah che al 75′ si guadagna un calcio di rigore. Piraccini spiazza Brustolin e fa 1-1. Dopodiché succede di tutto: prima l’Asti ha l’occasione per tornare in vantaggio su calcio di rigore – molto discusso in cui viene espulso dalla panchina ospite D’Orazio – ma Trombini ipnotizza Picone poi il Città di Varese rimane in dieci uomini a causa di una protesta troppo vibrante di Mapelli. Sono le ultime emozioni di questa intensa partita che Asti e Città di Varese concludono sul punteggio di 1-1.

 

Serie D-Girone A
27° Giornata

Domenica 6 marzo ore 14:30:
ASTI-Città di Varese 1-1
Borgosesia-Ligorna (rinviata causa Covid)
Chieri-Bra 0-0
Fossano-Vado 0-0
Gozzano-RG Ticino 2-2
Imperia-HSL Derthona 3-0
Lavagnese-Sanremese 1-1
Novara-Sestri Levante 2-0
Pont Donnaz-Casale 0-0
Saluzzo-Caronnese 0-1 (giocata sabato 5/03)
CLASSIFICA: Novara 59, Sanremese 53, Città di Varese 47*, HSL Derthona 43*, Chieri 41, Borgosesia 40*, Bra 39, Vado 38, Casale 36***, Gozzano 35, Caronnese 33, Pont Donnaz* 33, Sestri Levante* 33, Ligorna 33, RG Ticino 30, ASTI 29**, Fossano 27*, Imperia 24*, Lavagnese 21*, Saluzzo 12*.

ogni* una partita da recuperare