Quantcast

Le dichiarazioni di Mister Boschetto e di Moussa Ndiaye al termine di Asti-Città di Varese

In casa Asti c’è rammarico per non aver centrato l’intera posta in palio, ma Mister Boschetto può essere comunque della prestazione della squadra: “Dispiace non averla vinta, soprattutto per i ragazzi, che hanno disputato una grande prestazione contro la terza della classe. C’era un po’ di gap fisico da colmare ma i ragazzi l’hanno interpretata bene e non hanno rischiato nulla. Il loro rigore? Secondo me non c’era né il loro né il nostro. Davanti eravamo in emergenza, a Plado ho chiesto un lavoro molto dispendioso di raccordo tra centrocampo e attacco: è stato impeccabile così come lo sono stati tutti i suoi compagni. Il nostro percorso procede in modo ottimale: la squadra sta bene fisicamente e mentalmente ed è pronta a disputare questo ultimo scorcio di campionato con grande determinazione”

Si accoda al trainer l’autore del momentaneo vantaggio biancorosso Moussa Ndiaye: “Abbiamo disputato una grande partita, dispiace non averla vinta. Nonostante il Città di Varese sia terzo in classifica, non ho visto molta differenza con loro e quindi il rammarico è tanto. Oggi era difficile per l’assenza di una vera prima punta in campo ma io e i miei compagni abbiamo risposto bene. Ora dobbiamo concentrarci sulle prossime partite, certamente possiamo farlo con maggiore consapevolezza dopo gli ultimi buoni risultati. Infatti, rispetto a un mese fa, siamo una squadra migliore e questo grazie al grande lavoro del Mister. Non dobbiamo però sentirci appagati e, anzi, bisogna dare ancora di più per toglierci altre soddisfazioni e centrare il nostro obiettivo”

Decisamente deluso dal risultato invece il Mister del Città di Varese Ezio Rossi: “Mi assumo le responsabilità per questo pareggio, ho sbagliato la formazione perché ho inserito giocatori non adatti al tipo di partita che si era presentata. Il campo del “Censin Bosia” penso che, insieme al nostro, sia il peggiore del campionato, di certo non ha aiutato il nostro modo di fare calcio. Anche in inferiorità numerica abbiamo comunque provato a vincerla e di questo sono contento per il futuro”