Quantcast

Le parole di Davide Montanarelli e Francesco Virdis al termine di Asti-Borgosesia

L’Asti esce con un pareggio 2-2 dal “Censin Bosia” fermando quantomeno il trend negativo che lo aveva visto sconfitto nelle prime due uscite del 2022. Primo tempo meglio i locali, secondo tempo meglio il Borgosesia. Nel complesso un pareggio giusto contro una squadra più avanti in classifica. Al termine della partita, si sono presentati in sala stampa Mister Montanarelli e Francesco Virdis, autore del goal del momentaneo 2-1.

Mister Montanarelli: “Abbiamo giocato un grande primo tempo, muovendo bene palla e subendo pochissimo. Nel secondo tempo è cresciuto il Borgosesia che reputo una squadra di buonissima qualità e decisamente frizzantina. Nonostante le difficoltà della ripresa, siamo comunque riusciti a tornare in vantaggio ma nel momento in cui dovevamo stringere i denti abbiamo subito un goal che non possiamo e non dobbiamo prendere. Perché solo un cambio? L’equilibrio della squadra era troppo importante in quel momento e in panchina non avevo purtroppo i cambi adatti a quella determinata situazione di punteggio, soprattutto in attacco. La classifica? Io ho sempre detto che questa squadra dovrà lottare fino alla fine ed è quello che farà”

davide montanarelli - asti calcio

Francesco Virdis:Dopo mercoledì era fondamentale trovare una reazione da squadra che è prontamente arrivata. L’impegno c’è stato e sono orgoglioso dei miei compagni, ma purtroppo non aver trovato i tre punti, dopo essere stati due volte in vantaggio, fa sì che il bicchiere oggi (ieri, n.d.r) sia mezzo vuoto. I numeri dicono che siamo una squadra che segna poco ma è altrettanto vero che siamo in linea con gli obiettivi che ci eravamo posti ad inizio campionato. A livello personale questo è il mio ottavo goal in campionato, non male ma avrei potuto e dovuto segnarne di più”.

francesco virdis asti calcio

Manuel Lunardon (All Borgosesia) : “Oggi abbiamo fatto una buona partita, non era facile perché ci mancavano alcuni giocatori importanti, infatti siamo scesi in campo con nove fuoriquota. Inoltre i miei ragazzi sono stati bravi a rimettere in piedi una partita difficile e questo non era facile. L’obiettivo da qui alla fine della stagione?  Non guardiamo la classifica, la squadra deve crescere e imparare il più possibile. E’ anche vero però che il bottino di punti conquistati  finora ci deve rendere felici. Sull’Asti dico che è una buona squadra, ha grande atteggiamento e compattezza. Penso che non avrà problemi a salvarsi”.