Quantcast

Importante esperienza per tre portacolori degli Arcieri della Quercia al Campionato Italiano di Tiro con l’Arco di Rimini

Più informazioni su

Quello appena concluso è stato un lungo e intenso weekend per il tiro con l’arco che ha visto i migliori atleti del paese sfidarsi nei campionati italiani di Rimini in una gara di quattro giorni dal 24 al 27 febbraio.
Gli Arcieri della Quercia hanno partecipato con ben tre arcieri, tutti della stessa famiglia ma appartenenti a tre categorie diverse. La giovanissima Giada, la cui divisione di classe non è ammessa ai campionati e che si è qualificata per gareggiare con le Ragazze, la sorella maggiore Valentina, nella stessa categoria e il padre Roberto Marengo fra i senior.

Le due giovani arciere, figure di punta della compagnia Cantaranese cui hanno già regalato numerose medaglie (tra le quali spicca la vittoria di squadra col Piemonte all’ultimo trofeo Pinocchio), si sono classificate rispettivamente diciassettesima e ventottesima, dimostrando maturità e capacità di reggere l’impatto con un ambiente e un contesto molto più importanti di quelli cui sono abituate, in una competizione nazionale affrontata in totale autonomia senza supporto e assistenza tecnica dal momento che il padre, che di solito le segue e assiste nella preparazione, non poteva accedere al campo.
Ventesima posizione fra i senior per Roberto Marengo, alla sua seconda esperienza riminese, che con 563 punti migliora di nove posizioni rispetto alla qualifica e che, come al solito, si è trovato a doversi misurare coi grandi di questo sport, membri della nazionale e medaglie olimpiche comprese, ottenendo un 33° posto su ben 321 arcieri nella classifica maschile assoluta.

Più informazioni su