Quantcast

Serie D: con una strepitosa rimonta sul Chieri arriva il primo successo per l’Asti

Si è giocato oggi il primo turno infrasettimanale del campionato di serie D.

Nel girone A turno casalingo per l’Asti che ha ricevuto al Censin Bosia il Chieri, capolista a punteggio pieno. Impresa dei ragazzi di Montanarelli che ottengono la prima vittoria in campionato, dopo tre pareggi, e si impongo per 3 a 2 dopo essere stati sotto per 2 a 0 (reti di Corsini nel primo tempo e Alvitrez nel secondo); decidono le reti di Taddei, Virdis e Picone nella ripresa.

Le due squadre iniziano il match a specchio, entrambe col 4-3-3. Dopo una prima fase a favore dei galletti, esce fuori dal guscio la capolista Chieri. Corsini è un’autentica spina nel fianco per la retroguardia biancorossa, Sbarbati e Marras accompagnano le scorribande offensive ospiti. L’idea è che i ragazzi di Didu la possano sbloccare da un momento all’altro e così avviene: proprio il numero 10 Corsini si rende protagonista di un’ azione in solitaria, partita da poco oltre la metà campo sull’out di destra, si presenta davanti a Brustolin che nulla può sul tiro. Al 25° minuto è vantaggio Chieri: 0-1. Due minuti dopo i torinesi potrebbero raddoppiare ma Brustolin è miracoloso su colpo di testa a botta sicura del classe 2004 Marras. La prima occasione degna di nota dell’Asti avviene al 32° minuto con Vergnano: il suo fendente terra aria da buona posizione finisce sull’esterno della rete. Succede poco altro nella prima frazione e dopo tre minuti di recupero Marco Schmid della sezione di Rovereto manda le squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa l’Asti parte forte e si guadagna diverse punizioni sulla trequarti avversarie: la sensazione è che però manchi peso per contendere i palloni alti ai colossi del Chieri. Gli ospiti sono esperti e pianificano la gara sul contropiede. Come al 67°minuto quando, a seguito di una palla persa da Vergnano, i biancoazzurri trovano la rete del raddoppio con l’ex Asti Alvitrez. Mister Montanarelli si gioca il tutto per tutto e inserisce Francesco Virdis al posto di Plado, puntando di fatto su un ultra offensivo 4-2-4. Il tandem Virdis-Piana inizia a creare i primi veri grattacapi alla retroguardia ospite. È proprio l’ex Castellazzo a guadagnarsi una punizione pericolosa sull’out di destra. La palla calciata da Taddei viene ribattuta dopo una mischia, Virdis è bravo a lavorarla proprio per la corrente Taddei che con un preciso esterno infila la palla in rete. L’Asti la riapre: è 1-2 al 74° minuto. Il pubblico del “Bosia” alza i decibel del volume e i giocatori di casa avvertono la spinta. E all’87° minuto i galletti giungono ad un meritato pareggio grazie alla firma di Francesco Virdis, imbeccato da un tacco superlativo di Mattia Piana. A tu per tu con Edo l’ex Savona non sbaglia. Finita? Assolutamente no. Nell’ultimo dei quattro minuti Picone manda in delirio i tifosi e fa 3-2, grazie ad un fantastico pallonetto sull’uscita dell’estremo difensore ospite.

L’Asti si conferma squadra di carattere, dura a morire e con tanto cuore, spinta dal primo all’ultimo minuto dal fantastico pubblico del Censin Bosia. Sarebbe però riduttivo soffermarsi solo su questi aspetti, perché i galletti sono anche un gruppo che sa capire i momenti della gara e sa colpire con i grandi giocatori di qualità di cui dispone nella propria rosa.

A fine partita grande gioia nelle parole di Mister Montanarelli: “Nel primo tempo siamo stati in balia del loro palleggio, ma c’era da aspettarselo visto che loro hanno probabilmente il migliore centrocampo del torneo, o comunque tra i migliori della categoria. Quello che è mancato è stato l’atteggiamento giusto da parte nostra. Nel secondo tempo siamo stati più decisi e grintosi, e quindi la scintilla è arrivata di conseguenza. Sono fiero dei miei ragazzi, siamo ancora imbattuti e questo ha un grandissimo valore. Un aspetto da migliorare è sicuramente l’approccio al match, ci lavoreremo. Abbiamo tanti ragazzi giovani e ci va tempo”.

Euforico anche il Consigliere Bruno Scavino:I ragazzi sono stati incredibili, complimenti al Mister per aver azzeccato i cambi e aver dato nuova verve ai giocatori. Non ho visto il Chieri superiore a noi, sarebbe stato un peccato perdere. Quello che mi piace di questa squadra è che non muore mai, è sempre pronta a lottare e sudare su ogni pallone. Questa prima vittoria in campionato è ampiamente meritata”.

Infine le parole del match winner Beppe Picone: “Indipendentemente dal mio goal, quello che è giusto evidenziare è la grinta e la voglia di uscire dalle difficoltà di questa squadra. La mia posizione? Mi metto a disposizione del mister e del gruppo, se però dovessi scegliere preferirei giocare in alto a sinistra a piede invertito. Dobbiamo migliorare sull’approccio alla gara, sono sicuro che se andremo a limare questo aspetto ci divertiremo ancora di più”.

IL TABELLINO DEL MATCH

ASTI – CHIERI 3-2
Reti: 28’Corsini, 68’ Alvitrez © 75’Taddei, 90’Virdis, 93’Picone (A)
Asti: Brustolin, Vespa (75’Trevisol), Rosset, Taddei, Ciletta, Venneri (76’Legal), Vergnano, Plado (63’Virdis), Masoello (50’Toma), Picone, Piana. A disposizione (Zeggio, Acosta, Binello, Pezziardi, Simonelli). Allenatore: Montanarelli
Chieri: Edo, Benedetto, Ciccone, D’Iglio, Conrotto, De Letteriis, Lala (70’Gerbino), Alvitrez, Sbarbati (56’Bianco), Corsini (65’Bove), Marras (76’Balan). A disposizione (Boschini, Morra Bean, Garello, Calò, Balan, Ponsat). Allenatore: Didu

SERIE D
Risultati 4a GIORNATA
Asti-Chieri  3-2
Bra-Fossano Calcio  2-0
Città di Varese-Gozzano Calcio  1-1
HSL Derthona-Borgosesia Calcio  1-1
Imperia-Novara FC  0-2
Ligorna 1922-Lavagnese 1919   2-3
RG Ticino-Pont Donnaz   1-1
Sanremese Calcio-Casale 1-2
Sestri Levante 1919-Saluzzo (rinviata)
Vado-Caronnese  2-1
CLASSIFICA: Bra 10, Chieri 9, Novara 8, Città di Varese, Casale*, Pont Donnaz 7, Asti, Ligorna, Gozzano 6, Derthona, Vado 5, Imperia, Sanremese 4, Fossano, Borgosesia, RG Ticino, Lavagnese  3, Caronnese, Saluzzo* 2, Sestri Levante** 0

ogni * una partita in meno