Quantcast

Vincenzo Torchio e Mauro Carlevero a caccia di punti al Rally Città di Torino

Terza gara stagionale per il pilota astigiano Vincenzo Torchio che sulle strade del Col del Lys cercherà quei punti che significano la qualificazione alla finale di Modena della Coppa Rally di Zona. Torchio affronterà il Rally Città di Torino con la Peugeot 208 VTI di Classe R2B, curata da Bianchi, affiancato come sempre dal navigatore di San Damiano d’Asti Mauro Carlevero per i colori della scuderia Alma Racing.

“Il Città di Torino rappresenta un po’ il giro di boa dell’annata” esordisce Torchio. “A inizio stagione ho fatto il salto di categoria lasciando la mia Citroën Saxo per la Peugeot 208 di Classe R2B. È una macchina che mi piace, ma come sempre ci vogliono alcune gare per potersi esprimere al meglio” sottolinea il pilota di Celle Enomondo. Che è arrivato secondo di categoria a San Damiano, mentre una sbandata da brivido nell’ultima prova gli nega il podio ad Alba, “Nonostante abbia saltato il Lana di luglio e nonostante sia ancora riuscito a centrare la vittoria nelle due precedenti gare sono in piena corsa per la qualificazione alla finale di Modena del CRZ” serie in cui Torchio è attualmente terzo di Classe R2B a soli 4,5 punti dalla vetta della classifica. “Dopo il Torino faremo il punto della situazione, anche guardando la nostra classifica nell’R Italian Trophy e nel Trofeo Pirelli Accademia e Peugeot Competition”.

Lasciando i calcoli di campionato, Vincenzo Torchio passa ad analizzare la gara che sta per affrontare. “Ciò che non mi piace del Città di Torino è la preponderanza di tratti in salita rispetto a quelli in discesa. In questo modo i concorrenti delle vetture meno potenti hanno poche speranze di inserirsi nelle posizioni che contano della classifica assoluta. Ad esempio il Lys lo preferivo fatto al contrario, perché la discesa a mozzafiato verso Viù rivoluzionava la classifica. La Mezzenile non è male, mentre la Monastero non offre possibilità di fare la differenza” afferma il portacolori di Alma Racing che nelle tre precedenti volte cui ha partecipato alla gara torinese ha collezionato due ritiri e un secondo posto di classe nel 2015. È ora di sfatare la tradizione. Vincenzo non lo dice ma ci conta.

Il 36° Rally Città di Torino risveglierà gli appassionati venerdì 3 settembre con le verifiche tecniche che si svolgeranno a Pianezza dalle ore 9.00 alle 17.30, mentre dalle 13.00 alle 19.00 i concorrenti avranno la possibilità di testare le loro vetture da gara nello Shake Down su un tratto di strada lungo 3 km a Rubiana. I cronometri si attiveranno sabato mattina alle ore 8.00 per registrare i tempi dei concorrenti sulle tre prove speciali Monastero, Mezzenile (entrambe di 7,5 km) e il Lys di 14,40 km da percorrere due volte che porteranno a 58,80 km da affrontare con il casco in testa su un percorso totale di 232,4 km. L’arrivo è previsto per le ore 17,45 a Villa Leumann a Pianezza.