Quantcast

Uno-due Tigliolese: dopo la Coppa Italia ecco la Supercoppa di tamburello open femminile

Modo migliore di concludere l’annata agonistica, per la Tigliolese del presidente Daniele Basso, proprio non c’era.

Dopo la Coppa Italia, conquistata a Noarna e messa in bacheca nel mese di agosto, un altro trofeo arriva ad arricchire il palmares del sodalizio astigiano: è la Supercoppa Serie A 2021 di tamburello open femminile, che va ad incoronare una stagione ricca di successi e soddisfazioni per le atlete di Alessandra De Vincenzi e Mimmo Basso.

È la bergamasca San Paolo D’Argon, nel ricordo della giovane atleta Alice Magnani scomparsa sei anni fa in un incidente d’auto, ad aver ospitato l’ultimo atto della stagione targato “tambass in rosa”: protagoniste dell’incontro, che assegnava il titolo di supercampionesse d’Italia, le reginette incontrastate del movimento tamburellistico al femminile Mezzolombardo e Tigliolese.

In una lotta sportiva durata ben cinque confronti, a conti fatti è il team astigiano ad aver avuto la meglio: 2-1, infatti, è lo score aggiornato delle “coppe” messe a referto dai due team principi. Le piemontesi hanno avuto la meglio negli ultimi due faccia a faccia valsi coccarda e Supercoppa (quest’ultima acquisita con il risultato di 6-4,6-3), le trentine si erano invece aggiudicate lo scudetto di categoria sul neutro veronese di Cavalcaselle dopo aver ottenuto 5 punti sui 6 disponibili nei match di regular season tra il loro terreno di gioco e quello di Castellero, dove la nostra portacolori ha disputato le partite interne del campionato 2021.

Aldilà dei crudi numeri, però, il pubblico che ha potuto ammirare le gesta di queste giocatrici non potrà far altro che esser grato alle due società che, nonostante le problematiche di cui tutti siamo a conoscenza e un anno di fermo dovuto alla pandemia, hanno continuato ad investire sul talento di queste ragazze dedicando loro tempo e portandole (o riconfermandole) ai vertici del panorama nazionale.

Supercoppa tigliolese 2021

LA CRONACA DELLA PARTITA
Sotto i riflettori del “Beretta” scendono in campo i quintetti tipo ma, seppur equilibrata, la prima parte di gara è avara di spunti. Sotto 1-0, le astigiane ribaltano lo score con un game vinto a zero e il successivo alla pallina del 40 pari chiusa da Negro, ma poi vanificano il vantaggio lasciando vita facile alle trentine che vanno al cambio campo sul 2-2. Ancora incertezza a regnare sulla terra rossa lombarda con entrambe le squadre che, faticando a proporre un gioco efficace con tanti errori sul gioco lungo, virano 3-3.

È dal settimo game, come prevedibile, che il tono agonistico della gara sale vertiginosamente. Le due compagini iniziano a darsi battaglia: prima avanti Chiara Zeni e compagne, poi la svolta della gara con le monferrine che in svantaggio 30-40 fanno loro il punto del 4-4 grazie ad un largo di Mongibello ed una stoccata delle sue da parte del capitano Dellavalle abile a sfruttare uno scivolone di Beatrice Zeni. Non c’è più spazio per il Mezzolombardo e, dopo un botta e risposta tra coach a suon di minuti chiesti, si chiude il primo parziale sul punteggio di 6-4 in favore della Tigliolese.

Al rientro in campo, è Zeni a metter mano all’assetto delle sue ragazze con l’abituale staffetta Calliari-Alice Fontana, ma è la formazione allenata da Mimmo Basso a dominare in lungo in largo la terra rossa orobica. Fino al 5-1 astigiano, infatti, sembra non esserci gara: Mongibello e socie soffrono la verve delle avversarie e vanno ad un passo dal capitolare, poi trovano una reazione che le riporta sul 5-3 tra scambi di posizioni e poca lucidità nel chiudere il match lato Tigliole. Iniziavano a vedere i fantasmi Arisio e socie, ma era tutto secondo programma. La contesa si chiude dopo due ore di scambi (sul risultato di 6-3) con Ludovica Stella che può abbracciare il papà Gianluca assiepato in tribuna insieme al campione in forza al Montemagno Luca Lorenzin, arrivato a sostenere il gruppo e la fidanzata Chiara Zimolo.

IL TABELLINO
TIGLIOLESE: Chiara Zimolo, Ludovica Stella, Cecilia Dellavalle (C), Antonella Negro, Elisabetta Arisio A disp. Clarissa Amerio D.t. Alessandra De Vincenzi, Emilio Basso
MEZZOLOMBARDO: Arianna Calliari (C) (dal 2° set Alice Fontana), Beatrice Zeni, Chiara Zeni, Giada Fontana, Ilaria Mongibello D.t. Renato Zeni
CAMBI CAMPO: 1-1, 2-2, 3-3, 4-4, (6-4) 2-0, 3-1, 5-1, 5-3 (6-3)
40 PARI: 4 (3-1)

Supercoppa tigliolese 2021
Supercoppa tigliolese 2021