Quantcast

Grazzano e Vignale: prove di allungo. Montemagno tiene botta, Casa Paletti c’è

Passano le settimane, la classifica si inizia a delineare. Una domenica all’insegna delle conferme quella della Serie A di tamburello a muro che ha visto tutte le otto contendenti al titolo dei bastioni scendere in campo in contemporanea. Era dal secondo turno di campionato che non accadeva, da lì in poi tre weekend con l’anticipo del sabato. La pioggia caduta ieri mattina sull’astigiano non ha mai destato preoccupazione dato che tre campi su quattro dove erano in programma le gare della sesta giornata sono su fondo asfaltato. Tre sono state le affermazioni esterne, una sola vittoria sotto il muro amico: è la prima volta in stagione che succede. Un occhio, dopo questo fine settimana, cade inevitabilmente sul prossimo turno dove la partita di cartello sarà Vignale-Grazzano.

È proprio stata quest’ultima l’unica capace di sfruttare il fattore casa in un match che vedeva ai nastri di partenza Grazzano Badoglio e Montechiaro appaiate in classifica. Ritorno non felice su Piazza Cotti per Federico Arrobio che raccoglie insieme ai suoi compagni solo 9 giochi. Ci si aspettava qualcosa in più dai biancoazzurri della Val Rilate che tornano a casa senza punti dopo quattro sfide dove avevano solo vinto, forse pagando l’ultima fatica contro il Calliano. Gli aleramici riscattano la sconfitta di Tonco e riprendono la marcia con obiettivo non fermarsi domenica prossima al “Cesare Porro”.

Continua il momento positivo per Casa Paletti che dopo aver fermato gli scudettati grazzanesi si conferma nella mai banale “Bombonera” di Castell’Alfero. Se a inizio torneo qualcuno nutriva dubbi su questa formazione, si starà ricredendo settimana dopo settimana. La squadra di Redoglia sta crescendo in corsa dal punto di vista atletico e con le individualità che di certo non mancano il posto playoff è lì alla portata. Fondamentale la prossima gara quando al “Beretta” arriveranno Savio e soci. Per gli atleti di Nuccio De Maria continua la magra di risultati ma a dirla tutta, trasferta portacomarese a parte, i suoi non hanno mai lesinato impegno fino ad ora.

Non stecca il  Montemagno del presidente Porta che trova la prima vittoria stagionale in trasferta: a farne le spese il Portacomaro dell’ex Matteo Bertone. Un risultato identico ma inverso rispetto a quello di Grazzano che non può e non deve preoccupare Stella. Certo, c’è modo e modo di perdere, ma Volpe e compagni arrivavano sotto il torrione più affamati che mai. Fino a ieri lontani dal loro muro avevano infatti avuto le loro difficoltà incontrando due non proprio qualunque come i campioni d’Italia in carica e gli alessandrini di Francia e Morrone, in più con gli impegni non facili delle altre che la precedevano in graduatoria fiutavano il colpo grosso.

Colpo grosso che centrano i gialli di Vignale sbancando il fortino di Calliano. La sfida era di quelle delicate: da una parte un quintetto che doveva approfittare dello scontro diretto di Piazza Cotti, dall’altra una partita che doveva dare risposte importanti per misurare le reali ambizioni della banda di Piero De Luca. Ad avere la meglio Tibaldero e compagni in un match a dir la verità non spettacolare ma che a Calliano si deve vincere proprio così, adattandosi al meglio ad una piazza dove trovare le distanze giuste non è mai semplice. Occasione sprecata per i padroni di casa che vedono allontanarsi la zona “semifinali” e non convincono ancora a pieno. Inutile ribadire l’importanza che riveste la prossima gara con ospite Portacomaro.

LA CRONACA DELLA PARTITA
Pomeriggio particolarmente ventoso in Piazza Campo del Palio. Francia e i suoi scendono in campo con i cinque tipo mentre Berruti e De Luca, costretti a fare a meno di Stracuzzi ancora alle prese con un problema fisico, ripropongono l’assetto della partita di Montechiaro con Soffientino in battuta e Cuniberti schierato terzino a largo. L’avvio è equilibrato con Calliano che parte in battuta e si prende il primo 40 pari con un colpo da manuale del tamburello di Pavia, risponde Vignale con un diagonale di Luca Tibaldero sempre su pallina decisiva per poi portarsi avanti 1-2. Secondo trampolino sostanzialmente identico: primo gioco Vignale (in battuta) con un tap in di Davide Tibaldero e risposta locale che si portano con 2 games a loro favore sul 3-3 grazie ad un errore, strano a dirsi, di Valle. Con lo stampino anche i successivi due cambi campo con le formazioni che procedono a braccetto fino al 6-6 con i padroni di casa che giocano profondo e gli ospiti che faticano leggermente a prendere le misure cercando di tenere botta come riescono.  Il primo allungo ospite arriva sul 7-9 quando i coach callianesi chiamano subito timeout per tamponare la situazione riuscendoci ma solo parzialmente fino all’8-10. La svolta del match è la successiva pallina del quaranta pari messa in banca da Monzeglio autore fino a quel momento di una prova fatta di alti e bassi. I locali provano un aggiustamento tattico con Cuniberti dietro, Soffientino mezzovolo e Monferrino al cordino ma i gialli in fiducia si prendono tutto il trampolino ed è 8-13. Se c’era bisogno di un sussulto d’orgoglio da parte di Prai e compagni, eccolo: primo game vinto a 0, quaranta pari siglato da Pavia e successivo toccato dal tamburello di Davide Tibaldero: è 11-13. La gara sembrava potersi riaprire ma è proprio qui che viene fuori la forza mentale del sodalizio di Annalisa Arzani che, anche grazie ad uno stoico Scifo in panchina ad incitare i compagni, lascia solo più le briciole ai rivali dimostrando che lassù, loro, ci possono stare. Dopo 2 ore e 45 di gioco, Vignale batte Calliano 19-13.

IL TABELLINO
CALLIANO: Federico Pavia (C), Davide Soffientino, Federico Monferrino, Roberto Cuniberti, Andrea Prai A disp. Emanuele Stracuzzi, Luca Soffientino, Riccardo Jeantet D.t. Piero De Luca, Paolo Berruti
VIGNALE: Samuel Valle, Simone Maschio, Luca Tibaldero (C), Mirko Monzeglio, Davide Tibaldero A disp. Luca Vergnasco, Stefano Scifo D.t. Maurizio Francia
CAMBI CAMPO: 1-2, 3-3, 4-5, 6-6, 7-8, 8-10, 8-13, 11-13, 11-16, 13-17 (13-19)
40 PARI: 9 (5-4)

I RISULTATI
SERIE A
SESTA GIORNATA
Calliano-Vignale 13-19
Castell’Alfero-Casa Paletti 14-19
Grazzano-Montechiaro 19-9
Portacomaro-Montemagno 9-19
CLASSIFICA: Grazzano, Vignale 10, Montechiaro, Montemagno 8, Casa Paletti 6, Calliano 4, Portacomaro 2, Castell’Alfero 0