Quantcast

Bocce: il BRB Ivrea di Luigi Grattapaglia è campione d’Italia 2021

Il BRB Ivrea di Luigi Grattapaglia ha vinto lo scudetto 2021 delle bocce. L’ha vinto nel bocciodromo di Loano al termine di un’intensissima due giorni di gioco.

Nella semifinale di sabato il BRB è stato costretto al pareggio (13-13) dal coriaceo Noventa. Un risultato su cui, a detta dei giocatori del Noventa, hanno pesato tre errori arbitrali nelle prove di corsa (sono state “bruciate” due bocce a Stefano Pegoraro e una a Marco Ziraldo). Il BRB si è qualificato per la finale solo grazie al miglior piazzamento al termine della stagione regolare. In questo incontro Luigi Grattapaglia ha vinto la prima coppia con Simone Nari (11-0 a Dejan Tonejc-Alessandro Ostanello, subentrato a Francesco Ormellese), perso il tiro tecnico (24-19 da Davide Sari) e vinto il secondo individuale (11-2 a Dejan Tonejc).

Nella finale di domenica il BRB si è imposto 14-13 al Gaglianico di Mauro Roggero. Nell’ultimo atto del campionato 2021 Luigi Grattapaglia non ha brillato in quanto ha perso la prima coppia con Simone Nari (8-3 da Denis Pautassi-Mauro Bunino), il tiro tecnico (17-4 da Gabriele Graziano) e il secondo individuale (8-5 da Denis Pautassi). Sulla sponda Gaglianico, Mauro Roggero ha perso la staffetta con Stefano Aliverti (52/60-51/59 da Emanuele Ferrero-Anze Petric) e vinto il primo tiro progressivo (48/49-47/50 ad Anze Petric). Nella semifinale di sabato, vinta dal Gaglianico su La Perosina per 17-9, Mauro Roggero aveva pareggiato la staffetta (54/60-54/60 con Leo Brnic-Matteo Mana) e perso il tiro progressivo (47/50-46/50 da Leo Brnic).

In serie A2, a Chivasso, il Nus ha conquistato la promozione nel campionato maggiore battendo 17-9 in finale il Rosta degli astigiani Lorenzo Basilietti, Simone Faustini e Paolo Allora. In semifinale il Nus aveva sconfitto 14-4 il Cussignacco Udine mentre il Rosta si era imposto 14-13 (in rimonta) al Dolada Belluno.