Quantcast

L’under 15 della Revolution Asti chiude al secondo posto la fase regionale, in finale si impone il Parella

Più informazioni su

    Si chiude con uno straordinario secondo posto il cammino della formazione Under 15 maschile della Revolution Asti nella fase regionale.

    Dopo aver vinto il girone interprovinciale Asti Cuneo e aver dominato il Chisola in semifinale, la squadra astigiana è stata battuta nella finale regionale dal Volley Parella Torino 2006 per 3 a 1.
    La partita, ospitata domenica 20 giugno dal Centro Sportivo Lingotto di Torino, è stata molto combattuta con gli astigiani che sono partiti bene aggiudicandosi il primo set 25 a 22, salvo poi subire il ritorno della formazione torinese che ha dominato il secondo parziale 25 a 13. Nel terzo e nel quarto set torna a prevalere l’equilibrio ma in entrambi i parziali ad imporsi sono stati i giovani del Parella (25/22 e 25/21).

    Resta comunque un ottimo risultato per la Revolution Asti come conferma il presidente Sergio Alessio: “È stato importante arrivare a giocarsi la finale. La società è orgogliosa dei nostri ragazzi. Si conclude una stagione sportiva (chi l’avrebbe mai detto che saremmo riusciti a finirla! E con questo risultato!) nel miglior modo possibile, pur con una sconfitta. Un grazie di cuore a tutto lo staff, a tutti i genitori e soprattutto ai ragazzi che sono fantastici (non solo oggi).”

    Il commento dell’ allenatore Fausto Ferraris: “Nonostante gli avversari di grande qualità, abbiamo cercato di rimanere in partita sempre e fino all’ ultimo scambio giocare e non cedere il campo. Abbiamo sempre fatto si che fossero loro a conquistarsi il punto. Come sempre il merito va a tutti quelli che si sono allenati in palestra”.

    Il commento del secondo allenatore Francesco Argenta: “È stato una bella esperienza, tutti i ragazzi si sono sempre impegnati in allenamento in questo anno difficile.”
    Il commento della dirigente Ivana Camellini: “Sono veramente orgogliosa di questi ragazzi che sono arrivati in finale. Anche gli avversari ci hanno fatto i complimenti per la tenacia e la determinazione.”

    Più informazioni su