Quantcast

La Balletti Motorsport al via della cronoscalata Scarperia – Giogo con 5 vetture

È stato un fine settimana da archiviare in fretta, quello da poco trascorso per la Balletti Motorsport impegnata ad Imola nel secondo round del Campionato Italiano Velocità Circuito Auto Storiche.

Il team di Nizza Monferrato era presente all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari con una Porsche 911 RSR Gruppo 4 (nella foto) con l’equipaggio Maurizio Fratti e Andrea Cabianca; quest’ultimo, dopo aver realizzato un buon tempo nella sessione di qualifica, era protagonista di un’uscita di pista alla Variante Alta he ha causato diversi danni alla carrozzeria e alle sospensioni. La gara sembrava compromessa, ma grazie ad un incessante lavoro la vettura è stata rimessa in sesto per permettere lo svolgimento della gara alla domenica.

Nel giro di ricognizione, Fratti che era alla guida, ha provato a testare il comportamento della Porsche confermando via radio che non si avvisavano scompensi nell’assetto e nella frenata riportando l’ottimismo nel box; ma la doccia fredda è arrivata subito dopo, complice un “fuorigiri” che ha danneggiato irrimediabilmente il propulsore, decretando l’immediato ritiro.

Dopo il passo falso della scorsa domenica l’attenzione ora si rivolge al Campionato Italiano Velocità Salita che prenderà il via domenica 16 maggio con la disputa della salita Scarperia – Giogo il cui quartier generale sarà all’Autodromo del Mugello. Cinque le vetture schierate dalla Balletti Motorsport, tutte Porsche; tre in versione RSR del 2° Raggruppamento per Matteo Adragna, Giuliano Palmieri ed Umberto Pizzato, mentre con la SC/RS del 3° sarà in gara Guido Vivalda e, infine, per Sergio Galletti è arrivata l’ora di rimettere in moto la sua “Silhouette” Gruppo 5.

Più informazioni su