Quantcast

Fine settimana molto intenso per il Madonna di Campagna nella prima edizione della Coppa Val Po

Fine settimana molto intenso per il Madonna di Campagna. I torinesi sono stati impegnati sabato 1 maggio, nella prima edizione della Coppa Val Po, organizzata a Martiniana nel cuneese, dal Vigor Piasco di Claudio e Silvio Mattio. Guidati dai direttori sportivi Valter Gualdi e Simona Ciaudano si sono schierati al via gli juniores, mentre gli allievi pilotati dal direttore sportivo Luciano Brignolo e dal collaboratore tecnico Emanuela Coppola, e sotto gli occhi del team manager Ivan Possamai, hanno aperto la giornata di gare. Alla fine più che lusinghiero il piazzamento di Daniel Catelli, 21° assoluto, nella prova vinta dal canavesano Alessandro Perracchione del Young Bikers Team Balmamion. Un risultato positivo, il migliore stagionale, per il nichelinese, considerato che si tratta di un primo anno e al cospetto di 100 concorrenti. Juniores subito protagonisti nella competizione disputata da 91 atleti, resa estremamente impegnativa dal tracciato a saliscendi, e soprattutto da un violento nubifragio abbattutosi sulla gara. Fuga iniziale di Samuele Poma, ben presto esaurita a causa di un errore di percorso e successivamente rilanciata dall’astigiano del Madonna di Campagna Riccardo Frontera, dal cuneese Davide Garbarini e dal canturino Simone Zanini, prima del ritorno del gruppo e del formidabile assolo del varesino Tommaso Bessega della Bustese, vincitore sul traguardo, mentre con la sua 20a posizione Davide Germano incassava il miglior risultato stagionale per il Madonna di Campagna. Trasferta ancora piemontese  per gli allievi nel curvilineo circuito novarese di Castelletto Ticino. Riccardo Stabile e Daniel Catelli concludevano la corsa nel primo gruppo, rispettivamente al 43° e 62° posto (158 i partenti). Gli juniores si sono spostati invece fino a San Pietro in Cariano nel veronese, per una competizione che ha visto tra i nove fuggitivi al comando, per una cinquantina di chilometri con un vantaggio massimo di circa 3′, nuovamente l’irriducibile Riccardo Frontera. Il gruppo però reagiva con veemenza ricompattando i ranghi, per un arrivo che vedeva il Madonna di Campagna chiudere con il 27° posto di Miro Carandino, il 29° di Davide Germano e il 33° di Samuele Poma. Domenica prossima gli juniores gareggeranno nel varesotto, in occasione del “Piccolo Stelvio” e in attesa di un’importante novità. Il quotato Matteo Giubergia, al palo dopo la rovinosa caduta nella manifestazione di apertura di Suno, ha ripreso ad allenarsi. Mercoledi prossimo 5 maggio il responso medico che dovrebbe dargli il via libera alle corse. Incrociare le dita è d’obbligo.