Quantcast

Giacomo “Jack” Gandino al via del Campionato Italiano Motocross

Parte domenica 11 aprile sul fantastico circuito di Maggiora (NO), la nuova stagione agonistica per il rider di Frinco che si appresta ad affrontare la prima prova del Campionato Italiano “Fast” MX2 in sella alla sua KTM del Team Pardi.

Dopo la travagliata stagione 2020, dovuta a sospensioni e ritardi per Covid ed infortuni, Giacomo ha lavorato duramente per farsi trovare preparato per il primo appuntamento: “Sarà un battesimo di fuoco per me, in una pista dove non ho mai girato, e in una categoria agguerritissima. Ad oggi risultano iscritti 120 piloti alla mia categoria e soltanto 30 parteciperanno alla finale “A”! Sarà un grande stimolo gareggiare fianco a fianco con il Top dei piloti Italiani, ma sono consapevole che l’altissimo livello dei professionisti sarà un duro ostacolo da affrontare”.

La stagione invernale di allenamenti è stata buona, e la forma fisica sembra essere a un buon livello: “Ho lavorato molto sia in moto che in palestra, e devo dire che il mio amico Stefano Bricarelli, il fisioterapista che mi segue, mi ha trovato in una buona condizione fisica. Darò il massimo per cercare di ottenere il migliore dei risultati possibili.”

Il Team punta ancora molto sul giovane rider che l’anno passato non è riuscito a centrare l’obbiettivo del titolo italiano di categoria: “Si, purtroppo la mia stagione è stata da subito compromessa con il brutto infortunio della gara inaugurale di Faenza dove un altro pilota mi ha investito. La frattura di una vertebra ha scardinato tutti i miei piani e mi è dispiaciuto molto perchè, cronografo alla mano, i miei tempi sul giro mi avrebbero permesso di lottare per la conquista del titolo. Nelle poche gare disputate, infatti, ero allo stesso livello dei miei avversari più forti e la vittoria sul tracciato di Cingoli ne è stata la dimostrazione. Anche per questo il Team mi ha confermato l’appoggio per il 2021 e, inoltre, mi ha coinvolto ufficialmente come istruttore di guida, nel progetto della KTM per il l’avviamento al motocross delle moto da cross elettriche; una grande prospettiva per il futuro di questo sport sempre più attento alle tematiche ambientali e sociali (Nella foto Jack Gandino alle prese con un piccolo motocrossista ndr).”

Anche sulla moto sono state apportate delle modifiche per cercare di essere più competitivi: “La KTM ha già un gran motore e quindi abbiamo rivolto l’attenzione al reparto sospensioni dove siamo intervenuti radicalmente. Ora la moto è più impegnativa, ma effettivamente più stabile e veloce. Ancora una volta ci tengo a ringraziare tantissimo tutti gli amici che mi supportano per questa nuova stagione e, restrizioni permettendo, li aspetto sui campi di gara e a fine stagione li aspetto per la grande festa che speriamo di poter organizzare.”

Jack Gandino alle prese con un piccolo motocrossista