Vincenzo Torchio fa il pieno di successi di classe nelle prove speciali del Rally Trofeo delle Merende

Sei prove speciali sei vittorie di Classe A6. Questo è il bilancio della trasferta di Vincenzo Torchio al 2° Rally Trofeo delle Merende che si è svolto sabato 17 e domenica 18 ottobre con partenza e arrivo a Santo Stefano Belbo e triplo passaggio sulle due classiche prove nelle colline sovrastanti la cittadina.

Affiancato per la prima volta dalla navigatrice saluzzese Vilma Grosso, il passo del pilota della Citroën Saxo VTS curata da Massimo Gianuzzi (nella foto credit Magnano) è stato inavvicinabile per tutti gli avversari di classe, che non sono mai riusciti a contenere il divario sotto i 10″ a prova, concludendo la gara con un vantaggio di 1’44” sul miglior avversario di categoria.

“Finalmente è stata una gara in cui tutto è filato liscio. Dalla macchina all’intesa con Vilma che ha funzionato fin dalla ricognizioni. Speravo di entrare fra i primi trenta della classifica assoluta”, afferma il pilota portacolori della scuderia astigiana Eurospeed, che ha chiuso 32° nella classifica assoluta. “Purtroppo nella quarta speciale, dopo un chilometro di prova, con le gomme fredde mi sono girato di 180° all’inversione e ho dovuto manovrare. Ho peggiorato di 16″ il mio tempo precedente, mentre avrei dovuto migliorarlo di parecchi secondi. Quel 53° tempo assoluto mi ha fatto perdere cinque posizioni nella classifica assoluta, scendendo al 35° posto. Nell’ultima tornata di prove ne ho recuperate tre; ma non ho forzato alla morte, rischiando di compromettere tutto per inseguire un risultato che non avrebbe cambiato la vita” afferma il pilota di Celle Enomondo che dopo la vittoria di Alba e la delusione del Città di Torino torna a sorridere anche in prova speciale.