Eccellenza: la gara tra Canelli SDS e Acqui rinviata per sospetto caso di Covid

La gara valida per il sesto turno del campionato di Eccellenza girone B tra Canelli SDS e Acqui, in programma Mercoledì 21 ottobre allo Stadio Piero Sardi, non si è disputata per un sospetto caso di Covid nella squadra di Mister Gardano.

A renderlo noto è stato proprio il club astigiano con una nota attraverso il proprio sito ufficiale, che di seguito riportiamo integralmente:

“Nel tardo pomeriggio il Comitato Regionale della FederCalcio ha rinviato d’ufficio “per motivi di forza maggiore” l’incontro tra la nostra Prima Squadra e l’Acqui F.C. A causare il rinvio è stata la comunicazione da parte del SISP, giunta intorno alle 16, con la quale un giocatore della formazione astigiana è stato sottoposto per “contatto diretto” con persona risultata positiva. Ad oggi sono sei i giocatori a disposizione di Mister Gardano che, a vario titolo, sono posti in isolamento:
– 1 “sospetto positivo” che questa mattina è risultato NEGATIVO al tampone dell’ASL ed è in attesa del certificato dell’Autorità Sanitaria.
– 1 in quarantena per contatto diretto con familiare positivo;
– 2 in quarantena per contatto diretto con persona positiva;
– 1 in quarantena per contatto indiretto;
– 1 in quarantena disposta e certificata dal SISP per contatto diretto.

Di seguito le parole del Direttore Responsabile della Prima Squadra Dario Calemme:”Abbiamo molti giocatori in isolamento, tutti a causa di contatti diretti e indiretti. Avere una squadra che per età media è la seconda più giovane del girone, significa avere tanti ragazzi in età scolastica. Questo comporta che tanti giocatori vengono sottoposti a quarantena o isolamento fiduciario per contatti con compagni di classe “positivi”. Il rischio maggiore – continua Calemme – sta arrivando dall’esterno, ed è la prova che i nostri rigidi protocolli di controllo, almeno fino ad oggi, stanno funzionando. Non possiamo fare altro che continuare a restare concentrati, e prudenti e incrociare le dita”.
“Ringrazio il Presidente Christian Mossino, il Segretario Roberto Scrofani e gli Uffici del Comitato Regionale – conclude Calemme – per il supporto e la tempestività con la quale hanno gestito la problematica. Devo ringraziare anche la Società Acqui F.C, la Presidente Patrizia Erodio, il Responsabile della Prima Squadra Massimo Bollino, il Dirigente Franco Bistolfi e Mister Arturo Merlo, che, a differenza di altri, hanno dimostrato senso di responsabilità e comprensione, nonostante il disagio arrecato”.