Covid e nuovo DPCM: sport dilettantistico in difficoltà, ma l’Aics Asti resta al fianco dei propri circoli

Il mondo dello sport, soprattutto a livello dilettantistico è in difficoltà. Ai presidenti

In programma un incontro delle associazioni con la Covid manager Aics nazionale delle ASD spetta molto lavoro ma ci sono i modi per poter continuare ad operare e fare attività sportiva. Questo quanto emerso nella riunione del Consiglio direttivo Aics ieri, martedì 20 ottobre.

Il Comitato Provinciale Aics continua il suo impegno a sostegno dei propri circoli affiliati in un momento di difficoltà e crisi non solo sanitaria, ma anche economica – affermano Susanna Ponzone presidente AICS Asti e Giuseppe Inquartana consigliere astigiano e membro della Direzione nazionale – L’obiettivo è mettere le ASD in grado di lavorare evitando non solo il pericolo sanitario, ma anche quello sanzionatorio. È necessario che le nostre associazioni operino in sicurezza e nel rispetto delle norme per evitare di chiudere“.

Grazie ad un puntiglioso lavoro svolto a livello nazionale, ogni ASD, a seconda del proprio sport di competenza, può accedere ad un protocollo preciso che fornisce le indicazioni necessarie per continuare a lavorare.

Il Comitato provinciale è inoltre a disposizione per rispondere a domande e dubbi dei presidenti di circolo via email (asti@aics.it, via whatsapp 3488749495 e direttamente in sede (via Fiume 27, lunedì-martedì-giovedì dalle 17 alle 19 – 0141.59569).
Nelle prossime settimane sarà infine organizzata una riunione online dedicata a tutti i circoli affiliati. Ospite sarà in quella occasione una Covid Manager dell’Aics nazionale in grado di rispondere a dubbi e problematiche.

“La comunicazione è un punto fermo per il nostro Ente di promozione sportiva a tutti i livelli – ribadisce Susanna Ponzone – Anche a livello provinciale stiamo cercando di implementare il più possibile i canali attraverso cui informare i nostri affiliati”. E per dare un segnale che nonostante tutto il mondo dello sport locale e dilettantistico va avanti, nella sede di via Fiume verrà installato un pannello contenente i loghi di ogni affiliato: “Un modo per far sentire la nostra vicinanza e dare visibilità alle nostre associazioni”