Walter “Cip” Perissinotto: “Il Monferrato Rugby ha tanta voglia di rugby giocato”

Tanta voglia di rugby giocato in casa Monferrato. Il traguardo, o, meglio, il punto di ripartenza, è ancora un po’ distante: in base ai rumors delle ultime ore la Serie B potrebbe iniziare il 1° novembre, tuttavia i “leoni” hanno già ingranato le marce alte in allenamento.

Il XV guidato da Claudio “Lupo” Franchi sta intensificando la preparazione, nella trepida attesa delle prime amichevoli e dell’avvio del campionato.
“Siamo probabilmente più avanti a livello di preparazione rispetto a molte altre formazioni – ammette lo storico dirigente del club astigiano Walter “Cip” Perissinotto – I tre giorni ad Aosta, quelli del ritiro precampionato, hanno cementato al meglio il gruppo, un collettivo che si diverte assieme e che punta a recitare un ruolo importante nel torneo cadetto”.

Sono tre i prestigiosi volti nuovi a disposizione del “coaching staff”: il classe 1992 Domenico Grassotti, seconda/terza linea ex Lyons Piacenza, in passato a Rovigo e alla Lazio, Besmir Metellaj, seconda linea reduce dall’avventura in Serie A al Recco, e Martin Thomsen, apertura/centro di origini sudafricane che avrà un ruolo centrale nel progetto monferrino. “Grassotti ha subito destato una grande impressione – ammette Perissinotto – Del resto un professionista con sette anni di rugby d’Eccellenza, che ha conquistato uno scudetto con Rovigo, non ha bisogno di presentazioni. Pur essendo giovane ha una grande esperienza e si è rivelato un leader. Metellaj entrerà a far parte della rosa in questi giorni, si è allenato un paio di volte durante il ritiro valligiano e, completato il trasferimento da Recco, sarà parte fondamentale del progetto. Thomsen, infine, è una straordinaria scoperta: ottimo giocatore e grande coach, che insegna i segreti della palla ovale partendo dai fondamentali. Sarà prezioso per i nostri ragazzi”.

“C’è grande voglia da parte di tutti di tornare al rugby giocato – ammette il dirigente – L’avvio del campionato è ancora lontano ma abbiamo deciso di iniziare con intensità la preparazione per dar sfogo all’entusiasmo dei ragazzi. Anche l’Under 18 in questi giorni sta svolgendo il ritiro: abbiamo venti ragazzi nell’Accademia, residenti a Villa Badoglio, il bel lavoro di questi anni ha fatto sì che parecchi atleti sposassero il nostro progetto. Sono arrivati cinque giovani dal CUS Genova e molti altri talenti che lavoreranno con noi”.

Ricordiamo che Thomsen agirà, oltre che da atleta della prima squadra, anche da “skill coach” della prima squadra e da allenatore dell’Under 18. “Non vogliamo nasconderci – chiosa Perissinotto – Il nostro obiettivo è il vertice della Serie B, e siamo convinti di poter lottare per la vittoria del campionato, consapevoli che ci siano avversarie di rango come il CUS Milano, che certamente punterà anch’esso al salto di categoria”.