Asti, lo Stadio “Censin Bosia” riapre le porte al pubblico: ecco il protocollo per l’accesso dei tifosi

Più informazioni su

Arriva una buona notizia per i tifosi dell’Asti e delle squadre che disputano i campionati regionali: gli Organi competenti hanno dato il via libera all’ingresso del pubblico per assistere alle partite di calcio dilettantistico e giovanile.

Lo stadio comunale Censin Bosia di Asti riapre così le porte, massimo consentito è 1000 spettatori, naturalmente con l’ingresso contingentato secondo il Protocollo ANTI COVID19:
– Consigliata la prenotazione in modo da semplificare l’ingresso (per attività ufficiale ci saranno Numero e Mail per prenotazioni)
– Presentarsi all’ingresso con documento
– Rilasciare nominativo e telefono
– Firmare la presenza
– Misurazione febbre che deve essere inferiore a 37,5 per poter accedere
-Indossare la mascherina durante i vari spostamenti all’interno dell’impianto

La tribuna dello stadio è stata dotata di indicatori (pallino bianco e rosso) per i posti distanziati, in modo che gli spettatori possano prendere posto, in piedi o seduti, secondo le normative; si ricorda che i congiunti, cioè nuclei famigliari possono sedersi vicini.
Stessa procedura è stata applicata per il settore ospiti (lato Agenzia Banca di Asti). I tifosi, nel caso di gruppi organizzati o su espressa richiesta degli Organi di Polizia, vi accederanno entrando dall’ ingresso Ospiti, mentre in tutti gli altri casi prenderanno posto in tribuna.
Inoltre tutti i locali dell’impianto sono stati sanificati, secondo il Protocollo indicato dai vari Decreti, dalla ditta COLUMNA IG s.r.l., azienda certificata, leader nel settore di questi trattamenti divenuti indispensabili per la riapertura delle attività negli spazi al chiuso.

Più informazioni su