Al via la stagione 2020/21 dell’Asd Asti: “L’obiettivo? Essere all’altezza della città”

E’ iniziata questa mattina, sabato 8 agosto, la nuova stagione calcistica dell’A.S.D. ASTI di Eccellenza.

Allo stadio “Censin Bosia” si sono ritrovati i 25 giocatori della rosa della formazione biancorossa, compresi 6 giovani della juniores, agli ordini dello staff tecnico guidato da Mister Davide Montanarelli per l’inizio della preparazione (clicca QUI per la rosa e lo staff). La prima settimana di allenamenti terminerà venerdì 14, vigilia di Ferragosto. La preparazione in vista dell’esordio in Coppa Italia di domenica 20 settembre con il Canelli SDS, proseguirà successivamente per tre settimane sul campo di Isola d’Asti e, dai primi di settembre, sul sintetico di via Fregoli Asti.

Prima di iniziare a sudare sul prato dello stadio comunale astigiano, lo staff e i giocatori si sono presentati ai giornalisti e ai fotografi presenti. Per il quarto anno consecutivo sarà Davide Montanarelli a guidare i biancorossi: “Si riparte dopo un periodo anomalo, con la scorsa stagione interrotta e non conclusa. Non ci poniamo obiettivi di classifica, il vero obiettivo è di essere all’altezza di Asti” ha esordito il mister, che poi, stimolato dalle domande dei giornalisti ha proseguito: “Per capire come schiererò la squadra a livello tattico mi adatterò ai giocatori che ho a disposizione, inserendo i quattro nuovi acquisti; per quanto riguarda le avversarie sulla carta più accreditate vedo il Canelli, il Pinerolo, il Dronero e il Corneliano, vedo che anche il Benarzole sta facendo acquisti di qualità, ma poi è sempre il campo a dare le risposte e non si escludono sorprese, in tanti casi molto dipende da come si inizia la stagione.”

Una stagione particolare che inizia dopo una lunghissima sosta che non si è mai verificata, per questo motivo abbiamo chiesto al preparatore atletico, Matteo Mura, cosa cambiava rispetto agli altri anni: “Sarà come ripartire dopo un infortunio di sei mesi, per questo motivo abbiamo deciso di iniziare una settimana prima; dobbiamo fare le cose graduali per poter mettere gli atleti in condizione di poter arrivare a reggere carichi di lavoro sempre maggiori senza rischiare infortuni.” 

Tra i giocatori c’è grande entusiamo per questa nuova stagione, come confermano il capitano Silvio Brustolin e il suo vice Matteo Di Savino: “Dopo tutti questi mesi di inattività non vedevamo l’ora di ripartire, abbiamo voglia di fare bene e cercare di arrivare più in alto possibile.” Parole confermate anche da altre colonne storiche del sodalizio biancorosso come Mark Lewandowski, Giuseppe Picone, Umberto Bandirola e Tommaso Plado, l’unico che sfida la scaramanzia e si sbilancia: “Negli ultimi tre anni siamo sempre arrivati nei playoff, questo potrebbe essere l’anno buono per puntare più in alto”. 

Già stabilito anche il programma delle amichevoli di avvicinamento ai primi match ufficiali, quasi tutte contro squadre della categoria superiore: la prima è in programma sabato 22 agosto a Bra contro la squadra locale che milita in serie D, la seconda domenica 30 agosto contro il Pontdonnazhonearnad, altra formazione di serie D, in terra valdostana (Stadio di Donnaz o di Monjovet), sabato 5 settembre prima uscita al Censin Bosia dove arriverà il Fossano, squadra sempre di serie D. Giovedì 10 settembre amichevole in famiglia con la squadra giovanile al Censin Bosia, stadio in cui si giocherà anche l’ultimo test amichevole domenica 13 settembre contro il Casale Calcio.