Pedale Canellese, più di sessant’anni di storia: “tutto iniziò da quattro amici del ciclismo al bar”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Pedale Canellese che ripercorre la storia della società nata nel 1959.


Come iniziò tutto?
Le ORIGINI del gruppo PEDALE CANELLESE sono da attribuire al ritrovo di quattro amici al bar (proprio come nella nota canzone).
Era l’anno 1959 presso il bar Sport, di viale Risorgimento a Canelli (storico punto di ritrovo) quattro amici amanti del ciclismo si riunirono e decisero di costituire una nuova società sportiva con lo scopo di incrementare lo Sport ciclistico.
Boeri Giovanni, Montanaro Angelo, Campopiano Gianfranco, Aliberti Luigi cambiarono diverse cose, soprattutto nel panorama sportivo Canellese.

Ricordiamo che in campo ciclistico si era già distinta l’Unione Sportiva di Canelli. Dagli anni venti agli anni quaranta l’attività ciclistica bianco-azzurra era formata e sorretta da un gruppo di amici: Alfredo Soria, Gulielmo Zamboni, “Talino” Ponti, Carlo Cortese, Gigi Gallese, Aldo Riccardi, il Dott. Muratori e altri che insieme riuscirono a mettere in moto una Società forte e spesso vincente.
Ecco alcuni dei successi.
Negli anni trenta primeggiarono sia a livello regionale che extra regionale i corridori Carlo Sbersi e Mario Pescarmona i quali, nella categoria dilettanti ed indipendenti, colsero diversi traguardi.
Oltre alla Coppa “Gran Spumante” (che veniva organizzata dall’U.S. Canelli ed era una “Classica” per i dilettanti della zona) il ciclismo Canellese si affermò con il ciclista Carlo Sbersi a livello Nazionale.
Nel 1936 infatti conquistò il primo posto al “Giro del Sestriere”, e il secondo al “Giro del Veneto” e “Varese-Campo dei Fiori” (classica in salita).
La parentesi oscura della Seconda Guerra Mondiale troncò sia vite umane che attività sportive: anche l’attività dell’U.S. Canelli si concluse.

storia pedale canellese

Ma , come detto sopra, nel 1959 il ciclismo Canellese é rinato con il “PEDALE CANELLESE”. Pian piano si è imposto, sia in campo regionale che interregionale,grazie ai suoi atleti, ma soprattutto grazie alla buona volontà di fondatori e soci, che negli anni hanno aiutato e aiutano il ciclismo Canellese a crescere sempre più. I protagonisti noti che hanno avuto ruoli fondamentali nella società sono tanti: seguici per scoprirli tutti.
Il PEDALE CANELLESE diventata poi Associazione Sportiva Dilettantistica per motivi civilistici, opera sul territorio per promuovere e divulgare il ciclismo giovanile. Si occupa esclusivamente dei giovani consapevole dell’importanza che lo sport ha per questi ragazzi . La società è “mente e gambe che corrono insieme”: infatti sono molteplici le attività fatte per coinvolgere e appassionare sempre i più giovani a questo meraviglioso sport, divertendosi.

Per scoprire tutte le novità dell’A.S.D. Pedale Canellese continua a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social.