Tamburello: la lettera del presidente Facchetti e chiarimenti per la ripresa delle attività in sicurezza

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Presidente Facchetti già inoltrata alle Società FIPT Interessate, ai Presidenti Comitati Regionali e Provinciali FIPT, ai Delegati Regionali e Provinciali FIPT, al Presidente CTF e, p.c., Ai Consiglieri Federali avente come oggetto: Chiarimenti sulla ripresa delle attività di Palla Tamburello in sicurezza.


“Carissimi Tutti,
come saprete in questa settimana la Federazione ha incontrato tutte le componenti federali per ascoltare i desiderata e sentire l’umore di tutto il movimento tamburellistico in un momento in cui l’emergenza da COVID-19 rende impossibile una ripresa completa e normale delle nostre abitudini e del nostro amato Sport.

Con la presente sono a ribadirVi la mia vicinanza e quella del Consiglio federale tutto. E’ nostro intento e volontà di fare il possibile per poter riprendere quanto prima gli allenamenti delle nostre squadre e, soprattutto, dei nostri giovani atleti e atlete.

Sono consapevole che ci sia molta confusione generata dal gran numero di provvedimenti emessi sia a livello nazionale che locale, ma posso confermarVi che il nostro Sport sicuramente non è uno tra quelli con il maggior rischio di contagio. Purtroppo, però, per poter ripartire in piena sicurezza e con il minor rischio possibile, la Federazione, in queste ultime ore, ha nuovamente richiesto al Governo ed agli Organi competenti ulteriori chiarimenti in merito alla possibile ripresa degli allenamenti per gli Sport di squadra.

La Federazione, già dal decreto del 26 aprile u.s. e dalle linee guida per gli sport individuali (grazie al lavoro di un’apposita commissione composta dal sottoscritto, dal medico sportivo, Dott. Fabio Faiola, dal consigliere federale in rappresentanza dei Tecnici, Luca Baldini, dal consigliere federale in rappresentanza degli atleti, Riccardo Bonando, dal Presidente della Commissione Tecnica Federale, Avv. Roberto Caranzano e dal Segretario Generale, Maurizio Pecora) ha redatto un protocollo per la ripresa dell’attività in sicurezza che tiene giustappunto conto delle raccomandazioni di igiene emanate dal Ministero della Salute contro il Coronavirus nel DPCM del 4 marzo 2020, del DPCM del 26 aprile 2020 e della circolare dell’Ufficio Sport n. 3180 del 04 maggio 2020 relativa alla ripresa degli allenamenti individuali.

Ora siamo in attesa, in considerazione delle ultime disposizioni emanate proprio ieri dal Governo e pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 125, del 16 maggio 2020, (dove viene prevista anche la ripresa degli allenamenti per gli Sport di squadra) e del DPCM del 17 maggio 2020, che l’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio invii le linee guida per la ripresa in sicurezza di queste attività, al fine di integrarle nel nostro protocollo così da renderlo completo e definitivo. Successivamente verrà portato in approvazione nella prossima riunione del Consiglio Federale del 23 maggio e trasmesso al CONI ed all’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio per la conferma di attuazione.

Detto ciò, quindi, chiedo a tutti Voi un ultimo sforzo e di attendere l’emanazione del protocollo FIPT che consentirà la ripresa degli allenamenti per tutti i nostri tesserati nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.
Resta inteso, inoltre, che qualsiasi tipo di attività dovrà svolgersi anche nel rispetto delle legittime prescrizioni nazionali e locali e con la massima responsabilità sociale.

Sempre a Vostra disposizione, Vi invio i miei migliori saluti sportivi.
Il Presidente Federale
Edoardo Facchetti”

Per leggere la lettera in formato pdf clicca qui