Le prime reazioni in casa Monferrato Rugby dopo la sospensione dei campionati

Più informazioni su

Nella serata di ieri, la Federazione Italiana Rugby ha dichiarato l’annullamento della stagione sportiva 2019-‘20. Si tratta di una misura straordinaria adottata per contrastare il diffondersi del virus Covid-19. La Fir annuncia inoltre che per quest’anno non sarà assegnato il titolo di Campione d’Italia così come saranno annullati i processi di promozione e retrocessione. La stagione 2020-‘21 quindi ripartirà con le stesse formule e composizioni di questo campionato.

La Federazione ha inoltre annunciato che saranno varate misure di sostegno straordinarie verso i propri club. Aggiornamenti ufficiali in merito saranno definiti nella prossima riunione di mercoledì 1 aprile. È la prima volta dal 1929 che lo scudetto non viene assegnato in tempo di pace, precedentemente solo nel 1944 e 1945 il titolo non venne assegnato a causa della seconda Guerra Mondiale.

Le prime dichiarazioni in casa del Monferrato Rugby, che partecipa al Campionato di Serie B, sono affidate a Mister Diego Baldovino: “Che dire? Tutti noi abbiamo un campionato più importante da giocare, che va oltre il campo e lo sport. Sarebbe bello che si prendesse spunto dalla lealtà del nostro sport e dal desiderio di fare squadra per sconfiggere l’avversario, avversario che in questo momento è veramente terribile. Trovo giusta la decisione di sospendere il campionato, anche perché siamo fermi da quasi un mese, quindi la ripresa non avrebbe potuto essere immediata, per poter garantire un torneo di livello”.

Aggiunge: “ Sicuramente c’è rammarico di non poter concludere il campionato, visto che la squadra stava acquisendo fluidità in un gioco nuovo impostato da inizio anno. Il girone ci avrebbe dovuto migliorare l’attuale sesto posto. Con i ragazzi ci si sente in chat, ognuno ha un programma di lavoro, ma ci manca molto il gruppo”.

Più informazioni su