Il Cio è d’accordo con il Giappone, le Olimpiadi di Tokyo spostate nel 2021

“Il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), Thomas Bach, e il Primo Ministro del Giappone, Abe Shinzo, hanno tenuto una teleconferenza stamattina per discutere dell’ambiente in costante cambiamento in relazione a COVID-19 e ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Il Presidente Bach e il Primo Ministro Abe hanno espresso la loro comune preoccupazione per la pandemia mondiale COVID-19 e per le conseguenze che sta comportando a livello mondiale, nonché per i conseguenti effetti legati alla preparazione degli atleti globali per i Giochi.” si legge così nella nota ufficiale del CONI.

Le Olimpiadi 2020 sono dunque ufficialmente spostate, al massimo entro l’estate 2021. Una decisione che riguarderà anche il destino sportivo di alcuni atleti locali: è il caso di Matteo Piano, che aveva contribuito alla qualificazione olimpica della Nazionale di Volley, a cui era seguito un grave infortunio che aveva messo in bilico la sua partecipazione.

In corsa per Tokyo 2020, c’erano anche l’astigiana Alice Sotero, che stava consolidando la sua posizione nel ranking mondiale che ad oggi le garantirebbe la partecipazione, come seconda italiana, e la valenzana della Brancaleone Asti Elisa Stefani, che in primavera era pronta a giocarsi le sue carte per la qualificazione nella maratona a cinque cerchi.