Ad Asti la 24x1ora diventa Virtual e aperta a tutti gli sport

Sabato 28 e domenica 29 marzo si sarebbe dovuta svolgere la 46a edizione della 24×1 ora, organizzata dalla Società Sportiva Vittorio Alfieri, ma l’emergenza sanitaria in corso aveva già portato, prima ancora dei vari DPCM, alla decisione di rinviarla nel prossimo autunno.

Ma la 24x1ora si farà, almeno virtualmente, con la Virtual 24×1 ora 2020, grazie all’entusiasmo a cui hanno risposto i podisti astigiani alle riflessioni postate da Michele Anselmo, vicepresidente della Vittorio Alfieri, sul suo profilo Facebook: “Il prossimo week end per me sarà il più duro della quarantena: sarebbe stato quello della 24×1 ora. La 46^ “24×1 ora”. Da quando sono piccolo il giorno della 24 è il più importante giorno dell’anno, più di Natale, più del compleanno!Quando ero piccolo andavo orgoglioso a vedere mio papà correre e iniziavo ad appassionarmi a questo mondo e alla corsa. Poi ho iniziato a correrla (quest’anno sarebbe la mia 31^ partecipazione consecutiva). Poi sono entrato nell’organizzazione (le prime nottate passate interamente sveglio della mia vita, con gli amici della mia vita) e ormai da un po’ di anni me ne occupo in prima persona con Giorgio (Fracchia, l’ideatore e anima) e Silvia (Binello, la nostra Presidente).
Bene per dire che non voglio fermarmi ho misurato un ovale (più o meno) di 40,5 m in cortile e sabato mi presenterò al via alle 18.00 come mia abitudine e correrò l’ora!”

In pochi minuti sono arrivate adesioni da podisti Vittorio Alfieri e di altre società astigiane, per coprire, almeno in modo virtuale, la staffetta podistica nel corso delle 24 ore, a partire dalle 13 di sabato 28 per terminare alle 13 (ora solare) di domenica 29. C’è chi correrà o camminerà nel suo cortile, chi sul terrazzo di casa, chi sul balcone, chi tra salotto e cucina. Ma tutti daranno il loro contributo alla staffetta nella propria ora. Non mancherà anche la 24×1 giro, destinata ai più piccoli: alle 16 del sabato e alle 11 di domenica i più giovani sono chiamati a cimentarsi in un giro del proprio percorso casalingo. Un evento che sta catturando l’attenzione ben al di fuori dei confini astigiani: in poche ore dal lancio sono giunte adesioni da Napoli a Pinerolo. E anche nomi illustri, come il capitano della nazionale di 24ore, il cuneese Paolo Rovera del Dragonero, che correrà alle 2 di notte.

Ma non finisce qui. All’idea di Michele Anselmo si è affiancata quella di Paolo Rosso, del CEPIM di Asti, di farla diventare multisport. Ed ecco la proposta finale: un fine settimana all’insegna dell’unione virtuale del mondo dello sport astigiano, nel massimo rispetto delle misure previste per contenere l’emergenza, tra podismo, rulli, ginnastica, fitness, tapis-roulant, cyclette, yoga, basket, volley… tutto quello che si vuole e si può fare nelle condizioni ammesse, per un’ora.

Oltre alla condivisione, l’evento virtuale coniuga anche un risvolto benefico, affinché possa essere un’iniziativa concreta e tangibile, e non solo sportiva e virtuale con l’invito a tutti i partecipanti di effettuare una donazione di 10 euro a sostegno dell’ASL di Asti o della Protezione Civile. A chi effettuerà la donazione la Vittorio Alfieri donerà una bottiglia di vino nel corso di una grande festa che verrà organizzata al Campo Scuola al termine dell’emergenza.

Per ogni tipo di informazione e prenotare la propria ora di attività fisica si può consultare il Gruppo Facebook Virtual 24×1 Ora 2020.