RINVIATA la 4a MonferRun per prevenire eventuali rischi legati al Coronavirus

Avevamo scritto in mattinata che era tutto pronto per la 4a MonferRun ma poco fa, è stata resa nota la notizia che l’evento è annullato, per la situazione legato all’allerta del Coronavirus. Come si legge dalla comunicazione del Prefetto, Alfonso Terribile, su richiesta del Sindaco di San Marzano Oliveto, ha deciso di rinviare la manifestazione.

monferrun 2020

Il comunicato ufficiale dei Sindaci sul rinvio della “MonferRun” per paura del Coronavirus

*************************

Sta per terminare l’attesa per la 4a MonferRun, che si corre domani, domenica 23 febbraio, da Nizza Monferrato a Canelli e ritorno, passando per Calamandrana, organizzata dalla Brancaleone Asti, in collaborazione con le amministrazioni dei Comuni coinvolti, che credono molto in questo evento come mezzo di promozione turistica della Valle Belbo, e il supporto di diverse associazioni di volontariato.

Una mezza a cui sono iscritti 420 podisti da Piemonte, Liguria e non solo, con alcune rappresentanze di diverse società del Nord Italia, che si metteranno al collo la medaglia da finisher realizzata per l’occasione da MarmoInox e Sgt (nella foto).

Dopo l’edizione 2018, si torna dunque a partire da Nizza, dove è posto anche il traguardo, con il quartier generale della manifestazione al Foro Boario, centro nevralgico e logistico. Oltre alla mezza maratona, si svolgerà anche la Non Competitiva, con traguardo a Calamandrana, nei pressi della Stazione. Start alle 9.30, per ritornarci dopo 21 km e 97 metri certificati FIDAL.

La gara è valida come prima prova di CorriPiemonte e di CDS di Mezza Maratona, oltre che per l’assegnazione dei titoli provinciali assoluti e master. Per consultare l’elenco iscritti clicca QUI.

Lo scorso anno, a Canelli, tagliarono per primi il traguardo Philemon Kipchumba, dell’Atletica Recanati, in 1h06’11”, e Fatna Maraoui, portacolori dell’Esercito, che si è imposta in 1h15’55.

Presentazione monferrun 2020