Oliha Etinosa profeta in patria: è Campione Italiano dei Pesi Medi fotogallery

La grande serata di boxe ospitata da Asti si è conclusa con il verdetto più atteso: Oliha Etinosa è campione italiano dei Pesi Medi.

Nel match valido per la cintura e il titolo italiano, ospitato dal PalaErrebi di Asti e trasmesso in diretta da RaiSport, il giovane pugile astigiano della Skull Boxe Canavesana ha superato ai punti Carlo De Novellis al termine delle dieci riprese. Unanime il verdetto dei giudici a favore di Etinosa.

Grande soddisfazione per il giovane talento astigiano, cresciuto sotto la guida di Davide Greguoldo allenatore e anima del sodalizio astigiano che nella stessa serata ha festeggiato anche la vittoria di Nourdine Hassan nell’incontro

Grande serata di pugilato quella conclusa venerdì sera al Pala Errebi San Quirico con ben sette i match in programma, per un cartellone di grande qualità allestito con la consueta sapienza dal promoter bresciano Mario Loreni. La “notte astigiana” del pugilato è iniziata alle 19,30, con il match dei pesi medi con Joshua Nmomah (9-0-0) che ha avuto la meglio sul serbo Slajan Dragisic (6-7-2) per ko alla quarta ripresa. Il secondo incontro, ha avuto per protagonista Juan Fernando Vargas (3-0-0) che ha battuto il navigato colombiano George Ortiz (7-71-5) nella categoria super medi; incontro concluso alla seconda ripresa, quando Ortiz è caduto sul ring infortunandosi alla caviglia. Il terzo incontro della serata, dei pesi gallo ha visto in scena Cristian Zara, che ha superato il diciannovenne serbo Rade Joksimovic (1-2-0) mandandolo ko con un sinistro al fegato alla terza ripresa.

Quarto incontro del meeting quello tra Gianluca Picardi, fratello minore di Vincenzo, olimpionico nei pesi mosca, che nei pesi super leggeri (8-0-0) ha superato sulla distanza delle sei riprese ai punti il serbo diciottenne Nikola Vlajkov (5-4-1), più giovane atleta della serata, al termine di un match equilibrato e intenso. La grande boxe è entrata poi nel vivo con il terz’ultimo incontro della serata, sempre sulla distanza dei sei round, con in scena l’idolo locale, “El Tiburon” Nourdine Hassan, astigiano di origini marocchine della Skull Boxe Canavesana, che nei pesi leggeri ha avuto la meglio ai punti sul ventottenne nicaraguense Lester Cantillano (4-36-0), migliorando così il suo record da pro (11-5-0). E’ poi salito sul ring di Asti l’ex campione del mondo dilettanti, nonché più volte olimpionico, Domenico Valentino, che ha avuto la meglio sulla distanza delle otto riprese dell’altro nicaraguense (anch’egli appena diciottenne) Amilkar Maradiaga (8-6-1).