I risultati delle formazioni della Scuola Basket Asti nell’ultima settimana

Consueta panoramica dei risultati della Scuola Basket Asti nell’ultima settimana.

Promozione
SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI – ZETAEMME CAYMANS 77 – 52 (18-16, 26-9, 26-13, 7-14)
SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI: Bertocci 5, Maccario 10, Armignacco, Amico 12, Carturan 3, Lupo 13, Zoppi 5, Campagnoli 4, Smania 9, Raviola 6, Cotto 10. Allenatore Carlo di Gioia

Quarto turno di ritorno del campionato di Promozione vede la Secursat Sba incontrare la penultima della classifica Zetaemme Caymans Cavallermaggiore.

Partita che scivola via senza grossi patemi per la squadra allenata da coach di Gioia che sfrutta il turno agevole per oliare i meccanismi difensivi e trovare nuove soluzioni in fase offensiva. Ampie rotazioni che danno la possibilità di calcare il parquet per diversi minuti ad ogni atleta, buona la risposta con tutti i componenti a referto per punti, ad esclusione del capitano Armignacco tenuto a riposo precauzionale per un leggero fastidio alla caviglia.

Quattro giocatori in doppia cifra con il quinto a nove punti (Smania), ora per la Sba un doppio impegno fuori casa dove il risultato sarà determinante per la classifica finale: domenica prossima derby ad Alba (Sba a 22 punti, Alba a 18), e poi a Cherasco (entrambe le compagini a quota 22 punti).

SETTORE GIOVANILE

UNDER 18 GOLD
Bk ABET BRA – EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI 45-54 (12-7; 19-22; 40-41; 45-54)
EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI: Rosa 2, Balsamo 11, Lupo 21, Le Caldare 2, Montrucchio 0, Cantore 0, Forno 12, Zoppi 0, Campagnoli 6, Perrone 0, Roggero 0. Coach: Schinca / Di Gioia

Partita fondamentale per la classifica quella andata in scena al Palasport di Bra giovedì sera tra i padroni di casa dell’Abet e i ragazzi dell’under 18 marchiati Emporio Pivato: chi vince ha gradi possibilità di continuare la corsa al quarto posto, chi perde è quasi definitivamente tagliato fuori. Ne nasce una sfida non bella e fin troppo nervosa: lo dimostra il punteggio della prima frazione, 12-7 per i bianco blu di casa, capaci di capitalizzare al meglio i tanti errori e le tante palle perse di Lupo e compagni, entrati in campo contratti e troppo nervosi.

Solo nei minuti finali del primo quarto grazie a alcune ottime giocate offensive e alla giusta tensione difensiva, capitan Lupo, Forno e Balsamo piazzano un parziale importante che porta i ragazzi a condurre all’intervallo lungo per tre lunghezze, 19-22. L’inerzia che era tutta per gli ospiti finisce e alla ripresa delle ostilità i padroni di casa piazzano un contro break che li riporta in vantaggio: a questo punto un canestro di Campagnoli, un paio di buone giocate da sotto di Forno, due bombe consecutive di Balsamo e alcuni canestri in penetrazione di Lupo riportano i ragazzi del duo Schinca/ Di Gioia avanti nel punteggio con solo più un quarto da giocare.

Negli ultimi dieci minuti grazie a una straordinaria prova difensiva che concede solo 5 punti ai padroni di casa, i ragazzi astigiani prendono il largo e piazzano il break decisivo: Lupo e Forno continuano a segnare e grazie a ottime giocate difensive di squadra e la buona gestione di alcuni palloni fondamentali da parte di Le Caldare, il punteggio finale vede la meritata vittoria per gli ospiti.

Al suono della sirena è tanta la gioia per i ragazzi, che
vedono quasi definitivamente riaperta la corsa all’ultimo posto per la fase Top: “…è adesso che bisogna rimanere concentrati e continuare a lavorare allenamento dopo allenamento per continuare a migliorare e migliorare e a crescere come squadra: questa sera voglio ringraziare i miei ragazzi,da chi ha giocato tanto a chi ha giocato solamente un minuto ma ha sostenuto i compagni dalla panchina e si è fatto trovare pronto nel momento in cui c’era bisogno di lui!! Se impariamo che ogni partita bisogna entrare in campo per dare il 100% e per lottare su ogni pallone poco alla volta diventeremo sempre di più una squadra e ci toglieremo delle soddisfazioni!.. godiamoci per qualche ora l’ottimo risultato di stasera è da domani pronti per la prossima partita” commenta il coach.

Prossimo turno mercoledì alle 19.30 al PalaBosca contro il Tam Tam.

JUNIORES CSI
SCUOLA BASKET ASTI – BASKET NIZZA 44-41 (17-10, 4-13, 17-8, 6-10)
SCUOLA BASKET ASTI: Lovotrico 13, Impera 6, Soccio 3, Ivaldi 8, Grieco 2, Giachino 1, Rattazzo 9, Rizzo, Lavina 2, Cerrato, Furone. All. Amico

Buona prestazione difensiva da parte di tutta la squadra che riesce a tenere gli avversari sotto i 45 punti come prefissato prima dell’inizio della partita. In particolare le difese a tutto campo portano tante palle rubate, canestri facili ed entusiasmo.
Nella metà campo offensiva, soprattutto a difesa schierata, i ragazzi faticano a trovare buone spaziature, di conseguenza le percentuali al tiro sono decisamente basse. Nonostante questo, sono evidenti i miglioramenti di Furone e Grieco da una partita all’altra ed è buona la prestazione di Lovotrico, l’unico in doppia cifra, il più continuo.

UNDER 15 SILVER
SCUOLA BASKET ASTI – FORTITUDO ALESSANDRIA 32 – 92 (10-24, 12 – 24, 6-18, 4-26)
SCUOLA BASKET ASTI: Vergano, Calandra 1, Marano 6, Augusti 8, Pettenuzzo 8, Giuliani 5, Amelio, Dallosta 2, Gai, Diodati 2, All. Crisci.

Dopo due successi consecutivi e una costante crescita sul piano del gioco e dell’intensità difensiva, si ferma al cospetto della capolista e forte Fortitudo Alessandria la striscia vincente della squadra under15 Sba. Sconfitta pesante e che lascia l’amaro in bocca per l’ottimo avvio nel primo quarto, aspetto sul quale si lavora molto per far in modo di aver da subito l’atteggiamento giusto per competere sin dal primo secondo.

Pronti via, e gli astigiani “sorprendono” il gioco molto organizzato degli alessandrini con grande pressione, palle rubate e controllo dei rimbalzi con ottima proprietà di utilizzo del corpo, e soprattutto in fase offensiva si trovano alcuni canestri da ottimi scarichi per servire taglianti e movimenti senza palla.
Poi, dal 10-10 del primo quarto si spegne la luce alla prima vera reazione degli avversari.

Le gambe si fanno pesanti, l’ansia da recupero blocca la reazione del corpo, a rimbalzo si smette di mettere prima il corpo per i taglia fuori, non si pressa più la palla difendendo passivi, e in attacca si cercano troppe soluzioni forzate che aumentano il divario. Un peccato, e un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Un applauso comunque a questi ragazzi che dal primo giorno ad oggi non hanno mai smesso di allenarsi forte e con passione. Testa alla prossima e subito un pronto riscatto alle porte.

UNDER 14 SILVER
SCUOLA BASKET ASTI – BK MONDOVI 73/39 (19/13,19/11,21/6,14/9)
SCUOLA BASKET ASTI: Cravanzola 7, Bugnano, Celardo, Rossetti 17, Trepiccione 2, Viada 3, Bussolino 26,
Faletti 1, Quagliotto 11, Boero 4, Piccolo, Carretto 2. All Schinca

Punti importanti per continuare a guidare la classifica per Viada e compagni,che in questa sfida per le alte posizioni ha la meglio sul Bk Mondovi,venuto ad Asti per vendere cara la pelle e ribaltare il
punteggio dell’andata. Ne nasce una partita combattuta fin dalle prime battute con i padroni di casa che creano tanto ma non riescono a concretizzare le giocate create: i biancoverdi avversari, invece, sono bravi a concretizzare alcune buone giocate sotto canestro e grazie a un paio di contropiede rimangono in scia nel punteggio sul 19-13. Secondo quarto molto simile al primo,con Celardo e compagni che grazie ad alcune ottime giocate di Rossetti, Bussolino e Quagliotto fissano il punteggio a metà partita sul 38-24.

Importante come già all’intervallo tutti i convocati abbiano avuto ampio minutaggio per entrare in clima partita. Al rientro in campo i ragazzi del duo Schinca/Smania continuano a difendere molto forte finendo per mandare in confusione gli avversari che non riescono più a fare buone giocate in attacco: parziale di 21 a 6 che crea un solco decisivo tra le due squadre.
Ultimo quarto con ampio minutaggio per tutti con l’obiettivo però di continuare a difendere forte.

A fine partita coach Schinca sottolinea come “è bello vedere come i ragazzi oggi abbiamo cercato di giocare insieme in attacco e abbiamo inizino ad abbozzare degli aiuti in difesa quando i compagni sono in difficoltà!!…adesso bisogna continuare ad allenarsi bene per prepararsi al meglio in previsione delle prossime sfide,tutte con squadre che ambiscono al vertice della classifica”

Prossimo appuntamento venerdì 14.02 alle 19.00 in trasferta a Saluzzo contro un’avversaria che sta facendo molto bene fino ad oggi.

UNDER 13 SILVER
SCUOLA BASKET ASTI IL COCCHI – PALL. NICHELINO 69-32 (19-7, 18-5, 16-12, 16-8)
SCUOLA BASKET ASTI IL COCCHI: D’Agostino 25, Rabellino 6, Sassone 2, Filetti 12, Bigaran 4, Cascio 6, Gambino 10, Borca 2, Allara 2, Monticone, Monti, Gamba. All. Di Gioia, Ass. all. Le Caldare e Rogolino.

Pronto riscatto dopo l’opaca prestazione di Beinasco per gli Under 13 che domenica pomeriggio hanno la meglio in casa contro Nichelino.
Gli astigiani interpretano la partita con grinta e determinazione. Dopo un inizio un po’ contratto con il passare dei minuti la circolazione di palla diventa più fluida e la difesa più attenta, fattori sufficienti per creare un divario rassicurante nel punteggio.
Buono l’atteggiamento di tutti i ragazzi scesi in campo e importante nell’economia del gioco il rientro dopo qualche turno di stop di Rabellino.

UNDER 14 FEMMINILE
Starlaks Novara – SCUOLA BASKET ASTI 52-37 (18-8 , 13-11 , 11-14 , 10-4)
SCUOLA BASKET ASTI: Bertolo 2, Demaria 2, Dezzani 14, Facchino, Gjecaj 17, Parodi, Patitucci 2, Santi, Tangari, Zanatta. All. Valpreda E.; V. All Malfa V.

La convinzione di essere sulla strada giusta: questa è la frase che potrebbe racchiudere la partita contro il Novara Basket e la prima fase del campionato.
Se si pensa che all’andata al Pala Bosca, la partita si era chiusa con una sconfitta di 20 a 78, non si può che prendere atto del forte miglioramento della Squadra grazie alla dedizione delle coach Elisa Valpreda e Vittoria Malfa e al tanto lavoro fatto in palestra dalle Ragazze e questo non può che far ben sperare per la seconda parte del Campionato con la Coppa Piemonte alle porte.

under 14 femminile sba repertorio

Nell’ultima giornata del girone di ritorno, le Ragazze hanno fatto tremare la capolista ancora imbattuta nel girone, con una bella, esaltante prestazione.
Palla a due e nei primi 5 minuti di gioco con azioni rapide, la giusta aggressività in difesa, anticipi, palla in “retina” ed ecco il vantaggio 8 a 2 tanto da costringere il coach novarese a chiedere time out per riorganizzare la squadra e le idee.
La fisicità e la tecnicità delle avversarie viene fuori e il primo quarto si chiude 22 a 13.

Anche il secondo e terzo quarto vede le astigiane attente in difesa ma con qualche finalizzazione mancata in attacco e si va rispettivamente, all’intervallo sotto di 12 lunghezze 31 a 19, mentre alla fine del terzo tempo il distacco si riduce a 9 lunghezze 42 a 33.

Nell’ultimo quarto il Novara Basket si presenta in campo con il quintetto base e a 3 minuti dalla fine sono sotto solo di 9; il punteggio costringe le avversarie a un pressing molto aggressivo a tutto campo per evitare il rientro delle astigiane che non si fanno intimorire, tirano fuori l’orgoglio e le forze restanti per resistere e controbattere colpo su colpo. Rammarico per tante azioni non concretizzate dovute alla stanchezza e, complice anche il bonus falli commessi, le avversarie chiudono definitivamente il match 52 a 37.

In campo è evidente il miglioramento di squadra, che parte da una difesa più attenta e aggressiva, “è un piacere vedervi giocare così, a prescindere dal risultato che però partita dopo partita è sempre migliorato in confronto alle partite del girone di andata” è il commento del coach a fine delle ultime partite che fa ben sperare per una Coppa Piemonte tutta da giocare!!

SETTORE MINIBASKET
ESORDIENTI COMPETITIVO
PMS MONCALIERI – SCUOLA BASKET ASTI: 77 – 14
SCUOLA BASKET ASTI: Accornero, Biasi, Basso, Bottello, Crescio, Saglietti, Vercelli, Bottin, Meliga, Calandra, Quartuccio. Istr. Miceli/Cantarocco

Troppo ampio il divario tecnico e fisico fra le due squadre. Discreto inizio per la formazione astigiana che rimane in partita per i primi cinque minuti, ma che vede il divario aumentare minuto dopo minuto subendo le iniziative in velocità e il gioco senza palla dei padroni di casa.
Pronta opportunità di rivincita lunedì 10 sul campo del Chieri.

AQUILOTTI COMPETITIVO
GIRONE DELTA
BEA CHIERI – SCUOLA BASKET ASTI 15-9
SCUOLA BASKET ASTI: Parigi, Allara, Bergadano, Sadikaj, Cammarata Campia, Reynaud, Borca, Casavecchia, Ponzo, Ugaglia, Lombardi, Leone. Istruzioni. Miceli
SCUOLA BASKET ASTI – PMS 12-12 (33-32)
SCUOLA BASKET ASTI: Bergadano, Sadikaj, Crescio, Nikolopoulos, Basilietti, Ponzo, Torcello, Green T., Green O., Negro, Borca, Lamarina. Istr. Miceli

Sabato gli aquilotti 2009 della Sba vanno a far visita ai pari età del Bea Chieri, ne esce fuori una partita sonnolenta, in cui i miniatleti astigiani ci mettono un pò a capire come portare a casa la partita, vince meritatamente Chieri, ma non c’è tempo per pensarci troppo che domenica al Don Bosco arriva la forte Pms che a differenza dell’andata si presenta con ottime individualità tecniche e fisiche e con tre bambine bravissime.

I primi due quarti sono ad appannaggio dei viaggianti, coach Miceli richiama la squadra, che si compatta, torna a difendere di gruppo e guadagna la terza frazione, nel quarto periodo PMS vince sfoderando una buona prestazione, spalle al muro si rivede la difesa artigiana, decisivo un canestro di Tibor, ma ancora di più il collettivo.
Molto soddisfatti gli istruttori perché questo esperimento di unire i due gruppi 2009 ed il farli partecipare ad un campionato di buon livello, sta permettendo a tutti di giocare ad un livello più alto, di confrontarsi con molte difficoltà e di implementare le proprie capacità, in attesa della seconda fase si chiude con un bilancio di 6 vittorie e 4 sconfitte la prima.

AQUILOTTI PROVINCIALE
CENTRO MINIBASKET NIZZA M.TO – SCUOLA BASKET ASTI 2009 BLU 6 – 18
SCUOLA BASKET ASTI 2009 BLU: Nikolopoulos, Crescio, Allara, Basilietti, Sadikaj, Neagu, Parigi, Reynaud, Cammarata Campia, Voglino, Bergadano. Istr. Migliore

Positiva prestazione in quel di Nizza per quanto riguarda la mole di gioco creata dagli aquilotti, peccato solo per la marea di tiri sbagliati ma davvero molto bello vedere come i bimbi oggi abbiano ricordato come possa essere divertente ed utile per la squadra condividere il pallone e rinunciare ad un tiro per servire il compagno messo meglio.
Un plauso ai padroni di casa per aver tenacemente giocato la loro partita, nonostante la stazza fosse più piccola, i nicesi di coach Stoimenov hanno venduto cara la pelle.