I risultati dell’ultima settimana delle formazioni della Scuola Basket Asti

Più informazioni su

Consueta panoramica dei risultati delle formazioni della Scuola Basket Asti nell’ultima settimana.

SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI–MONVISO BRA 89-51 ( 25-5, 21-17, 23-19, 20-10)

SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI: Bertocci 2, Maccario 12, Lupo 16, Armignacco 6, Amico 11, Atzeni 2, Carturan 2, Rovani 3, Zoppi 2, Campagnoli 15, Raviola 6, Cotto 12. Allenatore Carlo di Gioia

Quarta vittoria consecutiva, la Sba non solo vince ma anche convince con ottime giocate offensive, e un ardore agonistico nella metà campo difensiva anche a giochi fatti. Seconda, la Sba, contro la nona, Monviso Bra, in campo è evidente la differenza dal punto di vista atletico, fisico e tecnico tra le due formazioni, con Amico e compagni che chiudono la contesa già nel primo quarto, con un parziale ben eloquente di 25 a 5. C’è il tempo anche per ammirare alla sua prima convocazione il baby Matteo Atzeni, esterno del 2004 (16 anni), in campo per diversi minuti ha ben figurato, segnando un canestro su rimbalzo d’attacco.

“Faccio i complimenti ai miei ragazzi, nessuno escluso, perchè si allenano sempre con grande voglia e determinazione, e mi sembra che oggi è stato evidente anche questo aspetto nel gioco, e cioè vedere una squadra, la Sba, giocare insieme, cercarsi, oltre che a lottare su ogni pallone anche se il risultato era al sicuro dopo appena cinque minuti di gioco. La squadra è cresciuta molto, è maturata, basti vedere come oggi la circolazione di palla non è solo perimetrale ma cerchiamo anche di farla arrivare in area, con penetrazioni e/o appoggiando la palla ai nostri lunghi. Questo aspetto del gioco è fondamentale, e i risultati sono ben evidenti: ad Alba abbiamo segnato ben 16 triple dall’arco (un record probabilmente), contro Bra comunque ben 10”, questo il commento di coach di Gioia.

Astigiani a 20 punti primi in classifica con Fossano e Cus Piemonte, a -2 le inseguitrici Carmagnola e Cherasco. Prossimo turno domenica 18:30 a Savigliano.

SETTORE GIOVANILE

UNDER 18 GOLD

5 PARI TORINO-EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI 75-62 (26-14; 19-14; 13-17; 16-17)

EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI: LE CALDARE 4, LA MATTINA 0, FORNO 12, LUPO 12, ZOPPI 0, CAMPAGNOLI 4, ROSA 10, CANTORE 2, MONTRUCCHIO 3, ROGGERO 7, BALSAMO 8, PERRONE 0. All.
Schinca

Sconfitta contro la capolista del girone per i ragazzi dell’under 18 che si trovano a rincorrere con dalle battute iniziali una squadra che gioca molto bene il “penetra e scarica” e che fa canestro con altissime percentuali di realizzazione.
Se a tutto questo si somma la frenesia in alcune scelte in attacco e alcune difficoltà nel contenere la fisicità degli avversari, è naturale che il punteggio sul tabellone segni 45-28 all’intervallo lungo.

Si riprende nel terzo quarto con la voglia di recuperare e di far vedere che nonostante le difficoltà e gli infortuni avuti Lupo e compagni non mollano e sono pronti a lottare su ogni pallone: un paio di difese forti, con conseguenti canestri, permettono agli ospiti di fare un break importante e di portarsi a -7 con palla in mano.

Purtroppo ne scaturisce una pala persa che viene subito tramutata in canestro che dilata nuovamente il punteggio. Sarà un tira e molla così per tutti il resto dell’incontro, che si concluderà sul punteggio di 75-62 per la 5 Pari, indubbiamente la miglior formazione incontrata fino ad oggi da Balsamo e compagni, che meritatamente occupa il primo posto solitario in classifica.

A fine partita coach Schinca ribadisce che “il campionato è ancora tutto da giocare, visti anche i risultati delle altre squadre. Sono contento che in queste prime tre partite giocate, contro Gators, formazione in netta crescita, Chieri e 5 Pari, che stanno lottando per il primo posto, siamo riusciti ad ottenere due vittorie che ci permettono di essere ancora qui a lottare per uno dei posti validi per la seconda fase Top. Adesso non ci rimane che continuare a lavorare seriamente in palestra allenandoci forte e cercando di migliorare il nostro gioco di squadra, che riusciamo a far vedere solamente a tratti durante la partite.”

Prossimo appuntamento mercoledì 29.01 alle 19.30 al PalaGerbi contro PMS Moncalieri.

JUNIORES CSI

BALDISPORT KANGAROOS–SCUOLA BASKET ASTI 44–82 (6-15, 19-21, 12-17, 7-29)

SCUOLA BASKET ASTI: Pregno 18, Cerrato 11, Impera 19, Grieco 2, Lovotrico 13, Ndreu 6, Pellitteri 2, Wei 10, Rizzo 2. All. Amico

Partita difficile dal punto di vista tecnico e mentale dato il risultato della partita di andata (81-6 per la SBA) e data la difesa a zona prolungata su tutti i 40 minuti.

Questa partita rappresentava una buona occasione per chi spesso ha poco spazio per dimostrare ad allenatore e compagni il valore del proprio contributo. Opportunità sfruttata da Wei e Keawrat, rispettivamente da Cina e Thailandia, che superate le difficoltà iniziali di comunicazione e integrazione, sono riusciti ad essere intensi e pronti nel tempo a loro concesso sul campo (Wei in doppia cifra).

Ennesima prestazione di solidità e maturità per Lovotrico che, nonostante sia alla sua terza stagione cestistica, dimostra di essere sempre concentrato e di esempio per i suoi compagni.

UNDER 16 GOLD

GINNASTICA TORINO–COLDIRETTI SCUOLA BASKET ASTI 63 – 76 (16-22, 14-20 14-17, 19-17)

COLDIRETTI SCUOLA BASKET ASTI: Atzeni 14, Cartello 8, Lamattina 17, Perrone 8, Battaglino 14, Monticone 1, Calimeri 2, Parigi 2, Gottardi 6, Gobbino 4, Carretto, Cellino. Allenatore: Carlo di Gioia, Vice All. Valter Parigi, Dir. Acc: Roberto Perrone

Grande prova di maturità della SBA Under 16 che, chiamata a dover vincere a tutti i costi per poter accedere alla fase TOP del campionato GOLD, espugna con autorità il campo della Ginnastica Torino, dopo una gara condotta in testa dal primo all’ultimo minuto. I ragazzi di Carlo di Gioia e Valter Parigi sono scesi in campo consapevoli della chance a loro disposizione, bisognava vincere e così è stato.

Cartello e compagni partono subito sparati costringendo la Ginnastica dopo soli 4 minuti ad un primo time-out sul punteggio di 10 a 0. La palla in attacco circola con grande efficacia con buone penetrazioni con scarico al tiratore libero. Lamattina e Atzeni sono incontenibili nell’uno contro uno, Battaglino e Gobbino dominano a rimbalzo, Perrone si applica in difesa mettendo la museruola a Biasioli, il giocatore più temuto della Ginnastica.

Un lieve rilassamento consente ai padroni di casa di ridurre lo svantaggio alla fine del primo quarto sotto la doppia cifra, ma anche nel secondo tempo il divario tra le due squadre appare netto con i viaggianti che vanno al riposo sopra di 12.

Al rientro dall’intervallo, la Ginnastica aumenta l’intensità difensiva con un pressing a tutto campo, ma la SBA non si fa intimorire rispondendo colpo su colpo. I 15 punti di scarto con cui inizia l’ultima frazione di gioco sono un margine troppo ampio da ricomporre e la tripla di Gottardi a 3 minuti dal termine è il sigillo che di fatto chiude un match senza storia.

Si tratta di una vittoria strameritata di un gruppo che ha dimostrato ampi miglioramenti di anno in anno e che ha giocato alla pari con tutte le squadre incrociate anche in un campionato superiore tecnicamente e fisicamente rispetto a quello dell’anno scorso. Ora si aspetta il sorteggio dei gironi della fase TOP, per ora si può dire con orgoglio che la SBA è tra le 12 squadre GOLD più forti del Piemonte.

UNDER 15 SILVER

GATORS SAVIGLIANO – SCUOLA BASKET ASTI 34-49 (10-13; 11-6; 0-17; 3-13)

SCUOLA BASKET ASTI: Augusti 19, Vergano 2, Gai, Amelio, Calandra 7, Giuliani 7, Marano 8, Cussotto, Diodati 1, Pettenuzzo 2, Dallosta 3. All.Crisci

Successo sudato e meritato per i ragazzi della squadra under15. Sul campo di Savigliano va in scena una partita giocata davvero col coltello tra i denti da entrambe le formazioni, come era normale attendersi tra due squadre in cerca di quella fiducia necessaria a tornare in palestra con maggior convinzione nei propri mezzi.

La squadra cuneese mette in mostra fin da subito uno spirito combattivo forse addirittura maggiore a quello dei giovani astigiani, che complice un po’ di tensione iniziale, faticano a entrare col piglio giusto in campo permettendo ai giovani alligatori di restare sempre a contatto nel primo quarto, e di passare a condurre al termine della seconda frazione di gioco.

Nell’intervallo, gli atleti Sba si ricompattano, e riescono ad applicare sul rettangolo di gioco quei lavori sugli spazi da attaccare senza palla e sul gioco collettivo su cui tanto si lavora in palestra. Difesa agguerrita, tuffi e linee di scarico ben coperte riescono a togliere la residua fiducia della squadra di casa, che non cede fino all’ultimo secondo.

ALLIEVI CSI

LAPOLISMILE – SCUOLA BASKET ASTI 27-64

SCUOLA BASKET ASTI: Diodati 6, Fungo 15, Rainero 12, Ingrao 9, Nicolopoulos, Santi 3, Martucci 15, Torchio 2, All.Crisci

Trasferta in casa della storica formazione femminile Lapolismile per la formazione allievi della Sba.

Pur con due assenza “importanti” i giovani astigiani in terra torinese confermano gli ottimi miglioramenti registrati in palestra sia tecnici che (soprattutto) di atteggiamento. La partita non è mai in discussione, ma l’anno scorso sullo stesso campo non fu una giornata facile. I ragazzi a distanza di un anno si dimostrano un gruppo in fiducia dei propri mezzi e con un’altra “voglia” di stare in campo.

Testa alla sfida di Valdocco, terza formazione del girone: una vittoria vorrebbe dire secondo posto matematico e accesso alla seconda fase che i ragazzi sognano di conquistare.

UNDER 14 SILVER

AB CARMAGNOLA – SCUOLA BASKET ASTI 56-47 (15-19; 17-10; 12-14; 12-4)

SCUOLA BASKET ASTI: CRAVANZOLA 12, BUGNANO 0, ROSSETTI 4, TREPICCIONE 4, VIADA 2, BUSSOLINO 18, FERRERO 0, FALETTI 0, QUAGLIOTTO 7, BOERO 0, PARIGI 0. All. Schinca

Si ferma a 10 la striscia di vittorie per l’Under 14, che cade a Carmagnola contro una squadra in forte crescita che sta recuperando posizioni in classifica. Partita che fin dalle prime battute si dimostra ostica per Viada e compagni, che partono col freno a mano tirato e si trovano subito sotto nel punteggio, incapaci di opporsi ai contropiede avversari.

Dopo alcuni minuti di studio grazie ad alcune buone giocare in attacco di Bussolino e Cravanzola e ai rimbalzi nelle due metà campo di Trepiccione, i ragazzi di coach Schinca mettono il naso avanti e concludono in vantaggio il primo quarto. Nonostante ciò, però, la sensazione è che al primo errore gli avversari ne approfitteranno: ed è proprio così, due difese “in
ritardo” concedono due canestri da tre punti che “spaccano” la fine del quarto fissando il punteggio sul 32-29.

Ripresa che vede i ragazzi della SBA forzare su tutti i palloni per cercare di recuperare prima possibile il divario, ma finendo per commettere errori banali in attacco e perdendo palloni fondamentali in difesa che permettono ai padroni di casa di prendere giustamente la testa della partita fissando il punteggio sul 56-47.

UNDER 13 SILVER

SCUOLA BASKET ASTI – CUS TORINO 63-42 (16-8, 17-7, 10-13, 20-14)

SCUOLA BASKET ASTI: D’Agostino 6, Sassone 4, Quagliotto 24, Monti 4, Allara 2, Borca 6, Filetti 5, Gambino 6, Gai 2, Cascio 2, Carossa 2, Peretta. All. Di Gioia, Ass. All. Le Caldare.

Grazie alla vittoria casalinga di domenica contro il CUS Torino gli Under 13 SBA chiudono al terzo posto (9 vinte – 2 perse) il girone di andata della fase di qualificazione.

Il primo quarto fa pensare a un impegno agevole per gli astigiani che, grazie a un’attenta difesa, impediscono agli ospiti di segnare per lunghi minuti e raggiungono subito un vantaggio in doppia cifra. I torinesi riescono invece a crescere alle voci intensità e concretezza e la partita diventa vera e fisica.

I ragazzi della SBA non si fanno tuttavia intimorire e sono bravi a mantenere sempre a distanza di sicurezza gli ospiti. All’inizio dell’ultimo quarto il CUS sembra in grado di ricucire il divario, ma Quagliotto non è dello stesso avviso e, prendendo per mano i compagni, chiude di fatto l’incontro con 12 punti negli ultimi 6 minuti.

Prossimo impegno sabato 1 febbraio in trasferta a Beinasco.

UNDER 14 FEMMINILE

Sfiorata la doppietta di vittorie per l’Under 14 femminile SBA.
Bilancio molto positivo per le ragazze, protagoniste indiscusse nei due difficili impegni di questa settimana rispettivamente mercoledì contro la Junior Libertas di Casale Monferrato e sabato contro
l’ASD Pallacanestro di Vercelli.

SCUOLA BASKET ASTI – Junior Libertas Basket 40-31 (6;2 – 12;11 – 12;11 – 10;8)

SCUOLA BASKET ASTI: Aluffi 8, Bertolo, Demaria, Dezzani 10, Facchino 4, Ferrero 4, Gjecaj 14, Manzoni, Parodi, Patitucci, Santi, Tangari. All. Valpreda

Buona prestazione delle ragazze che portano a casa una vittoria meritatissima.

Grazie a un ottimo agonismo difensivo la partita non è mai stata messa in discussione e tutti i quattro tempi sono stati chiusi sempre in vantaggio, ribaltando così il risultato della gara di andata che le aveva viste uscire dal campo sconfitte, ma di solo 4 lunghezze, in un finale al cardiopalma…
Da segnalare il buon esordio in U14 della 2007 Giorgia Manzoni.

ASD Pallacanestro Vercelli – SCUOLA BASKET ASTI 54-50 (9;13 -15;13 – 18;8 – 12;16)

SCUOLA BASKET ASTI: Aluffi 4, Bertolo, Demaria, Dezzani 21, Facchino 10, Gjecaj 11, Manzoni, Parodi, Patitucci 4, Santi, Tangari, Zanatta. All. Valpreda

Straordinaria prestazione quella messa in campo dalle ragazze contro la Pallacanestro Vercelli, compagine seconda in classifica nel girone, dietro il Novara Basket.

Scese in campo con la giusta concentrazione, in difesa attente alle marcature, con la giusta aggressività e mettendo a segno canestri al termine di buone azioni corali. Chiusi i primi due quarti di gioco in vantaggio rispettivamente di +4 e + 2 lunghezze, la sensazione, visto l’atteggiamento in campo, di portare a casa un grande risultato.

Dopo l’intervallo invece, le ragazze rientrano un po’ rilassate e con la complicità di alcune sostituzioni obbligate (sia per un carico eccessivo di falli che per un piccolo infortunio) la squadra padrona di casa ne approfitta e prende il sopravvento chiudendo il terzo tempo in vantaggio 42 a 34 e con la SBA sotto di 12 lunghezze.

Sembrerebbe una partita destinata, invece le ragazze guidate da una super Dezzani, fondamentale anche nel portare palla, tirano fuori l’orgoglio e il giusto spirito, non si tirano indietro e non si fanno intimorire dalla pesante situazioni falli sempre a sfavore, inizia la rimonta, in un palazzetto che si scalda anche grazie al tifo sugli spalti e dalla panchina.

Alcune decisioni arbitrali “discutibili”, decimano la squadra che però non molla, combatte su ogni palla ma è costretta ad arrendersi al suono della sirena.

Rimane la grande soddisfazione di aver provato fino all’ultimo, aver accorciato un divario che all’andata, tra le mura amiche, le aveva visto perdere di ben 33 lunghezze e la gioia di vedere che, la fatica fatta in palestra, poco per volta da i “suoi frutti”.

Più informazioni su