Tchoukball: impresa dell’Asti Redox campione in Svizzera

Più informazioni su

l’Asti Redox torna a calcare i parquet del Tchoukball e lo fa in grande stile, andando a vincere uno dei più prestigiosi tornei 7vs7 del continente europeo, il Tchoukball Geneva Indoor che si disputa a Ginevra tutti gli anni nel periodo pre-natalizio, quest’anno 20 e 21 dicembre.

Dopo l’ultima Serie A disputata tre anni fa e abbandonata per motivi economici, sette veterani del tchoukball astigiano (Eugenio Accornero, Emanuele Coppola, Mattia Gatta, Valentina Lano, Simona Merlone, Michele Mogavero e Francesco Emanuel Pellitteri) hanno deciso per la “reunion” la terra straniera: inseriti nella categoria “Open” con altre 23 squadre provenienti da diversi paesi del “vecchio mondo” (rappresentate anche Tunisia e Indonesia), sono stati in grado di vincere tutti gli incontri del mattino, qualificandosi quindi nel girone pomeridiano riservato alle prime e seconde dei quattro gironi preliminari.

La formula un po’ particolare non permetteva però a tutte le 8 squadre di incontrarsi e a fine giornata i biancorossi si sono ritrovati di nuovo a punteggio pieno ma questa volta a pari merito con l’altra italiana presente, “As Dade Said” di Forlì. Nonostante la migliore differenza punti, gli astigiani sportivamente hanno deciso di guadagnarsi la coppa sul campo, disputando lo spareggio coi romagnoli e legittimando, con l’ennesima vittoria, il gradino più alto del podio.

Ottimo anche il piazzamento nel torneo del giorno dopo, la Champions Cup, che vedeva la partecipazione di altre 24 squadre formate anche da molti giocatori impegnati nei giorni precedenti nel torneo Nations Cup riservato alle nazionali (Svizzera, Italia, Francia, Regno Unito, Germania, Tunisia e addirittura Taiwan e Hong Kong). Un settimo posto onorevole per una squadra assente dalle competizioni ufficiali dal 2016 e con due soli giocatori attualmente in attività, ovvero Accornero in forza al Forlì No-Stop e Coppola a difendere i colori di Castellanza Shogun, entrambi in Serie A.

Qualificatisi come terzi al tabellone finale, i Redox si sono dovuti arrendere ai quarti con una squadra di giovani “azzurri” dopo ben due tempi supplementari; in semifinali le energie era quasi del tutto esaurite per tener testa ad una squadra svizzera molto più fresca e dotata di sostituzioni, ma gli astigiani hanno ancora trovato le forze per vincere la finalina per 7°/8° con una delle molte squadre ginevrine.

Nella foto l’Asti Redox sul podio

Più informazioni su