I risultati dell’ultima settimana delle formazioni della Scuola Basket Asti

Più informazioni su

Consueta panoramica dei risultati di tutte le formazioni della Scuola Basket Asti scese in campo nell’ultima settimana.

PROMOZIONE MASCHILE

CUS PIEMONTE ORIENTALE-SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI 70 – 59 (18-20, 17-12, 14-16, 21-11)

SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI: Maccario 10, Armignacco 8, Lupo 10, Cotto 9, Smania 5, Zoppi 2, Amico 10, Carturan, Rovani 2,
Bertocci 3. All. Di Gioia

Big match della nona giornata del campionato di Promozione tra il Cus e la Sba, entrambe le squadre a contendersi uno dei soli quattro preziosi posti per i playoff. Ospiti che si presentano con importanti defezioni, con Campagnoli e Forno out per infortunio (la speranza per lo staff tecnico è quello di rivederli in campo nei primi mesi del nuovo anno), oltre a ciò coach Di Gioia deve fare i conti con un virus intestinale che colpisce il giorno prima il big man Davide Cotto, comunque eroico in campo nonostante la sofferenza, e, per non farsi mancare nulla, con l’espulsione di Riccardo Amico.

Astigiani che sanno benissimo l’importanza della partita, coach Di Gioia chiede di giocare una partita vera, con attributi, e capitan Carturan e compagni eseguono alla perfezione. Cus che appoggia la palla spesso e volentieri ai suoi interni, giocatori forti fisicamente e tecnicamente, dove l’esperienza la fa da padrone. La Sba soffre ma non molla, risponde in fase offensiva con un gioco corale dove si ergono a protagonista a turno diversi elementi del quintetto astigiano. Si va così al riposo lungo con il punteggio di 35 a 32 per i padroni di casa, una partita molto equilibrata come si poteva immaginare alla vigilia.

Alla ripresa delle ostilità la Sba fa ancora meglio, riduce il minimo gap e vince il terzo quarto di due punti, con ancora dieci minuti da giocare e le due squadre a strettissimo contatto. Ahime, come detto, in questo campionato spesso e volentieri l’esperienza la fa da padrone, e qui il Cus è sicuramente più furbo e cinico degli astigiani: Amico viene espulso per reazione scomposta nei confronti di un avversario, lo staff tecnico si trova ulteriormente a fare a meno di una pedina fondamentale, i padroni di casa ne approfittano e nella bagarre generale piazzano un parziale nell’ultimo periodo che sarà
decisivo ai fini del risultato.

SETTORE GIOVANILE

UNDER 18 GOLD

TAM TAM TORINO – EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI 72-70 (18-22; 40-36; 54-60)

EMPORIO PIVATO SBA: Rosa 17, Balsamo 7, Le Caldare 5, Silengo 0, Montrucchio 15, Lupo 12, Cantore 6, Zoppi 1, Bruschetini 0,
Roggero 7, Perrone 0. All. Schinca

Cambia l’avversaria ma il copione rimane lo stesso…questo potrebbe essere il titolo giusto per la partita andata in scena lunedì sera a Torino tra l’under 18 e i coetanei del Tam Tam A. Infatti, come accaduto pochi giorni prima contro l’ABET Bra, la partita resta sempre in bilico, con i ragazzi di coach Schinca che si presentano nervosi sin dalla palla a due e, complici alcune distrazioni difensive vanno subito sotto nel punteggio: solamente alcune giocate individuali in attacco di un ispirato Lupo permettono di mettere il muso avanti e di concludere il primo quarto avanti di 4 lunghezze.

Nonostante il vantaggio, però, Roggero e compagni non danno mai la sensazione, come accaduto invece in altre partite soprattutto ad inizio di stagione, di essere in grado di prendere in mano la sfida,: anzi, alcune amnesie difensive in particolare sotto canestro e sulle uscite sui tiratori fissano il punteggio all’intervallo sul 40-36.

Nel terzo quarto, quello giocato sicuramente meglio dai ragazzi di coach Schinca, si è vista una vera reazione, meno individualità è più gioco di squadra e, soprattutto in difesa, la voglia di “fare fatica” per recuperare una palla e non farsi battere dall’avversario che sono stati i punti di forza dell’under 18 marchiata Pivato Mobili fino ad oggi.

Lo sforzo fatto per ribaltare la partita, però, collegato all’assenza per infortunio di due pedine importanti per la lotta sotto le plance (…Forno e Campagnoli), vede nel quarto quarto gli arancio – blu non avere la lucidità di mantenere il vantaggio: due forzature non richieste in attacco, una difesa rivedibile e soprattutto, un paio di attacchi con contatti dubbi, portano i padroni di casa al sorpasso definitivo a 8 secondi dalla fine. Inutile l’ultimo tentativo sulla sirena che sancisce la seconda sconfitta consecutiva di un paio di lunghezze che mantiene inalterata la classifica con la SBA al terzo
posto alle spalle del duo Chieri-5 Pari Torino, ma che la vede raggiunta a 10 punti dall’Olimpo Alba in vantaggio di due
lunghezze su ABET Bra e Cus Torino, prossimo avversario mercoledì alle 19.30 al Pala Gerbi di Balsamo e compagni.

EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI-MASTRO VIAGGIATORE CUS TORINO 55-75 (14-18; 22-46; 38-55)

EMPORIO PIVATO SBA: Rosa 16, Balsamo 11, Silengo 0, Sodano 2, Montrucchio 7, Cantore 2, Zoppi 0, Bruschetini 2, Roggero 9,
Perrone 6. All. Schinca

Partita sempre di rincorsa quella andata in scena stasera al PalaGerbi per Roggero e compagni, che tranne la prima metà del
quarto iniziale si trovano costretti ad inseguire un Cus Torino molto preciso nel tiro da 3 punti che grazie ad alcuni buoni attacchi riesce a mettere il naso avanti e a concludere in vantaggio di 4 lunghezze la prima frazione.

Ad inizio partita coach Schinca e Di Gioia scelgono di schierare un quintetto “giovane”, per la categoria, formato da tutti nati nel 2003. L’entusiasmo iniziale che va scemando e la stanchezza nelle gambe di qualcuno che ha giocato tanti minuti lunedì, fa si che il punteggio inizi poco alla volta a dilatarsi, con gli ospiti che inesorabilmente iniziano a segnare con continuità dall’arco approfittando di ogni minimo errore difensivo dei padroni di casa. Punteggio che si dilata
pericolosamente sulla sirena di metà partita: 22-46 per i viaggianti.

Al rientro dalla pausa lunga, però, i ragazzi si presentano sul parquet con una faccia diversa e l’atteggiamento giusto di chi non ha paura. Questo fa si che ribattendo colpo su colpo agli avversari, tuffandosi per recuperare palloni senza paura di “sbucciarsi le ginocchia” il distacco si riduca fino a 10 lunghezze sul 50-60, ma proprio quando c’è bisogno di un ultimo sforzo le energie e la lucidità vengono a mancare finendo per concedere un paio di canestri da sotto e alcuni tiri aperti che portano al definitivo punteggio di 55-75.

Al termine della gara coach Schinca e coach Di Gioia, hanno buoni commenti per l’impegno e la dedizione messi in campo da Rosa e compagni: “È innegabile che in queste condizioni diventa durissima ogni partita, ma se stringiamo i denti e continuiamo ad allenarci forte in allenamento ci toglieremo ancora delle soddisfazioni perché il gruppo crescerà ulteriormente”.

Prossimo appuntamento mercoledì prossimo sempre alle 19.30 al PalaGerbi per la prima giornata del girone di ritorno, nel sentito derby contro i ragazzi dell’Olimpo Alba che ad oggi sono al quarto posto.

JUNIORES CSI

CIERRE NIZZA MONFERRATO – SCUOLA BASKET ASTI 51-60 (8-21, 16-11, 13-15, 14-13)

SCUOLA BASKET ASTI: Rattazzo 13, Ivaldi 10, Impera 10, Canta 6, Gagliano 5, Pregno 6, Rizzo 4, Pellitteri 2, Ndreu 2, Lovotrico 1,  Soccio 1. All. Amico

Gli avversari sbagliano l’approccio nel primo quarto e subiscono la pressione difensiva. Tanti canestri e tante palle recuperate creano entusiasmo e un vantaggio importante, che però viene vanificato nei quarti successivi a causa della buona fisicità degli avversari. Gli ultimi minuti i ragazzi mostrano una discreta lucidità offensiva che permette di vincere la partita. Nota di merito: tutti i giocatori a referto con punti.

UNDER 16 GOLD

SCUOLA BASKET ASTI – 5 PARI TORINO 60 – 65 (20-15, 15-13, 11-20, 14-17)

SCUOLA BASKET ASTI: Lamattina 4, Cartello 9, Perrone 11, Gobbino 13, Reda 2, Atzeni 6, Gottardi 2, Monticone 1, Battaglino
12, Carretto. All.: Carlo Di Gioia, Vice All. Valter Parigi, Dir. Acc: Roberto Perrone

L’under 16 SBA esce sconfitta all’ultimo respiro nel duello per il quarto posto del girone con i coetanei del 5 Pari, dopo una partita vibrante che si è mantenuta punto a punto fino alle battute finali.

I ragazzi di Carlo Di Gioia partono subito forte difendendo aggressivi e ripartendo veloci con penetrazioni con scarico che
premiano i tiratori dalla media distanza e i lunghi sotto canestro con Perrone e Gobbino autori di pregevoli canestri. I torinesi nonostante le difficoltà iniziali, non demordono e restano attaccati al match circolando con pazienza la palla in attacco alla ricerca di buone soluzioni di tiro anche allo scadere dei 24 secondi (sarà una costante che si ripeterà nel corso della gara).

Gli astigiani vanno al riposo sopra di 7, ma al rientro dall’intervallo gli ospiti mettono in campo più intensità e cattiveria agonistica, costringendo i padroni di casa a forzare le soluzioni di tiro e dominando nei rimbalzi offensivi che fruttano canestri preziosi su secondi possessi. L’inerzia della gara cambia e Torino a fine terzo quarto recupera tutto lo svantaggio chiudendo la frazione sul +2.

Nell’ultimo tempo la SBA ha un sussulto iniziale che la porta sul 53 a 48, ma gli avversari rientrano prepotentemente in partita grazie al tiro da 3 punti (4 bombe negli ultimi 10 minuti, 8 in tutto il match). Al 39′ il punteggio è di 60 a 59 per gli astigiani, ma le ultime due azioni dei torinesi fruttano due sanguinose triple che si rivelano letali per Battaglino e compagni, incapaci di reagire nei 30 secondi finali.

Fattori determinanti per la sconfitta alcune palle perse nei momenti cruciali e la pessima percentuale ai liberi. Se si guarda invece il bicchiere mezzo pieno occorre rimarcare la buona prestazione complessiva, al cospetto di un avversario organizzato e più abituato a giocare finali di gara convulsi mantenendo la necessaria lucidità.

UNDER 15 SILVER

SCUOLA BASKET ASTI – MONDOVI’ 59-73 (20-16;19-18;8-22;12-17)

SCUOLA BASKET ASTI: Giuliani 11, Vergano 1, Calandra 3, Augusti 8, Pettenuzzo 13, Dallosta 12, Amelio 2, Gai, Diodati 6,
Cussotto 1, Manasiev-Torchio 2. All.Crisci

Bisogna che ci sia la volontà comune di darsi da fare in difesa, e in attacco passarsi la palla. La volontà di fare le cose INSIEME credo che sia la base di tutto”. Con queste parole Ettore Messina si presentava ai propri giocatori all’inizio della sua nuova avventura come capo allenatore.

I ragazzi Sba under15 ancora faticano a convincersi di questo fondamentale concetto nello sport di squadra. Domenica, contro
Mondovì, si sono sicuramente visti ulteriori passi avanti sulla strada di quel processo che vuole arrivare a rafforzare la sicurezza in se stessi dei ragazzi, a credere nella forza del collettivo iniziando da una forte presa di responsabilità dei propri doveri in campo.

Come ben eseguito in allenamento durante la settimana, gli astigiani entrano in campo questa volta con l’intensità mentale adatta: gambe piegate, aggressione sulla palla tutto campo e linee di passaggio ben anticipate ci permettono di creare facili contropiedi. Un’ottima (ma davvero ottima) circolazione di palla unita a una sempre maggiore consapevolezza nei movimenti negli spazi dei giocatori senza permette di andare al risposo sopra di 5 lunghezze.

Peccato, va detto, avrebbero potuti esser almeno una decina di più, ma nello spogliatoio l’attenzione è rivolta a sottolineare l’ottimo atteggiamento avuto “fregandosene” degli errori. Un errore, è pur sempre un diritto, e ci si può sempre lavorare.

I ragazzi rientrano dagli spogliatoi carichi e convinti. Riprende il terzo quarto, un bel canestro li porta ulteriormente avanti, ma alla reazione degli avversari (prevedibile, e con due ottimi giocatori a disposizione..) ecco che si spegne di nuovo la luce. Improvvisamente sembra svanire tutto.

Le gambe si alzano, il fiato si fa piu lungo. Gli avversari scappano. E si torna a fare tutto da soli. Cosi, non si può giocare. L’uscita per cinque falli di tre giocatori con ancora un quarto da giocare non può esser un alibi. E’ davvero un peccato, l’allenatore avrebbe voluto vedere i suoi uscire dal campo con una vittoria che sicuramente meritano per come vengono sempre affrontate le settimane, ma che ancora faticano a riportare in partita.

ALLIEVI CSI

VOLPIANO BASKET-SCUOLA BASKET ASTI 138-53

SCUOLA BASKET ASTI: Cussotto 7, Martucci 9, Diodati 15, Fabbricatore 6, Nicolopoulos 6, Torchio 2, Rainero 6, Avveduto 2 All
Crisci.

Partita troppo difficile fisicamente contro una formazione che schierava tutti ragazzi del 2004 e due fuori quota 2003, contro la formazione interamente composta da 2005 e un solo ragazzo 2004. Eppure, nonostante un primo quarto (comprensibilmente..) rinunciatario e troppo arrendevole, dimostrano davvero di esser un gruppo in netta crescita, sia psicologica che tecnica.

L’allenatore richiama l’attenzione dei ragazzi all’idea che deve avere lo sport prima ancora di discorsi di vittoria e sconfitta: lasciare un senso di positiva “lotta”, voglia di accettare le sfide anche quelle che sembrano impossibili, e la capacità di non lasciare mai un rimpianto per “non averci provato”. I ragazzi iniziano a giocare, a buttare, a difendersi e a passarsi la palla.

Si perde nel punteggio si, ma non poteva esserci vittoria migliore per il coach nel vedere i propri giocatori a fine incontro soddisfatti, in grado di accettare l’idea di “competizione”, e avendo mostrato, infine, tutti i miglioramenti fin qui conseguiti.

Prossimo impegno domenica 8/12 tra le mura amiche di via Gerbi.

UNDER 14 SILVER

BASKET MONDOVÌ-SCUOLA BASKET ASTI 27-65 (3 – 18; 14 – 28; 18 – 45)

SCUOLA BASKET ASTI: Cravanzola 8, Celardo 6, Trepiccione 0, Rossetti 4, Viada 2, Bussolino 12, Faletti 16, Ferrero 2,
Quagliotto 4, Piccolo 2, Carretto 7, Parigi 0. All. Schinca

Turno infrasettimanale per Viada e compagni che venerdì hanno recuperato a Mondovì la partita saltata un paio di settimane fa
causa “rischio alluvione”. Sfida che fin delle battute iniziali è in pieno controllo per i ragazzi di coach Schinca, grazie ad una difesa tutto campo aggressiva che porta Rossetti, Cravanzola, Bussolino e Celardo a facili conclusioni in contropiede che dilatano fin da subito il punteggio per gli ospiti.

Nonostante tutto i bianco verdi di casa vendono cara la pelle: lottano su ogni pallone e non smettono di provare a rientrare
in partita, ma grazie alla serata di vena sotto entrambi i canestri di Faletti e la solita grinta di Trepiccione ribattono colpo su colpo alle iniziative avversarie dilatando sempre più il punteggio. Ampio spazio e minutaggio distribuito per tutti con al termine dei 40 minuti di gara i ragazzi a festeggiare sotto la tribuna ospite una partita affrontata dal primo all’ultimo minuto con la giusta concentrazione e la giusta “cattiveria agonistica”.

SCUOLA BASKET ASTI-OLIMPO BK ALBA BANCA D’ALBA 51-40 (13 – 16; 11 – 4; 14 – 12; 13 – 8)

SCUOLA BASKET ASTI: Cravanzola 8, Celardo 2, Trepiccione 2, Rossetti 10, Viada 0, Bussolino 14, Faletti 11, Ferrero 0,
Piccolo 0, Carretto 4, Parigi 0.

Non c’è il tempo di godersi la vittoria di venerdì a Mondovì che si torna in campo per un altro turno decisamente impegnativo contro i ragazzi dell’Olimpo basket Alba venuti ad Asti per vincere contro Viada e compagni. Ne nasce una partita maschia, senza esclusione di colpi, con contatti al limite del fallo da entrambe le parti, che giustifica la posizione al vertice di tutte e due le squadre: parte decisamente meglio Alba che si porta sul 6-0 grazie a una difesa forte e ad alcune conclusioni sotto canestro.

Immediata la reazione dei coach Schinca che riequilibrano il punteggio e si portano anche in vantaggio: lo sforzo fatto però
non basta, alcune buone giocate dei ragazzi di coach Alfero portano il punteggio a segnare un vantaggio per gli ospiti, più bravi nella gestione degli attacchi e nel gioco di squadra.

Nel secondo quarto, però, la svolta della partita per i ragazzi dell’SBA che iniziano a difendere come sanno e a giocare in attacco come una squadra: ne nascono buoni canestri di Cravanzola e Rossetti su tutti. Grazie a un parziale di 11-4 si va all’intervallo lungo sul 24-20.

Terzo quarto molto combattuto come il primo, con punteggio che vede I bianco arancioni di casa mantenere il vantaggio senza
essere capaci di fare l’allungo decisivo. Solo nel quarto periodo grazie a un’ottima difesa di Trepiccione e Celardo, un Bussolino più in partita e più concreto in fase offensiva c’è lo strappo che risulterà decisivo: sul canestro Faletti dopo palla recuperata si raggiunge il massimo vantaggio che permette di ruotare concretamente tutti gli 11 ragazzi con buoni spunti da tutti.

Al suono della sirena grande festa per aver battuto un’ottima squadra, e per aver raggiunto la prima posizione solitaria in
classifica da imbattuti, per ora, in campionato.

Coach Roby Schinca e il suo assistente Nicolò Smania vogliono ringraziare “…tutti i genitori, che oggi in particolare, ma
già a Mondovì venerdì, sono stati davvero quel supporto in più per ottenere la vittoria: sempre a tifare per i nostri ragazzi
e a spronarli nei momenti di difficoltà, che nell’arco della partita non sono stati pochi.”

Adesso una decina di giorni di allenamenti senza partite e poi, mercoledì 18.12 alle 18.30 a Fossano contro i ragazzi della
Virtus.

UNDER 14 FEMMINILE

BC CASTELNUOVO SCRIVIA – SCUOLA BASKET ASTI 80 – 31 (24-5, 23-6, 21-10, 12-10)

SCUOLA BASKET ASTI: Aluffi, Demaria, Facchino 2, Ferrero 2, Gjecaj 21, Parodi, Patitucci 6, Santi, Tangari. All. Elisa
Valpreda

Momento negativo quello dell’ U14 femminile della SBA. Dopo la pessima prestazione contro la squadra di Vercelli, compagine
sicuramente alla portata delle astigiane, a Castelnuovo Scrivia contro una formazione che sapevamo essere tecnicamente e
fisicamente più forte la SBA si presenta con una squadra rimaneggiata da pesanti assenze che di certo hanno influito
negativamente sull’esito della partita.

Anche se il punteggio è eloquente, si sono viste timide reazioni e passi avanti sul piano del gioco e dell’aiuto difensivo ma molto c’è ancora da lavorare sul ruolo che ognuna deve assumersi nei confronti e in aiuto alla squadra sia in campo che fuori. In tale senso una menzione però è d’obbligo per la buona prova di Patitucci e Gjecaj che hanno lottato 40 minuti spesso sacrificandosi per la squadra.

“La panchina corta ci ha penalizzato sul turn over causando una scarsa precisione a canestro… se avessimo segnato la metà dei tiri liberi e finalizzato metà delle azioni in attacco, non avremmo di certo ribaltato il risultato della partita ma il punteggio finale sarebbe stato molto, molto diverso” commentano in casa SBA.

UNDER 13 SILVER

MADO VALENZA – SCUOLA BASKET ASTI 23 – 79 (2-27, 3-14, 12-27, 6-11)

SCUOLA BASKET ASTI: D’agostino 17, Quagliotto 18, Garbin 1, Rabino 2, Borca 11, Cascio 8, Gamba 2, Sassone 7, Peretta 4,
Carossa 4, Gai 5. All. Carlo di Gioia, Vice All. Donato Le Caldare e Giuseppe Rogolino

Partita sabato pomeriggio a Valenza per l’Under 13 guidata da coach di Gioia. Partenza a razzo per gli astigiani che in meno di dieci minuti mettono a segno ben 27 punti subendone solo 2, incanalando già nel primo quarto il match verso binari di una tranquilla vittoria. La coppia D’agostino/Quagliotto fa pentole e coperchi, tutti gli effettivi hanno ampi minuti a disposizione registrando ottime azioni corali sia offensive che difensive, dove tutti gli undici a referto riempiono la casella di punti segnati.

Vittoria numero cinque a fronte di sei partite giocate che colloca la Sba in seconda posizione in classifica a soli due punti dalla vetta, occupata in questo momento dal Basket Club Serravalle. Il campionato è solo all’inizio…

UNDER 13 FEMMINILE

SCUOLA BASKET ASTI – CUNEO GRANDA COLLEGE 47-27 (11-8; 9-8; 13-6; 14-5)

SCUOLA BASKET ASTI: Del Bono 8, Diagne 1, Gonella B. 20, Gonella M. 2, Morra 2, Parodi E., Parodi M 8, Pezzuto, Precetaj,
Tangari 6 All. Elena Cantarocco, V. All. Silvio Cantarocco

Seconda partita e secondo referto rosa in Coppa Piemonte per le ragazze di Elena Cantarocco. Nonostante le pesanti assenze di
Angelica Basso e Giorgia Manzoni, le astigiane iniziano la gara con un buon piglio, subiscono il rientro delle cuneesi a metà quarto, ma terminano comunque il primo periodo in vantaggio, anche grazie al contributo di Emma Tangari, al suo esordio con la formazione Under 13. Un equilibrato e combattuto secondo quarto porta comunque alla pausa lunga con 4 punti di vantaggio.

La svolta della gara alla ripresa del gioco: le ragazze partono con grande intensità, buona difesa, poche palle perse e tante recuperate, sprazzi di bel gioco in contropiede. Il terzo quarto indirizza quindi i destini della partita, che le astigiane concludono mantenendo alto il ritmo e costringendo le avversarie a commettere numerosi falli. Insomma, un gran bel vedere per il pubblico accorso al palazzetto. Da evidenziare peraltro i numerosi applausi che i correttissimi tifosi ospiti hanno riservato alle giocatrici di casa.

I due ultimi incontri del girone C di coppa sono programmati per l’intenso week end prenatalizio, quando le ragazze affronteranno una doppia trasferta, a Ceva (il 20 dicembre) e a Farigliano (il 22 dicembre).

AQUILOTTI REGIONALE
MINIBASKET

SCUOLA BASKET ASTI – ERIDANIA BASKET BIANCHI 16-8

SCUOLA BASKET ASTI: Parigi, Green T., Green O., Ugaglia, Allara, Crescio, Lamarina, Ponzo, Gherlone, Cammarata Campia, Sadikaj, Scaglia. Istr. Miceli/Migliore

Alla seconda partita del loro campionato competitivo, gli aquilotti 2009 del Liceo/Don Bosco vincono contro i ragazzi torinesi dell’Eridania, dimostrano di aver metabolizzato la lezione dell’esordio e mettono in campo le due settimane di lavoro in cui i loro istruttori hanno provato ad aumentare l’intensità.
A parte qualche piccola normale svista, tutti gli astigiani hanno contribuito positivamente per vincere il match contro
avversari agguerriti.

SCUOLA BASKET ASTI – SISPORT TORINO 12-12 (18-14)

SCUOLA BASKET ASTI: Casavecchia, Parigi, Ponzo, Lepuri, Lombardi, Crescio, Reynaud, Nikolopoulos, Neagu, Bergadano, Borca,
Berzano. Istr. Migliore/Miceli

Back to back per gli aquilotti 2009 del duo Migliore/Miceli, gli astigiani con un’ampia rotazione (9 cambi) rispetto alla gara del giorno prima, centrano la loro seconda vittoria stagionale ed hanno la meglio nel punteggio progressivo sei combattivi ragazzi della Sisport Torino.

Gli astigiani ci mettono un po’ a registrare la difesa, risultato nella prima metà di gara i torinesi vincono un tempo e ne pareggiano due, il quarto e quinto tempo sono ad appannaggio degli astigiani che difendono alla morte e trovano maggiormente la via del canestro, i torinesi vincono l’ultimo tempo, ma in virtù di due canestri in più, la vittoria prende la via di Asti.

Prossimo appuntamento, sempre al Don Bosco, venerdì 13.12 contro il Bea Chieri.

AQUILOTTI PROVINCIALE

SCUOLA BASKET ASTI 2009 BLU – SCUOLA BASKET ASTI 2010 16-8

SCUOLA BASKET ASTI 2009 BLU: Crescio, Parigi, Sadikaj, Neagu,, Allara, Voglino, Bergadano, Cammarata Campia, Lamarina,
Reynaud, Nicolopoulos. Istr. Migliore

SCUOLA BASKET ASTI 2010: Bassi, Basilietti, Stabile, Cavaglia, Musso, Cantino, Borsello, Farinella, Cavallero, Pavan, Kaci,
Boneschi, Bosia, Gamba, Cirone, Penna, Petrozzi. Istr. Migliore

Partitona al liceo scientifico si scontrano gli aquilotti 2009 Blu e gli aquilotti 2010, a questa età un anno di differenza si fa sentire, ma i tenaci 2010 hanno dato del filo da torcere ai più grandi.

Dopo un inizio in cui Sadikaj e compagni hanno corso e si sono passati bene la palla, un rimescolamento di carte ha reso la partita più frizzante. Le due squadre arbitrate dal loro istruttore, hanno potuto cimentarsi in un esperimento di autogestione, decidendo quartetti e marcature in autonomia, e di questo il mister non può che esserne soddisfatto.
Per entrambe le squadre il lavoro di crescita è ancora tanto, ma questi piccoli mini-atleti faranno divertire.

AQUILOTTI PROVINCIALE

BVB – SCUOLA BASKET ASTI 15-9
SCUOLA BASKET ASTI – RED FOX CANALE 15-9
SCUOLA BASKET ASTI – MONTA BASKET 12-4 (giocata su 4 tempi)

La truppa astigiana era in rigoroso ordine di altezza composta da: Stabile, Gamba, Penna, Petrozzi, Musso, Cavallero, Farinella, Basilietti, Ghirotto, Pavan, Cantino, Cirone, Bassi, Boneschi. Istr. Migliore

Positiva esperienza in quel di Alba per gli aquilotti 2010 della Scuola Basket Asti, un terzo posto che contro formazioni più grandi anagraficamente e fisicamente sà di gran risultato. Organizzato dal CSI di Asti il torneo ha visto la partecipazione del Montà Basket, i Red Fox Canale, il Langheting ed il BVB.

Più informazioni su