La Pallavolo Valle Belbo sconfitta in casa dal Racco-Savi al tie break

Più informazioni su

Settima giornata di campionato per la Pallavolo Valle Belbo, con un turno casalingo contro il connubbio tra Savigliano e Racconigi che ha dato vita ad una squadra giovane e molto futuribile.

La Pallavolo Valle Belbo parte con Pesce e Cerutti in diagonale, Ghignone e Narzisi schiacciatori ricettori, Brusaschetto e Bobocea al centro.

Nel primo set le avversarie accelerano da subito facendo il +4, ma le padrone di casa non mollano e riescono a recuperare e chiudere sul filo di lana 25-23 grazie anche ai 6 punti di Brusaschetto in una sola frazione. Il secondo parziale Canelli comanda la gara fino con un lieve distacco e chiude nuovamente 25-23.

Sopra 2-0 in casa, per le spumantiere sembra tutto facile, addirittura il terzo set partono 3-0, ma una rotazione sciagurata risveglia Racco-Savi che si porta sul 4-10 e allunga fino al 18-25 grazie ad una battuta ficcante e ad un gioco poco falloso e molto efficace che destabilizza gli equilibri delle gialloblu per i 2 set successivi: tutto da rifare!

Nell’ultimo parziale PVB parte bene, ma Racco-Savi si fa sotto e si cambio campo sul 6-8, minibreak fino alla parità 9-9 e sorpasso fino all’11-10. Proprio su questo punteggio, una sbavatura difensiva fa cadere in campo un attacco davvero semplice e che permette alla cuneesi di prendere coraggio portarsi in vantaggio 12-11. La partita è combattuta, ma sono le avversarie a dare la zampata finale che le porta a conquistare 2 punti preziosi per il morale e la classifica.

La Cime Careddu, per la quarta volta, si deve accontentare di un punto, dei complimenti degli avversari per il bel gioco espresso soprattutto a inizio gara e della certezza che ad oggi ha sempre fatto punti tra le mura amiche.

Commenta Garrone “ci è scivolata la gara tra le mani. Ce l’avevamo in pugno e non siamo riusciti ad avere il killer instinct di chiuderla. Sono errori che si pagano cari e salati e purtroppo non è la prima volta che ci capita, dovremo lavorare molto di più sull’essere un po’ più lucidi nei momenti decisivi. E’ un peccato perché stiamo lavorando davvero bene, in allenamento si riesce sempre lavorare intensivamente e si sta amalgamando un bel gruppo coeso, per come ci stiamo allenando sicuramente avremmo meritato i 3 punti, peccato che abbiamo trovato una squadra che è riuscita a fare qualche errore in meno di noi nei momenti decisicivi. Su cosa dobbiamo lavorare la prossima settimana? In questo momento sicuramente sulla battuta. 22 errori in una partita, di cui 17 in 3 parziali sono davvero troppi per un fondamentale così importante.

Peccato che non riusciremo a fare la consueta settimana di allenamento a causa del recupero della gara non disputata 2 settimane fa in quel di Busca. Le avversarie saranno molto agguerrite, se vincono sono in testa alla classifica e vengono da una cocente sconfitta in terra torinese a causa di alcune defezioni in organico.”

Sabato prossimo un’altra partita in trasferta in terra monregalese contro LPM Mondovì, squadra giovane, vivaio della serie A, con alcuni innesti da fuori regione che migliorano notevolmente l’organico

PVB Cime Careddu-Racco-Savi 2-3 (25-23 25-23 18-25 19-25 13-15)

Rosa: Pesce, Cerutti, Narzisi, Ghignone, Brusaschetto, Bobocea, Di Massa (L), Malò, Scavino, Franchelli, Zavattaro

Più informazioni su