I risultati dell’ultima settimana delle formazioni della Scuola Basket Asti

Più informazioni su

Ecco la consueta panoramica dei risultati delle formazioni della Scuola Basket Asti.

PROMOZIONE MASCHILE

A.D. MARCHESATO EAGLES – SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI 51 – 67 (13-16, 18-13, 5-14, 15-24)

SECURSAT SCUOLA BASKET ASTI: Bertocci, Armignacco 7, Amico 5, Carturan 8, Forno 27, Zoppi, Campagnoli 7, Smania 2, Cotto 11, Sodano. Allenatore: Di Gioia

Prova di forza per i ragazzi astigiani che sbancano con autorità il palazzetto di Saluzzo, dopo un primo tempo di studio tra le due formazioni e chiuso in totale equilibrio. Nel terzo e quarto quarto sale in cattedra Gabriele Forno (2001) go to guy Sba, risultando una vera e propria spina nel fianco nella difesa di Saluzzo, con 27 punti e 14 rimbalzi.

Il break come detto arriva nel terzo quarto, dove se in attacco ci pensa Forno, è la difesa la chiave del successo astigiano, con soli 5 punti subiti. I padroni di casa accusano il colpo, tentano una reazione ma la Sba non molla la presa e negli ultimi dieci minuti allunga ancora di più la forbice tra le due formazioni: finisce 51 a 67, staff tecnico soddisfatto per aver subito “solo” 51 punti in trasferta, spartiacque di ogni vittoria e/o sconfitta.

Da segnalare gli infortuni di Campagnoli e capitan Armignacco, entrambi per distorsione alla caviglia, in settimana saranno valutati i tempi di recupero.

SETTORE GIOVANILE

UNDER 18 GOLD

EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI – BK ABET BRA 61 – 66 (18-15; 32-36; 48-53)

EMPORIO PIVATO SCUOLA BASKET ASTI: Rosa 8, Balsamo 2, Le Caldare 6, Silengo 1, Montrucchio 17, Cantore 4, Forno 12, Campagnoli 5, Zoppi 0, Bruschetini 0, Roggero 6, Perrone 0. All. Schinca

Partita sempre in bilico quella andata in scena questa sera tra gli under 18 e i ragazzi dell’Abet Bra, venuti a Asti per lottare su ogni pallone e per provare ad avere la meglio su Campagnoli e compagni.

I ragazzi di coach Schinca si presentano nervosi sin dalla palla a due e, complici alcune distrazioni difensive vanno subito sotto nel punteggio: solamente alcune giocate individuali in attacco di un ispirato Montrucchio permettono di mettere il muso avanti e di concludere il primo quarto avanti di 3 lunghezze. Nonostante il vantaggio, però, i padroni di casa non danno mai la sensazione, come accaduto in altre partite, di essere in grado di prendere in mano la sfida, anzi, alcune amnesie difensive e e un paio di canestri sul fil di sirena dei bianco-blu avversari, vedono concretizzarsi nuovamente in vantaggio per i ragazzi di coach Tuninetti che chiudono in vantaggio di 4 lunghezze alla sirena di metà gara.

La seconda frazione vede partire subito bene i locali che rimettono nuovamente il naso avanti ma, quando è il momento di provare l’allungo si fanno sempre riprendere con canestri sulla sirena o con banali errori in attacco frutto di forzature per recuperare subito lo svantaggio. Il copione della partita rimane questo fino agli ultimi possessi quando Le Caldare, Roggero e Forno si scontrano in penetrazione contro il muro braidese che recuperata palla si butta a capofitto in attacco e sulla sirena riesce a ottenere una vittoria quanto mai inaspettata ma meritata.

Al termine della partita coach Schinca è deluso dal risultato ma invita tutto il gruppo a non demoralizzarsi ma ad unirsi come una vera squadra, come è stato fatto fino ad oggi dove, nonostante tutto, sono ancora secondi in classifica e in piena corsa per il primo obiettivo stagionale che rimane il raggiungimento della seconda fase top classificandosi nelle prime quattro al termine della prima fase. Adesso non resta che mettersi in palestra e continuare a lavorare come fatto fino ad oggi, consci delle proprie potenzialità ma altrettanto consapevoli di dover lavorare sulle carenze tecniche e su quelle caratteriali.

JUNIORES CSI

SCUOLA BASKET ASTI – Baldisport Kangaroos 81-6 (18-0, 21-2, 20-4, 22-0)

SCUOLA BASKET ASTI: Rattazzo 18, Ivaldi 12, Impera 12, Pregno 12, Cerrato 9, Lovotrico 6, Canta 4, Soccio 4, Ceveriati 2, Giachino 2, Lavina, Rizzo. All. Amico

Avversari fisicamente e tecnicamente indietro rispetto ai ragazzi astigiani (nella foto), che però mostrano una buona intensità difensiva per tutta la partita. Buona anche la difesa con i raddoppi, salvo qualche svista. Offensivamente c’è molto da migliorare, ma la nota positiva sono i 10 giocatori a referto di cui 4 in doppia cifra.

UNDER 16 ELITE

SCUOLA BASKET ASTI – GINNASTICA TORINO 74 – 55 (27-10, 24-9, 13-10, 10-26)

SCUOLA BASKET ASTI: Lamattina 8, Cartello 10, Perrone 11, Battaglino 2, Reda 12, Atzeni 6, Calimeri, Parigi 7, Gobbino 15, Carretto 2, Gottardi 1, Dal Brun. Allenatore: Di Gioia Dir. Acc: R. Perrone

Super prestazione della SBA che asfalta letteralmente i pari età della Ginnastica Torino continuando la striscia positiva inaugurata la settimana scorsa con la vittoria in trasferta con il Kolbe.

I ragazzi di Carlo Di Gioia giocano un basket intenso e dinamico e nei primi due quarti in campo c’è una sola squadra. La difesa aggressiva consente di recuperare diversi palloni e di innescare il contropiede e anche in fase offensiva la squadra si esprime coralmente alla ricerca del compagno smarcato. Diversi sono poi i rimbalzi offensivi catturati con Gobbino e Reda che dominano sotto le plance, a testimonianza di una superiorità fisica indiscutibile. La Ginnastica assiste passivamente allo show time della SBA e va al riposo sotto di 32 punti, con la partita già in cassaforte per gli astigiani. Nel terzo quarto la gara appare più equilibrata con i padroni di casa che ruotano tutti i giocatori sul parquet e la frazione che finisce con Asti sopra di 35.

Nell’ultimo quarto con il match già in archivio, gli ospiti mettono in campo quella determinazione che è mancata nei primi 30 minuti e complice un prolungato rilassamento del quintetto di casa riducono notevolmente il gap con la partita che termina sul 74 a 55 a favore della SBA.

Nell’ambito di una performance ottima a livello di squadra menzione particolare per Alberto Gobbino, che sfodera una prestazione di carattere con 15 punti realizzati e 13 rimbalzi.

Grande soddisfazione a fine gara da parte del coach Di Gioia per gli indubbi progressi messi in mostra da tutti i ragazzi, che, pur con ampi spazi di miglioramento, hanno compreso di poter competere anche in un torneo impegnativo come la categoria Gold, dove ogni match è combattuto e non è mai scontato.

UNDER 15 SILVER

FORTITUDO ALESSANDRIA- SCUOLA BASKET ASTI 93-43

SCUOLA BASKET ASTI: Vergano, Manasiev-Torchio 7, Calandra 3, Marano 11, Augusti 5, Amelio 3, Dallosta 6, Giuliani 6, Gai, Pettenuzzo 2. All. Crisci

Partita proibitiva sulla carta ad Alessandria contro la prima imbattuta Fortitudo. La squadra di casa è fisicamente importante e ben impostata sul piano del gioco, con pressing a tutto campo, intensità fisica e tecnica molto elevata e ottima consapevolezza dei propri mezzi.

I ragazzi Sba iniziano col freno leggermente tirato, ma riescono subito a ritrovare la grinta necessaria per competere a questo livello. Nonostante il punteggio indichi un passivo importante, va segnalato come questo sia arrivato solo nell’ultimo quarto, e con la squadra avversaria che non ha mai fatto rotazioni ampie, a testimonianza dell’ottima gara disputata dai giovani astigiani.

La partita è infatti bella e a viso aperto, con stoppate, recuperi, raddoppi ben portati, e ottime azioni offensive da ambo le parti. L’allenatore non può che esser contento di queste partite, sono le sfide che permettono di misurarsi con un certo tipo di agonismo, e che forniscono sempre ottimi spunti su cui poter tornare a lavorare in palestra.

UNDER 14 FEMMINILE

JUNIOR CASALE – SCUOLA BASKET ASTI 70 – 66 (14-17; 21-16; 17-17; 18-16)

SCUOLA BASKET ASTI: Alfieri 2, Aluffi 2, Bertolo 6, Dezzani 8, Facchino 4, Ferrero 10, Gjecaj 26, Parodi 6, Santi, Tangari 2. All. Valpreda E. V.All. Malfa

Se si potesse descrivere una partita con un fotogramma, nessuno sarebbe più indicato della foto del tabellone a 47 secondi alla fine della partita, 66 a 66 il risultato contro la quotata formazione della Junior Libertas di Casale Monferrato.

“Recuperiamo la palla, un passaggio e ci lanciamo in contropiede…terzo tempo palla appoggiata al tabellone mentre tutto il palazzetto trattiene il fiato… ferro e canestro mancato le avversarie recuperano il rimbalzo, si lanciano in attacco e vanno a canestro 68 a 66. Mancano ancora 25 secondi: rimessa dal fondo, due passaggi e siamo subito sotto canestro ma anche questa volta la palla non entra, le avversarie conquistano nuovamente il rimbalzo, ripartono in contropiede e segnano per il definitivo 70 a 66” è il racconto dei protagonisti della partita.

È stata una gara combattutissima, vivace dal punto di vista agonistico, con continui cambiamenti di fronte. La pressione difensiva a tutto campo ha permesso il recupero di molti palloni ma spesso, causa alcune disattenzioni, sono stati concessi troppi facili contropiedi alla squadra avversaria. Si sottolinea la buona prova offensiva dove si può registrare che tutte le ragazze hanno dato il loro contributo in termini di punti a referto!

Neanche il tempo di rifiatare e martedì 26 per la terza giornata di Campionato, nuovo match contro l’ASD Pallacanestro Vercelli, alle ore 18 tra le mura amiche del “nuovo” Pala Bosca.

UNDER 13 SILVER

POL. JOLLY VINOVO – SCUOLA BASKET ASTI 52-50 (7-10, 15-15, 8-15, 22-10)

SCUOLA BASKET ASTI: Quagliotto 12, Allara 4, D’agostino 23, Fliletti 5, Sassone 2, Gambino 2, Monti 2, Monticone, Borca, Cascio, Rabino. All. Di Gioia.

Prima sconfitta stagionale sabato sera a Vinovo per gli Under 13 SBA. Fin dalle prime battute gli astigiani faticano a trovare il giusto ritmo della partita; la maggiore concretezza offensiva rispetto ai padroni di casa, soprattutto grazie a uno scatenato D’Agostino, sembra tuttavia sufficiente per poter gestire l’incontro. A fine terzo quarto il tabellone segna ancora un rassicurante 30-40. Nell’ultima frazione i ragazzi del Jolly, con determinazione e carattere, ribaltano invece l’inerzia e mandano letteralmente in tilt gli astigiani.

Vittoria meritata quindi per i padroni di casa che “regalano”, in ogni caso, un grande insegnamento ai ragazzi astigiani in termini di fiducia nei propri mezzi e di perseveranza nel raggiungere gli obiettivi.

Più informazioni su