Tutto pronto ad Asti per la Grand Fondo del Diavolo Rosso di ciclo tappo

Più informazioni su

Si rinnova nel periodo della Fiera del Tartufo la tradizione con la Gran Fondo del Diavolo Rosso di ciclo tappo sulla pista più lunga d’Italia.

Cambia solo il giorno perché la gara che chiude la stagione a colpi di dito si svolgerà sabato 16 novembre anziché la domenica.

L’appuntamento è alle 14 nella chiesa sconsacrata di San Michele in piazza San Martino. Vi prenderanno parte i giocatori che hanno partecipato al Giro d’Italia di ciclotappo ma la corsa con i tappi a corona con impresse le immagini dei ciclisti di ogni epoca è aperta a tutti gli appassionati.

La conclusione è prevista alle 18,30 con le premiazioni alla presenza del sindaco Maurizio Rasero.

La navata centrale dell’ex chiesa si trasformerà in un lunghissimo circuito di oltre 50 metri, in cui ogni protagonista arriverà a tirare il tappo per un centinaio di volte.

La Gran Fondo rappresenta anche l’ultima tappa del Giro d’Italia. La maglia rosa è già stata assegnata matematicamente a Simone Rossi, giovane fuoriclasse lombardo che si è aggiudicato anche il titolo italiano a Verona e che insegue così il triplete; impresa riuscita a soli altri tre giocatori: all’astigiano Enzo Armando (nella foto di repertorio), al toscano Michele Pardini e al bresciano Roberto Brondi.

Durante la giornata si potranno assaggiare i cioccolati e i torroni della ditta Barbero, pronipoti di Giovanni Gerbi (l’azienda è in via Brofferio, dove il Diavolo Rosso negli anni 30′ fabbricava le biciclette con il suo marchio) ed essere informati sui prodotti del commercio equo&solidale. Premi enogastronomici per tutti i partecipanti offerti dalla Cooperativa della Rava e della Fava e dalla ditta Barbero.

Più informazioni su