Pallapugno, CTF 2019: Alessandro Vacchetto dell’Araldica Castagnole Lanze premiato miglior giocatore

Lo sferisterio Augusto Manzo di Santo Stefano Belbo ha ospitato la fase conclusiva e le premiazioni del CTF 2.019, il polo d’eccellenza promosso dalla Fipap per la formazione tecnico-sportiva dei giovani atleti, con il sostegno della Fondazione CRC e della Siscom di Cervere, tra le più importanti software-house a livello nazionale nella progettazione e nello sviluppo di soluzione informatiche per i Comuni e le aziende.

Alessandro Vacchetto, capitano dell’Araldica Castagnole Lanze, ha vinto il secondo talent del balon ed è stato premiato come il miglior battitore e giocatore della categoria esordienti 2019 secondo la valutazione dei cinque giudici: Roberto Corino, Giuliano Bellanti, Domenico Raimondo, Flavio Dotta e Lorenzo Terreno.

Premiati anche i vincitori degli altri ruoli: il centrale Gabriele Bianco del Monastero Dronero, Eros Cordero della Canalese tra i terzini a muro e Gioele Barberis del Murialdo tra i terzini laterali. In finale se la sono vista con il battitore Cristian Tafani della Pro Paschese, il centrale Francesco Dotta della Pro Spigno, il terzino a muro Luca Fenoglio del Cortemilia e il terzino laterale Filippo Aime della Subalcuneo.

I premi sono stati consegnati dal vicepresidente vicario della Fipap, Fabrizio Cocino, dal vicepresidente e dal consigliere della Fondazione CRC, Ezio Raviola ed Elda Lombardi, dal vicesindaco vicario di Santo Stefano Belbo, Laura Capra, dall’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, e dal direttore dell’Atl Langhe Monferrato Roero, Mauro Carbone.