Quantcast

Carlo Rapalino orgoglio Astarco: argento al Trofeo Doni e convocazione per la Coppa Italia delle Regioni

Grande soddisfazione in casa Astarco per il suo campione Carlo Rapalino, strepitoso nella gara per squadre regionali al punto da meritarsi un’altra convocazione con la rappresentativa piemontese.

Ma andiamo nel dettaglio di ciò che forse per l’Astarco è il più soddisfacente risultato di un annata ricca di impegni ma anche di tanti duri allenamenti sul campo.

Sabato 8 e domenica 9 giugno Riccione ha ospita la seconda tappa del Trofeo Renato Doni di tiro con l’arco, competizione giovanile per squadre regionali dedicata alle classi Ragazzi, Allievi e Junior, impegnati nell’unica divisione arco olimpico. Nella rappresentativa del Piemonte, lustro per l’Astarco e orgoglio per la città di Asti, sono stati convocati i due astigiani Carlo Rapalino e Francesca Vasssarotti.

Dopo la prova di apertura disputata a San Bartolomeo al Mare, in Liguria, nel primo fine settimana di maggio, si sono schierati sulla linea di tiro al Centro Sportivo Comunale “Italo Nicoletti”di Riccione, circa 140 giovani arcieri in rappresentanza di otto regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Calabria e Marche seguendo l’ordine di classifica della prima tappa. Rappresentative che hanno dato spazio a tutti i loro talenti emergenti, sia come banco di prova per la Coppa delle Regioni di fine giugno a Cagliari, terzo e ultimo appuntamento del Trofeo Doni, sia come vetrina per il lavoro incessante che i comitati portano avanti da anni sui settori giovanili.

Il programma ha previsto per sabato 8 dalle ore 13 l’inizio delle qualifiche, poi domenica 9 dal mattino scontri individuali e Mixed Team: e qui si arriva ai due astigiani.

Nelle gare di qualifica del sabato sia Rapalino che Vassarotti non danno degna prova delle loro capacità: Rapalino chiude la qualifica tredicesimo con 544 punti su 15 arcieri nella categoria Juniores, mentre la Vassarotti riesce a fare anche peggio chiudendo diciannovesima con 484 punti su 25 arciere nella categorie Allieve. A favore dei due va detto che l’esordiente Francesca Vassarotti paga l’emozione e l’inesperienza della prima convocazione nella Rappresentativa, mentre per Carlo Rapalino l’esordio è in una categoria superiore, fino a due settimane prima, infatti, ha sempre tirato ai 60 metri, e la convocazione è invece arrivata per tirare ai 70 metri.

Poco dopo le 16 di sabato, a metà delle gare di qualifiche la Vassarotti sbaglia l’ennesima volè e da qui per quanto determinazione e rabbia ci mette perde l’accesso agli scontri e seppur l’orgoglio di indossare per la prima volta la maglia della Regione sia forte, non basta e i punti son pochi.

Carlo Rapalino, invece, dosa emozioni e volè avverse, e per una manciata di punti ottiene l’ingresso agli scontri, di qui tra sabato e domenica non solo recupera terreno sugli avversari ma compie il “miracolo” ed è un crescendo: Carlo è non solo determinato e motivato, è pronto a vincere e difficilmente si farà fermare.

Sabato negli scontri ottavi di finale Carlo vince 6-2. Domenica Carlo Rapalino accede ai quarti di finale nel primo scontro vince 6-2, accede alle semi finali qui perdeva 4-0 ma riesce a rimontare portandosi 5-5 da qui shot-off (solo una freccia è buona quella più vicina al centro) e la freccia a favore, quella addomesticata in lunghe giornate di allenamento risponde pronta e Rapalino è in finale. Eccolo il miracolo. Da tredicesimo in finale per l’oro. Ci crede lui, ci crede tutta la rappresentativa che si schiera alle sue spalle per sostenerlo, ci crede l’Astarco ormai per l’oro basta solo una freccia: non è la nostra, non è dell’Astarco ma soprattutto non è di Carlo è una freccia toscana.

Carlo Rapalino è argento: il più bell’argento conquistato, con tenacia, determinazione e fede nelle proprie capacità.

Ma, come anticipato sopra, non sono finite qui le buone notizie per Carlo Rapalino come ci fanno sapere dall’Astarco: “siamo orgogliosi di comunicarle che Carlo Rapalino é stato convocato dalla Federazione Piemonte per gareggia nella Coppa Italia delle Regioni che si svolgerá a Cagliari il 29 e 30 giugno. Dopo la straordinaria dimostrazione arcieristica di Riccione questa nuova convocazione riempe di orgoglio tutti noi, dobbiamo ammettere che ci speravamo e oggi é arrivata la bella notizia.

Carlo é un ottimo ragazzo, un arciere in continua crescita e noi Astarco siamo fieri di lui e onorati che indossi i nostri colori. Siamo certi che a Cagliari saprá dimostrare le sue capacitá” concludono i responsabili del sodalizio astigiano.