Quantcast

Assegnati dal Club astigiano i Premi Panathlon fotogallery

Giovedì 11 Aprile è tornato in calendario uno degli “appuntamenti” d’eccellenza del Panathlon Club Asti. Era infatti in programma, nell’inedita location del Ristorante “Antico Casale” di Bramairate, la consegna dei “Premi Panathlon” delegati a “celebrare” sportivi astigiani in momenti diversi della loro carriera sportiva.

Una 29a edizione che ha assegnato i prestigiosi riconoscimenti 2018 con nominativi indicati da una Commissione, presieduta da Mario Vespa e composta dai soci Beppe Giannini, Paolo Artusio Icardi, Brigidina Pepe e Lavinia Saracco, che aveva provveduto nei giorni scorsi ad ufficializzare l’identità dei premiati.

Per la categoria “Diversamente abili” ha ricevuto l’artistico trofeo in cristallo Mirko Montanaro del GSH Pegaso, nell’occasione accompagnato dal Presidente Ilaria Castino, da Paolo Icardi e “raccontato” dal suo allenatore Giovanni Nicchi. Vincitore nell’Ottobre 2018 del Meeting Nazionale di Subiaco (Roma) di Tiro con l’arco con bersaglio a 18 Mt.

Il premio “Giovani Emergenti” è stato invece assegnato ad Annalisa Cavagna della società Judo Olimpics Asti, Campionessa italiana di Judo Esordienti “B” nel Dicembre 2018 ad Ostia e presentata dal tecnico Gianni Balladelli. Gratificata dall’essere stata arbitrata da Pino Maddaloni, medaglia d’oro a Sidney 2000 e già ospite del Panathlon astigiano nell’Ottobre 2005.

Per Matteo Paro, prossimo a conseguire il patentino di allenatore al supercorso di Coverciano, il Premio “Alla carriera” per le quasi 200 partite tra i professionisti vestendo le maglie di Juventus (suo il primo goal in “B” della formazione bianconera nel Settembre 2006 a Rimini, compagno di squadra di Buffon, Chiellini, Marchisio, Trezeguet, Nedved, Camoranesi e Del Piero nella formazione guidata da Didier Deschamps), Crotone, Siena, Genoa, Bari, Vicenza, Piacenza e Mantova.

Premio “Assoluto” infine per la martellista Francesca Massobrio in forza al Gruppo Sportivo della Polizia di Stato che, da diversi anni allenata da Luca Ruffinengo, nel 2010 aveva partecipato alle Olimpiadi giovanili di Singapore. Per lei, già premiata dal Panathlon nel 2010 quale “Giovane emergente” e “Sportiva dell’anno” nello stesso anno, diversi titoli italiani a livello giovanile, universitario ed assoluti. Prima di laurearsi Venerdì 12 Aprile in “Scienze motorie delle attività fisiche adattate” all’Università di Torino.

Una serata che ha visto ospite del Club presieduto da Mario Vespa Isabelle, la mamma di Moise Kean, il fratello Giovanni, il procuratore Enzo Raiola, Rafaela Pimenta – socia di Mino Raiola – l’ex calciatore dell’Udinese Jorginhio Paulista e l’Assessore allo Sport del Comune di Asti Mario Bovino. Al Club astigiano sono state donate le magliette autografate di Kean ed Ibraimovich che, insieme alla maglietta di Ronaldo (alla firma a breve …), contribuiranno ad arricchire il tradizionale “service” per il GSH Pegaso in occasione della “Festa degli auguri” di Natale.

A chiudere la Conviviale ci hanno pensato i soci Filippo Finello, Fulvio Saracco e Luca Simonetti (unitamente a Lucio Calissano), che di ritorno dalla Borgogna, hanno raccontato – con il supporto di una documentazione fotografica – il rinnovato “gemellaggio” tennistico tra la sezione tennis del Panathlon Club astigiano e gli amici di Bourbon Lancy. A celebrare un’ottava edizione (finita 3-3 sul campo), nel segno dell’alternanza, quest’anno calendarizzata in terra francese tra Sabato 6 e Domenica 7 Aprile.