Gli Alfieri Asti portano il Football Americano nelle scuole astigiane fotogallery

C’è qualcosa di nuovo che si sta muovendo e diffondendo nell’astigiano ed è il football americano, e il 2019 sarà un anno molto importante per questo sport a molti sconosciuto, grazie al progetto degli Alfieri Asti dedicato alle scuole, nato da un’idea condivisa con l’AICS astigiano e venuto alla luce in maniera definitiva grazie alle preziose collaborazioni del MIUR di Asti, del CONI provinciale e della FIDAF (Federazione Italiana Di American Football).

Il progetto riguarda l’insegnamento e la pratica del Flag Football, disciplina no contact del Football Americano, nelle scuole, nel tentativo di avvicinare moltissimi ragazzi a questo sport considerato da sempre di nicchia; nel panorama nazionale gli Alfieri non sono i primi ad averlo attuato dato che anche a Cagliari le due squadre della zona stanno portando avanti da tempo un progetto simile, ma verranno sicuramente imitati da molte altre squadre ancora nei prossimi mesi, visto che complice l’interesse della compagine astigiana progetti del genere si stanno diffondendo a macchia d’olio su tutto il territorio italiano.

Qualche dato per capire l’importanza e la vastità di quest’attività che è rivolta principalmente alle scuole superiori di secondo grado, è il nome degli Istituti coinvolti fino a questo momento: Liceo Classico Vittorio Alfieri di Asti, Liceo Scientifico F. Vercelli di Asti, I.T.I.S. Pietro Andriano di Castelnuovo Don Bosco e Istituto Statale Augusto Monti di Asti, che hanno fatto da apripista ad altre scuole interessate, tra cui anche alcune medie inferiori, che proprio in questi giorni stanno concordando il quadro delle lezioni con i responsabili del progetto.

Le lezioni che vengono svolte in queste scuole sono incentrate sull’insegnamento dei fondamentali di base del Flag Football, disciplina che si gioca in 5 contro 5 e che prevede che le due squadre che si stanno sfidando sul campo siano coinvolte, in momenti alterni, in fasi di attacco e difesa; proprio per queto motivo nelle ore che i rappresentanti degli Alfieri dedicano alle scuole, vengono insegnati sia concetti di Offense che di Defense, con l’obbiettivo di preparare al meglio le classi coinvolte in vista di un torneo interscolastico finale.

Altri aspetti importanti e da non trascurare di questo progetto sono quelli riguardanti la diffusione della filosofia del football americano, far comprendere ai ragazzi l’importanza dello sport e l’importanza della parità dei sessi in quanto il Flag è uno sport misto in cui in una stessa squadra possono giocare ragazzi e ragazze insieme senza restrizioni; cosa che, sfruttando anche la configurazione del Campionato Italiano di Flag, che prevede la partecipazione di squadre miste fino alla Under 19 e poi permette alle stesse di competere per il torneo di A2 dedicato ai senior, ha convinto gli Alfieri ad inserire in questo progetto la regola che nelle squadre delle classi ci deve essere obbligatoriamente almeno una ragazza schierata in campo.

Questo progetto è stato ufficializzato definitivamente con il corso d’insegnamento ai professori delle scuole coinvolte, che si è tenuto venerdì 11 gennaio presso il Circolo Grande Torino, casa degli Alfieri Asti versione tackle, a cui ha partecipato anche il referente della FIDAF il signor Zarbo, che sicuramente avrà notato l’entusiasmo con cui la compagine astigiana sta portando avanti quest’iniziativa.

Non resta che fare i complimenti agli Alfieri Asti e augurargli il meglio per questo progetto cosi importante che sicuramente porterà risultati molto positivi.

Più informazioni su