La Brumar Cierre Asti espugna il parquet del Fenix Aosta

Seconda vittoria consecutive per la Brumar Cierre Asti dopo la battuta d’arresto patita sul parquet di Casale contro la capolista Virtus Casale.

La squadra astigiana si impone 73 a 67 sul parquet del Fenix Aosta.

La squadra entra in campo subito motivata mettendo in difficoltà gli avversari con un gioco piacevole ed una difesa aggressiva ma che commette anche parecchi errori al tiro; il primo quarto si conclude con il punteggio di 12/14 a favore dei bancari. Analogo andamento nel secondo quarto con i padroni di casa che dimostrano una migliore precisione al tiro specialmente dalla distanza e riescono ad azzerare il divario ed, al termine del periodo, ad andare in vantaggio chiudendo con il risultato di età gara di 30/28.

Dopo l’intervallo lungo, i ragazzi di coach Bonino prendono decisamente il comando delle operazioni e, grazie anche ai canestri di Grosso, Palmesino e Di Leonardo, prendono il largo riuscendo ad accumulare un massimo vantaggio di 15 punti con il quale si chiude la terza frazione.

L’ultimo quarto può essere diviso in due parti. Nella prima i ragazzi della BRUMAR CIERRE sembrano poter agevolmente tenere a distanza gli avversari mantenendo un possesso palla costante e facendo valere la maggiore capacità tecnica dei singoli oltre ad una migliore organizzazione di gioco. Nella secondo parte, forse ritenendo la gara ormai conclusa stante il vantaggio in doppia cifra, la squadra sembra rilassarsi lasciando l’iniziativa ai padroni di casa che riescono ad avvicinarsi minacciosamente nel punteggio che, comunque a meno di due minuti dal termine della gara, vede un vantaggio della BRUMAR di +7 punti.

Un fallo di Mantovani (fino a quel momento autore di una buona prestazione) su Blanc, manda in lunetta gli avversari e, le successive proteste del giocatori convincono un arbitro intollerante ad irrogare al giocatore la doppia sanzione del fallo tecnico prima e dell’espulsione poi. Tale provvedimento assegna automaticamente un ulteriore tiro libero ai padroni di casa nonché il successivo possesso palla. Con freddezza Blanc (sicuramente il giocatore di maggiore esperienza dei valdostani) mette a segno tutti i tre liberi assegnati riducendo lo svantaggio a soli 4 punti.

Sul successivo possesso, lo stesso giocatore mette a segno la tripla che porta il risultato a 67/68 e, dunque, con il minimo vantaggio da parte della BRUMAR CIERRE. Il ricorso al fallo sistematico da parte dei giocatori del Fenix Aosta, porta in lunetta Demichelis che mette a segno entrambi i tiri liberi riportando il vantaggio a +3. Un provvidenziale rimbalzo di Berta ed il successivo canestro dello stesso giocatore ad una manciata di secondi dal termine, danno tranquillità ai ragazzi di coach Bonino incrementando il vantaggio ad un più rassicurante +5.
L’ultimo libero di Grosso allo scadere serve principalmente a fissare il punteggio finale sul 67/73 a favore della BRUMAR CIERRE.

Fra i singoli ottima prova di Berta (autore di 17 punti con 11/12 ai liberi e 5 rimbalzi catturati) e Palmesino (17 punti e 7 rimbalzi). In doppia cifra anche Grosso (12 punti e 4/5 dal tiro da due punti)

“E’ stata una bella partita, giocata ed intensa – sottolinea il coach Bonino – contro una squadra d’esperienza che sul parquet amico è sicuramente diversa da quella da noi visionata in trasferta. Abbiamo commesso alcune ingenuità nelle fasi calde della gara e forse abbiamo commesso l’errore di considerare troppo presto la partita già vinta. In ogni caso i ragazzi sono stati molto bravi e freddi a non rovinare nel finale l’ottima gara disputata fino a metà dell’ultimo quarto”

La prossima gara si terrà al Palazzetto dello Sport di Asti venerdì 14 dicembre alle ore 21,15 contro i temibili avversari del Monferrato Basket.

FENIX AOSTA-BRUMAR CIERRE ASTI 67/73 (parziali 12/14, 30/28, 39/54)

Tabellini: Di Leonardo 4, Nenshati, Augugliaro 2, Grosso 12, Ferrando, Bocchino 6, Castelletti 2, Demichelis 5, Mantovani 8, Palmesino 17, Berta 17. Coach M. Bonino