Cinque argenti per la Vittorio Alfieri Asti ai Campionati Piemontesi Assoluti

Week end dedicato ai Campionati Piemontesi Assoluti su pista e la Vittorio Alfieri incamera quattro medaglie d’argento, con una doppietta per Joseph Twumasi che si conferma suoi migliori livelli stagionali nelle prove di velocità nonostante la prima parte della stagione all’aperto sia alle sue battute finali.

Joseph è secondo sia nei 100 metri con 11″05 sia sui 200 metri, buttando via la vittoria con un primo 100 troppo lento.

Matteo Omedè torna sui suoi migliori standards superando l’asticella a 1.97 cogliendo il secondo posto, ottenendo poi anche un buon 6.41 nel lungo che gli dà il quarto posto.

Lo junior Federico Filippa è secondo nel martello con l’attrezzo da 7,26 kg.

La sorpresa della giornata è sulla pedana dell’asta dove assistiamo al grande exploit di Piero Rolfi,la cui costanza e passione sono premiate da una inaspettata medaglia d’argento col nuovo record personale, migliorato di 20 cm fino a 3.30.

Vanno al personale anche Alessandro Iacocca nei 400m, dove si registra il positivo esordio di Gregorio Margaglia, e Federico Tassone che si migliora nei 1500 di oltre 4 secondi. Personale appena sfiorato dal master Giuseppe Li Santi, capace di correre in 200m in 26.49.

Biella, sabato 7 luglio
100m: 2) Joseph Twumasi 11.05 (0.0), Filippo Pelissetti 12.12 (-0.6), Massimiliano Serra 12.30 (-0.6), Gregorio Margaglia 12.50 (-0.6), Andrea Carriero 12.54 (-1.9), Giuseppe Li Santi 12.88 (-0.7)
400m: Alessandro Iacocca 55.04, Gregorio Margaglia 56.46,
Giuliano Trivellin 57.43
1500: Federico Tassone 4.29.35
Disco (kg 2): Andrea Carriero 21.56
Martello (kg 7.26): 2) Federico Filippa 37.12, 4) Paolo Rissone 32.42

Volpiano, domenica 8 luglio
200m: 2) Joseph Twumasi 22.44 (0.0), Massimiliano Serra 25.32 (-0.7), Giuseppe Li Santi 26.49 (+0.5), Gaetano Bonifacio 26.63 (+0.5)
Lungo: Matteo Omedè 6.41 (+3.3) (6.40 +0.3)
Alto: 2) Matteo Omedè 1.97
Peso: Piero Rolfi 7.39
Asta: 2) Piero Rolfi 3.30

Nella foto, da sinistra: Piero Rolfi, Matteo Omedè e Joseph Twumasi