Grande festa ad Agliano per l’olimpionico del Tiro con l’Arco Giancarlo Ferrari

Più informazioni su

Sabato Agliano ha festeggiato il suo campione olimpico Giancarlo Ferrari, l’atleta che più ha contribuito allo sviluppo dell’attività arcieristica in Italia nell’ambito FITARCO partecipando alle Olimpiadi del 1972, 1976, 1980, 1984 e 1988.

Cosa meglio di una manifestazione sportiva organizzata dal Coni, a cui hanno preso parte più di duecento ragazzi tra scuole materne fino a quelle di secondo grado, per festeggiare il suo più illustre sportivo?

In questo contesto non poteva mancare l’Astarco che nutre in Giancarlo non solo la stima che si ha per un campione olimpico ma l’amicizia vera e sincera che lega da anni la società ad un uomo che ha fatto dello sport, con la lettera maiuscola, non solo una professione ma passione pura.

Per l’Astarco non è stato solo un modo di festeggiare un caro amico ma soprattutto un’opportunità per fare apprezzare l’arte arcieristica a tutti i ragazzi che hanno voluto mostrato interesse, nella giusta filosofia dello stesso Ferrari.

“Giancarlo per noi è un amico – dichiara la giovane arciera Astarco Francesca Vassarotti – da che ho incominciato a tirare, ormai cinque anni fa, l’ho sempre preso come un punto di riferimento perché, nonostante le sue innumerevoli medaglie, è sempre stato un uomo che non si fa problemi a scherzare e a insegnare a tutti, anche con i più piccoli. In oltre, quando noi e le altre società, organizziamo una gara, lui è il primo a farsi avanti per dare anche solo una mano. Ma la cosa più bella di oggi è stato vederlo tirare con il mio arco, veramente un onore”.

“Con Giancarlo la nostra amicizia ormai è pluriennale – scherza il presidente Astarco Roberto Bajno – non potevamo non partecipare per festeggiare un grande amico. Oggi però il mio pensiero va anche al nostro master Andrea Pescatori che non ha potuto essere qui perché impegnato in una difficoltosa gara a Pocapaglia”.

Nello stesso tempo,infatti, a Pocapaglia si è svolta la prima edizione Tiro di campagna de I Falchi di Bra e l’arciere Astaco Andrea Pescatori ha chiuso con 230 punti, conquistandosi con onore la quinta posizione.

Nella foto da sinistra Roberto Neretti (tecnico), Stefano Vassarotti (vicepresidente) Giancarlo Ferrari, Roberto Bajno (presidente), Francesca Bajno e Francesca Vassarotti.

Più informazioni su