Ottima prova dei “Kids” astigiani dello Yel Training Club al nazionale di Brazilian Jiu Jitsu di Parma

Il Junior Italian Open di BJJ ha visto tra i protagonisti del torneo i giovanissimi lottatori astigiani dello Yel Training Club asd di Asti che conquistano 6 medaglie dando prova di un ottimo jiu jitsu

Un inizio di stagione perfetto per i “Bjj Kids” dello YEL TRAINING CLUB a.s.d. che domenica hanno partecipato al Junior Italian Open tenutosi a Parma, torneo nazionale giovanile di Brazilian Jiu Jitsu che ha ospitato oltre 200 atleti a partire dai 4 anni in su, conquistando numerosi piazzamenti e dando prova di grande crescita.

Tra i più piccoli si sono distinti: Leonardo Severini, secondo classificato; Giuseppe Muratore e Lorenzo Musso, terzi classificati e Jacopo Artuffo, che non ha raggiunto il podio ma ha lottato in maniera esemplare. Tra gli adolescenti doppio secondo posto con Monica Arucci e Federico Infranca.

L’associazione sportiva Yel Training Club di Asti diffonde e promuove da anni il Brazilian Jiu Jitsu anche tra i più piccoli (dai 4 anni in su) in quanto si presta perfettamente alle esigenze di gioco, divertimento e crescita necessarie ad un bambino.

Reald Turja, cintura nera e Maestro dello Yel presenta così questo sport: “Il BJJ permette ai bambini di stare in gruppo, sviluppando qualità individuali in un contesto di squadra ma soprattutto permette di accrescere le proprie potenzialità motorie in un confronto che rientra sempre all’interno di regole e sicurezza.”

“I bambini che praticano Brazilian Jiu Jitsu migliorano la stima in se stessi, la forma fisica, l’equilibro e con il tempo anche la capacità di gestire un confronto con un persona più grande o fisicamente più forte” conclude Alberto Buriasco, cintura marrone e Maestro dello Yel appena rientrato dal più prestigioso torneo europeo di BJJ.