Tante recriminazioni per la Pallacanestro Cierre Asti nel ko contro il Monferrato Basket

La Pallacanestro CIERRE esce immeritatamente sconfitta dal palazzetto di San Salvatore Monferrato contro la discreta formazione del Monferrato basket allenata da Paolo Mossi ben noto ai tifosi di basket astigiani per aver militato nelle file della Tubosider nel campionato di serie B.

Partenza sprint dei ragazzi del sodalizio presieduto da Mario Demichelis che nel primo quarto mettono in mostra una difesa attenta che concede solo 8 punti a Scassillo e compagni aggiudicandosi il quarto con il punteggio di 8/14. Nella seconda frazione la compagine di casa riesce a prendere le contromisure e mette in mostra una eccellente precisione al tiro specialmente a cronometro fermo. Dopo un quarto piuttosto combattuto la CIERRE è costretta a subire un parziale di 24/18 che fissa il punteggio di metà gara sul 32 a 32.

Dopo l’intervallo assurgono al ruolo di protagonisti gli arbitri che – adottando un metro arbitrale quantomeno casalingo – fischiano nei primissimi minuti 3 falli a Bocchino, 2 a Di Leonardo e De Michelis e costringono così i coach a privarsi del play e della guardia per evitare il loro quinto fallo personale a metà gara. A riprova del mutato metro arbitrale si tenga conto che nei primi 2 quarti il computo fra falli fatti e subiti dalla CIERRE era in sostanziale equilibrio (15 a 14) mentre nei secondi due quarti la situazione risultava completamente capovolta (19 i falli fatti e 7 quelli subiti dai bancari).

Rimanendo nell’ambito dei freddi dati statistici, la CIERRE ha una media di falli fatti nell’intero campionato di 20 a partita mentre nel match in commento risulteranno ben 34 i falli complessivamente commessi! Evidentemente i ragazzi hanno messo in campo nella seconda frazione della gara tutta quella cattiveria agonistica mai dimostrata nei precedenti 10 incontri!

Nonostante tutto, i ragazzi dei coach Bonino e Bosia rimangono in partita fino al termine chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 46/44. A meno di un minuto dal termine dell’incontro, con gli alessandrino in vantaggio di 3 punti, si metteva in ulteriore evidenza la serata di scarsa forma degli arbitri.

Nell’occasione Mantovani seppur platealmente spinto ed in conseguente precario equilibrio metteva a segno in penetrazione il canestro che avrebbe portato il divario ad un solo punto con annesso logico tiro libero supplementare che avrebbe potuto sancire la parità; fra l’incredulità generale l’arbitro puniva il giovane giocatore astigiano per un presunto fallo di sfondamento! Negli ultimi secondi i ragazzi del Monferrato incrementano il vantaggio fissando il risultato finale sul 64/58.

Fra i singoli top scorer dell’incontro risultano essere Mantovani e Bocchino con 17 punti. Da segnalare la buona prestazione di Grosso autore di 8 punti con all’attivo 10 rimbalzi difensivi catturati. Sempre deficitaria la media realizzativa della CIERRE specialmente da 3 punti (2 su 18 poco più del 10%) ed a cronometro fermo (12/22 pari a meno del 55%).

“Abbiamo evidenziato – sottolinea il coach Bonino – i soliti limiti nelle scelte offensive e nella precisione al tiro ma abbiamo messo in campo per quasi tutti i 40 minuti una buona intensità difensiva e dimostrato un gioco a tratti fluido e piacevole.

Al di là dei nostri limiti, per la prima volta devo constatare con rammarico come solo un arbitraggio molto casalingo non ci ha consentito di portare a casa una meritata vittoria; specialmente nei quarti finali ogni situazione veniva misurata con un diverso metro per noi e per gli avversari. A tratti mi è quasi sembrato di assistere ad un arbitraggio “ad personam”.

I ragazzi sono stati bravissimi a non innervosirsi per delle scelte arbitrali a tutti incomprensibili evitando così gravi conseguenze disciplinari che ci avrebbero penalizzati nelle successive partite”.

Sulla stessa linea l’altro coach Bosia: “Della serata ci teniamo la buona prestazione complessiva ma rimane il rammarico per essersi spesso sentiti impotenti di fronte ad un metro arbitrale che definirei singolare… Peccato la vittoria sarebbe stata fondamentale per il campionato e per il nostro percorso di crescita. Dobbiamo voltare pagina e pensare da subito alla prossima partita. ”

La prossima partita si terrà al palazzetto dello Sport di Asti Giovedì 1° febbraio p.v. alle ore 21,15 contro la compagine del Basket Bollente 1963.

MONFERRATO BASKET-PALLACANESTRO CIERRE ASTI 64/58 (parziali 8/14, 32/32, 46/44)

Tabellini: Nenshati 3, Grosso 8, Fantato 5, Bocchino 17, Castelletti, Demichelis, Spina, Corvalan, Mantovani 17, Bertone 2, Di Leonardo 6. Allenatori M. Bonino e E. Bosia