Quantcast

La Vittorio Alfieri Asti ha premiato i protagonisti di un ottimo 2017 fotogallery

Più informazioni su

La Vittorio Alfieri ha concluso il suo 65° anno di vita e, nel pomeriggio di sabato 13 gennaio, ha premiato gli atleti più rappresentativi che sono stati protagonisti del 2017.

Nell’anno appena concluso, la società presieduta da Silvia Binello ha avuto 387 tesserati, confermandosi di gran lunga la più numerosa tra le astigiane; nella sua lunga storia sono stati 2770 i suoi portacolori. Non solo quantità, questi numeri sono supportati da risultati di elevata qualità, sia a livello di gruppo, sia individuali.

Lo scorso anno, la Vittorio Alfieri ha migliorato ulteriormente la sua posizione ai vertici regionali nel suo complesso risultando, nella classifica finale del Grand Prix Piemonte prima con i master maschili, seconda con le categorie giovanili maschili e con i Master femminili, terza con gli Assoluti Maschili e quarta con gli assoluti femminili.
Sempre a livello regionale, sostanziale è stato anche quest’anno il contributo del settore podistico che conquista punti preziosi con il primo posto nel CDS di Strada e di Corsa.
Da segnalare anche tre vittorie nei CDS Regionali con i cadetti/ragazzi (CDS Strada), i MASTER (M/F nel CDS Pista) e la duplice vittoria nel CDS Prove Multiple Assoluto Maschile e Femminile.

Sono tutti mezzofondisti, allenati da Fabrizio Marello e il suo staff, gli atleti d’eccellenza della Vittorio Alfieri: su tutti, Jido Ed Derraz, autore di un 2017 da incorniciare, con risultati di caratura internazionale e due primati provinciali assoluti, sui 3000 metri, corsi in 8’01″37 e sui 5000 metri, in 14’16″62, distanza in cui ha colto il sesto posto assoluto ai Campionati Italiani. Insieme a lui, Yassin Choury, vicecampione italiano di corsa su strada Allievi, e la staffetta campione d’Italia cadetti di corsa in montagna formata da Girma Lombardo e Teshale Zanchetta, quest’ultimo pluricampione regionale di categoria e medaglia di bronzo agli Italiani di cross.

Al femminile, le più rappresentative sono state la saltatrice Matilde Casale, le lanciatrici Mariam Guadagnin e Silvia Boero, e le poliedriche atlete Federica Bombara, Rossana Raviola e Francesca Tomasella. Le ultime tre, tra le altre cose, hanno conquistato il titolo di Campionesse Regionali di Società e un bel quarto posto in Italia nel CDS di Eptathlon.

Riconoscimenti sono andati anche agli Juniores Maschili, in particolare a Giorgio Gioanola, Claudio Orrù, Federico Tassone e Niccolò Li Santi, tutti atleti tra i migliori in Piemonte nelle loro specialità.

Anche gli Allievi hanno portato tante soddisfazioni in casa Vittorio Alfieri nel 2017, sia a livello individuale, con tanti titoli regionali, che di squadra. A livello di squadra si riconferma la finale nazionale nel CDS di prove Multiple raggiunta dagli Allievi, quarti in Italia su otto società ammesse. I premi sono andati in particolare a Davide Stratta, Filippo Pelissetti, Andrea Carriero e Lorenzo Grandi, insieme a Federico Filippa e Joseph Twumasi.

Tra le Allieve sono state premiate Viviana Vogliolo ed Annalisa Serpi, entrambe si sono qualificate per i Campionati Italiani di categoria, mentre Filippo Iacocca, Tommaso Ragazzon e Gabriele Burzio sono stati premiati tra i Cadetti e Ragazzi per i numerosi titoli regionali.

A conferma che la Vittorio Alfieri è una società che fa attività sportiva dai 6 ai 99 anni…e più, anche il settore Master ha visto sfilare gli atleti che hanno rappresentato al meglio la società. In particolare, i premi sono andati a Paolo Rissone, Francesca Juri, Roberto La Barbera, Pierdomenico Piazza, Antonella Giulivi, tutti campioni italiani, e alle staffette, la svedese maschile formata da Luciano Mazzetto, Roberto Amerio, Vito Sali e Franco Povero, e la 4×100 femminile composta da Bruna Spano, Stefania Giulivi, Rossana Raviola e Silvia Binello.

Dopo la prima fase di premiazione “intergenerazionale”, si è passati alla premiazioni del settore corsa su strada, con i vincitori dei campionati provinciali, Franco Cipolla, Aldo Vigna e Marina Valfrè, ed i podisti che hanno gareggiato di più, Marilena Borretta, con 72 corse, Domenico Guglielminetti (69) e Claudio Vercelli (62).

Infine, il campionato podistico interno, una classifica che premia la presenza ma anche la qualità delle prestazioni. Il vincitore è stato Jacopo Musso, davanti a Roberta Viarengo e Domenico Guglielminetti.

Per vedere altre foto della premiazione clicca QUI.

Più informazioni su